logo_print

Girelle di mozzarella, antipasto a forma di dolce

Girelle di mozzarella
Stampa

Girelle di mozzarella, brio e gusto nella stessa ricetta

Le girelle di mozzarella possono essere considerate un antipasto nutriente dal momento che sono presenti carboidrati, zuccheri complessi e proteine. Sono un antipasto particolare e davvero gustoso. L’impatto visivo richiama esattamente alle girelle, merendine amate soprattutto dai bambini. Proprio per questo motivo, consiglio di preparare le girelle di mozzarella in occasione delle feste dedicate ai bambini. Anche perché sono molto facili da realizzare, e sono frutto della classica idea semplice ma geniale. Quale miglior modo per allietare i bambini con un antipasto buono e sfizioso?

Il procedimento consta di pochissimi step. Si tratta di stendere l’impasto della pizza, coprirlo con gli ingredienti, aggiungendo anche mozzarella e salame, arrotolare e tagliare a fette. Et voilà, le girelle di mozzarella sono pronte in pochissimi minuti con una sana cottura al forno. Alcuni potrebbero optare per la frittura, ma a mio avviso non vale assolutamente la pena. Infatti, sono molto buone, e decisamente più sane, se vengono cotte al forno. A tal proposito non dimenticate un piccolo accorgimento, ossia le girelle devono essere ben oliate per non diventare secche e asciutte. E’ sufficiente intingere un pennello da cucina e spennellare la superficie.

L’importanza degli ingredienti per avere delle ottime girelle di mozzarella

Ovviamente per portare a termine queste girelle di mozzarella va bene qualsiasi rotolo di pasta per pizza, a prescindere dalla marca. E’ altrettanto scontato, però, che la resa di queste girelle dipende dalla qualità dell’impasto. Dunque, fate molta attenzione a quale prodotto utilizzate. Io personalmente mi trovo molto bene con la pasta per pizza di Exquisa. E’ buona, genuina e facile da manipolare. Inoltre, è prodotta secondo metodiche naturali, non contiene coloranti, conservanti, olio di palma e grassi idrogenati. La genuinità si intuisce anche solo guardando la lista degli ingredienti, infatti non c’è nulla di chimico e nessuna sostanza che possa far storcere il naso.

Girelle di mozzarella

Di base, però, la pasta per pizza Exquisa, almeno quella che ho utilizzato per la ricetta delle girelle di mozzarella, contiene glutine. Dunque le girelle non potrebbero essere consumate da chi fa fatica a digerire il glutine e dai celiaci. Questo può rappresentare un problema, ma è facilmente aggirabile scegliendo uno dei tantissimi prodotti della linea Exquisa completamente gluten-free. Tutto ciò dimostra l’attenzione che Exquisa presta al tema del mangiar sano e a quello delle intolleranze.

Il salame, un salume non troppo grasso e ricco di proteine

Quando si parla di salumi e insaccati, utilizzati anche nella preparazione delle nostre girelle di mozzarella, molti storcono il naso. Certo, sono buoni e in alcuni casi deliziosi (pensiamo alle eccellenze italiane come lo speck e la bresaola), tuttavia sono anche grassi e possono contenere sostanze dannose. Almeno questo è parte dell’immaginario collettivo. Ma effettivamente, quanto c’è di vero in tutto ciò? Certamente, almeno per quanto riguarda il salame, siamo di fronte a un alimento grasso, anche per gli standard degli insaccati. 100 grammi di salame, infatti, contengono mediamente dalle 320 alle 420 kcal (a seconda della stagionatura), il doppio della bresaola per intenderci. I grassi, poi, rappresentano ben il 37% della sua composizione totale.

C’è da dire, però, che il salame è comunque un alimento ricco di proteine, e da questo punto di vista si impone anche rispetto alle più diffuse carni rosse. Per quanto riguarda le sostanze dannose dipende tutto dalla quantità. Mangiare salame con moderazione, magari utilizzandolo per ricette equilibrate come le girelle di mozzarella, non fa affatto male. Tuttavia, se abusato, il salame può essere pericoloso soprattutto per le elevate percentuali di sodio, che tendono ad alzare la pressione sanguigna. Insomma, va bene mangiare il salame senza esagerare e nelle quantità più consone a uno stile di vita sano.

Ecco la ricetta delle girelle di mozzarella:

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 rotolo di Pasta per Pizza consentita (per me Exquisa),
  • 80 gr di passata di pomodoro,
  • 100 gr di mozzarella consentita,
  • 100 gr. di salame a fette,
  • 1 cucchiaino di origano tritato,
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva,
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione delle girelle di mozzarella iniziate prendendo una ciotola e versando la passata di pomodoro, poi aggiungete un po’ di origano e sale. Date un’abbondante mescolata e lasciate da parte.

Ora riducete la mozzarella a cubetti, poi stendete il rotolo di pasta per pizza, copritela con la passata di pomodoro condita, poi adagiate in modo uniforme i cubetti di mozzarella e le fette di salame.

Arrotolate per bene la pasta per pizza formando un cilindro stretto e lungo, infine tagliate il rotolo a fette spesse circa un centimetro e mezzo, creando così le girelle.

Adagiate le girelle su una teglia coperta con carta da forno e date una spennellata sulla superficie con l’olio extravergine d’oliva, poi cuocetele in forno per 20 minuti a 180 gradi.

Terminata la cottura fate intiepidire e servite. Buon appetito!


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


30-06-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti