bg header

Girelle di pane carasau con prosciutto, piatto unico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Girelle di pane carasau con prosciutto

Girelle di pane carasau, un antipasto che sa di Sardegna

Le girelle di pane carasau con prosciutto e scamorza sono in grado di stupire gli ospiti. Infatti, non si limitano a proporre un impatto visivo gradevole, ma vengono realizzate con ingredienti ricercati e molto gustosi. Il riferimento è al pane carasau, una preparazione tipica della Sardegna. Nello specifico, i fogli di pane carasau vengono inumiditi e poi messi ad asciugare, in modo che diventino abbastanza modellabili. Dopodiché vengono farciti con insaccati e formaggio, infine vanno arrotolati a forma di girella e cotti brevemente al forno.

Il pane carasau è particolarmente adatto a questa ricetta proprio in virtù del suo spessore minimo e della sua delicatezza. A differenza di molti altri tipi di pane è abbastanza sottile, tale caratteristica non è frutto della mancanza di lievito, ma della tostatura, che è in grado di disidratare il pane. Il carasau dunque è friabile e molto gradevole al palato. Formalmente è anche molto calorico: un etto di pane carasau apporta quasi 400 kcal.

E’ però un errore di prospettiva, infatti essendo privo di acqua pesa molto di meno rispetto al pane standard, quindi gli apporti calorici sono assolutamente paragonabili. La ricetta originale del carasau richiede la semola di grano duro, dunque è presente il glutine, che lo rende un alimento non compatibile con le esigenze delle persone affette da celiachia. Ma ora si trova anche il pane carasau senza glutine percui possiamo tranquillamente prepararli anche per noi!

Le proprietà nutrizionali del prosciutto cotto

Il ripieno delle girelle di pane carasau con prosciutto e scamorza è semplice e gustoso. I più salutisti potrebbero storcere il naso di fronte all’utilizzo del prosciutto cotto, eppure il consiglio è di dare, almeno in questo caso, una seconda chance a questo tipo di affettato. Anche perché non è così dannoso o grasso come alcuni pensano. Di base, il prosciutto cotto apporta 220 kcal per 100 grammi, che rispetto alla mortadella e al salame non sono eccessive. Tuttavia, se viene privato dal grasso, si arriva tranquillamente a 130 kcal. Tra l’altro il prosciutto cotto è un alimento ricco di proteine ad alto valore biologico, infatti un etto ne contiene circa 20 grammi.

Girelle di pane carasau con prosciutto

Ricca è anche la presenza di sali minerali, come il potassio, il calcio, il magnesio e soprattutto il fosforo. Il sodio è presente in una misura non superiore agli altri salumi. In quanto a vitamine, il prosciutto cotto si difende molto bene. Si segnalano buone concentrazioni di vitamina B3, B2 e B1. Infine sono presenti in quantità non eccessiva i nitriti e i nitrati, dei conservanti potenzialmente dannosi.

Gli insospettabili pregi della scamorza

Anche la scamorza fa la sua parte in questa ricetta e rende il ripieno delle girelle di pane carasau con prosciutto davvero molto gustoso. D’altronde, stiamo parlando di uno dei formaggi più buoni, benché sia sottovalutato dal punto di vista nutrizionale. Infatti la scamorza si distingue per l’elevata quantità di proteine, che rappresentano addirittura il 25% della sua composizione. Una percentuale, questa, raggiunta quasi solo dai formaggi molto stagionati. Ricco è il contenuto di sali minerali, tra cui spiccano il fosforo e il calcio. Infine l’apporto calorico è pari a 335 kcal per ogni etto.

La scamorza è tecnicamente un formaggio a pasta filata di latte vaccino, prodotto soprattutto nel Meridione (Puglia in primis). Viene prodotto in due varianti: fresca e affumicata. Quest’ultima ha un sapore più corposo e una minore quantità di acqua. Vista la sua consistenza, la scamorza si scioglie in fretta e molto bene. Da qui, il suo utilizzo come ripieno, soprattutto in vista di un passaggio al forno.

Il pane carasau come si mangia? Vi lascio una ricetta con il pane carasau da servire come primo piatto e un delizioso antipasto

Lasagnette di pane carasau e luganega, davvero ottime

Pane carasau con Schisc e paté di cipolla, un antipasto unico

Ricetta girelle di pane carasau con prosciutto e scamorza:

Ingredienti per una pirofila da 24 cm di diametro:

  • 6 fogli di pane carasau consentito tagliati a metà,
  • 300 gr. di prosciutto cotto,
  • 375 gr. di scamorza affumicata consentita,
  • 50 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato,
  • q. b. di burro chiarificato per ungere la teglia,
  • q. b. di olio extravergine di oliva.

Preparazione:

Per la preparazione delle girelle di pane carasau con prosciutto e scamorza iniziate inumidendo con un po’ d’acqua i fogli di pane carasau dal lato meno liscio. Poi formate delle pile trasferendoli su una teglia, infine aspettate 10 minuti in modo che diventino morbidi e modellabili. Ora ponete su un tagliere il primo foglio. Adagiateci sopra un po’ di prosciutto, della scamorza tagliata a fettine e il formaggio grattugiato.

Arrotolate il foglio dal lato corto e tagliatelo a rondelle dalle dimensioni di circa 3 cm. Ripetete il procedimento con gli altri fogli di pane carasau. Adagiate le girelle così ricavate dentro una pirofila da circa 24 cm, unta con il burro. Cospargete il tutto con un po’ di olio d’oliva e cuocete nella parte inferiore del forno (preriscaldato a 200 gradi) per circa 35 minuti. Sfornate e fate raffreddare leggermente prima di servire con un filo di olio a crudo.

3.8/5 (6 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...

Zuppa di asparagi

Zuppa di asparagi, un primo colorato e gustoso

Un focus sugli asparagi I protagonisti di questa zuppa sono ovviamente gli asparagi. Gli asparagi esprimono una bella tonalità di verde, d’altronde si utilizza un mazzo intero, che equivale a...

logo_print