Zuppa di cavolo nero

Tempo di preparazione:

Il cavolo nero si trova sul mercato tutto l’anno, ma il momento più indicato per il consumo sono i mesi più freddi dell’anno, dopo le prime gelate, quando le foglie spesse e bollose diventano più tenere, migliorano il sapore e assumono la croccantezza ideale per preparare zuppe e minestroni.

Questo ortaggio è considerato un alimento utile nella prevenzione di alcune forme di tumore grazie alla presenza di speciali inibitori, ma è risaputo che previene l’ulcera gastrica e le coliti ulcerose. Contiene un elevato contenuto di vitamina C e ha pochissime calorie quindi indicato nelle diete per sovrappeso. Non conosco e non ho trovato moltissimi modi per cucinare questo tipo di cavolo ma ho letto ovunque che è consigliabile la cottura a vapore o stufato per non molto tempo.

La cottura prolungata, oltre a distruggere gran parte delle vitamine, rende i cavoli indigesti e di odore sgradevole a causa della maggiore liberazione dei composti solforati. Al momento dell’acquisto le foglie devono presentarsi turgide, di un bel verde intenso, prive di marciumi imminenti. Preferite le foglie di piccole dimensioni, richiedono una cottura più breve e dunque alla fine risultano più digeribili.

Ingredienti per 4 persone

  • 500 g di cavolo nero
  • 400 g di fagioli cannellini in scatola lessati
  • un porro
  • uno spicchio d’aglio
  • un rametto di timo
  • un rametto di rosmarino
  • un dl di passata di pomodoro pane casereccio
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • fette di pane senza glutine (rustico della Schar)

Preparazione

Riducete a tocchetti il cavolo nero dopo averlo mondato e lavato, poi sbollentatelo per qualche minuto in acqua salata. Mondate, lavate e affettate il porro, tritate l’aglio e rosolateli in una casseruola con 4 cucchiai d’olio. Unite il cavolo scolato e il timo e il rosmarino legati a mazzetto, mescolate e fate cuocere per una decina di minuti.

Aggiungete al cavolo la passata di pomodoro e 2 litri d’acqua calda; salate. Coprite la casseruola con un coperchio e cuocete la zuppa a fuoco moderato per circa 20 minuti.

Aggiungete i fagioli e continuate la cottura per altri 20 minuti.Servite subito, dopo aver irrorato con un filo d’olio crudo.

Poco prima di servire, tagliate il pane a fettine, fatelo tostare sotto il grill del forno, disponetele nelle fondine e versateci sopra la zuppa calda.

Date un sapore più denso alla zuppa, strofinando le fette di pane con uno spicchio d’aglio

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *