bg header
logo_print

Gelato di fichi d’India, un dessert dal gusto insolito

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Gelato di fichi d India
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (2 Recensioni)

Il gelato di fichi d’India è una splendida idea per un dessert facile da preparare, dal gusto gradevole e per certi versi sorprendente. Siamo abituati ai gusti di gelato più fantasiosi, è vero, ma il fico d’India non è certo tra i più utilizzati. Eppure il frutto è in grado di rendere molto, a prescindere dalla tipologia gialla o rossa. Il suo sapore è dolce e solo leggermente acidulo. Tra l’altro, è anche nutriente e leggero come pochi altri frutti tropicali. In effetti, per quanto sia coltivato anche dalle nostre parti, specie in Sicilia e in Calabria, il fico d’India vanta un’origine tropicale. Anzi, è imparentato con i cactus, sebbene le similitudini riguardino soprattutto le “pale” (o cladodi), ossia la specie di fusto che sostiene il frutto.

Ricetta gelato di fichi d'india

Preparazione gelato di fichi d'india

Per preparare il gelato di fichi d’india iniziate dal latte. Versatelo in una pentola, accendete il fuoco e portate a bollore, cuocendo per un altro minuto. Poi spegnete il fuoco, versate il latte in una ciotola e aggiungete la panna consentita e il miele. Infine, mescolate con cura fino a quando il composto non risulterà omogeneo. Ora sbucciate i fichi d’India e metteteli nel mixer, poi frullate fino ad ottenere una purea abbastanza liscia. Terminata questa fase, passate tutto nel setaccio per ottenere un succo più omogeneo ed eliminare i semi.

Versate il succo dei fichi d’India nella ciotola con il composto che avete preparato e mescolate con cura. Trasferite il composto nel frigorifero fino a completo raffreddamento. Poi versatelo nella gelatiera e azionate il macchinario (di base bastano 25 minuti). Mettete il gelato nelle coppe da portata e spolverate sopra un po’ di granella di pistacchi e qualche foglia di menta prima di servire.

Ingredienti gelato di fichi d'india

  • 500 gr. di fichi d’India (senza considerare la buccia)
  • 3 dl. di latte intero consentito
  • 120 ml. di miele
  • 3 dl. di panna fresca consentita
  • q. b. di granella di pistacchi
  • q. b. di foglie di menta.

Gelato ai fichi d’India, buono quanto quello artigianale

I fichi d’India sono una fonte inestimabile di vitamine e sali minerali. Contengono molta vitamina C, che giova al sistema immunitario e rafforza le difese dell’organismo. Contengono anche tanto potassio, che fa bene alla circolazione e aiuta a risolvere i piccoli problemi di pressione. I fichi d’India apportano buone dosi di calcio, che fa bene alle ossa e aiuta a prevenire malattie a carico dell’apparato scheletrico. Contengono anche sostanze che aiutano a prevenire il cancro e agevolano l’assorbimento di vitamine (carotenoidi). I fichi d’India, poi, sono molto ricchi di fibre, dunque possono essere considerati dei digestivi, se non addirittura come dei moderati lassativi. I fichi d’india sono lassativi percui non esagerate.Essendo anche ricchi di acqua, che rappresenta l’85% della loro composizione, sono anche diuretici. L’apporto calorico è basso, solo 50 kcal ogni 100 grammi, un record tra i frutti tropicali.

Un focus sulla macchina del gelato

Il gelato di fichi d’India richiede l’utilizzo della macchina del gelato. Si tratta di un piccolo elettrodomestico da cucina in commercio da alcuni decenni, ma ancora poco diffuso in Italia. D’altronde, dalle nostre parti il gelato non è solo un alimento, ma un’occasione di socialità, ovvero un ottimo pretesto per delle piacevoli passeggiate con amici e parenti. All’estero, invece, il gelato fatto in casa è molto diffuso, così come diffuso è l’utilizzo della macchina del gelato.

Questo elettrodomestico è facile da utilizzare e restituisce gelati gustosi, che non fanno rimpiangere il buon gelato artigianale. Spesso è necessario seguire poche semplice istruzioni per ottenere un gelato degno di questo nome, ma anche sorbetti e granite, se la macchina è attrezzata per questo tipo di preparazioni. Rimane fondamentale, comunque, la preparazione delle puree, ovvero dei composti che danno vita al gelato. In particolare, è necessario rispettare le proporzioni tra gli ingredienti.

Gelato di fichi d India

Perché abbiamo utilizzato il miele?

Il gelato di fichi d’India è un dessert, quindi dovrebbe contenere lo zucchero, che è il dolcificante per eccellenza. Tuttavia, la ricetta esplora un’alternativa diversa, che punta al massimo sapore possibile in chiave salutistica. Proprio per questo, infatti, abbiamo utilizzato il miele, un alimento che necessita di ben poche presentazioni, dal momento che è largamente utilizzato sulle nostre tavole, soprattutto durante le festività. Il potere dolcificante del miele non è da meno rispetto allo zucchero, inoltre genera un impatto minore sulla glicemia. Una buona notizia per i diabetici, che devono tenere sotto controllo questo valore, e per chi si sta sottoponendo a diete dimagranti (la glicemia è connessa al senso della fame).

Per il resto, il miele apporta due benefici. In primo luogo non è solo un dolcificante, ma un ingrediente a sé stante che insaporisce e caratterizza il gelato. Secondariamente apporta un’ottima varietà di vitamine, sali minerali e sostanze antiossidanti che aiutano il nostro organismo. L’apporto calorico, infine, è abbastanza contenuto rispetto agli altri tipi di dolcificanti, tuttavia non va mai consumato in dosi eccessive.

Il ruolo della panna e del latte

Il composto che dà vita al gelato di fichi d’india vede come protagonisti anche il latte e la panna. Sono ingredienti fondamentali che insaporiscono e garantiscono la giusta consistenza al prodotto finale. Di base, la loro presenza rende il gelato fuori dalla portata degli intolleranti al lattosio. D’altronde sia il latte che la panna contengono lattosio. Esiste comunque un’alternativa, e per giunta facilmente praticabile, ossia utilizzare prodotti delattosati, quindi senza lattosio.

Molti manifestano perplessità all’idea di consumare prodotti delattosati, in quanto credono che siano meno buoni o meno nutrienti. Altri credono che siano frutto di chissà quale processo chimico. In realtà la rimozione del lattosio avviene in modo del tutto naturale, in quanto consiste nell’aggiunta dell’enzima lattasi nel latte. Ciò non implica alcun tipo di cambiamento, se non la scomposizione del lattosio in glucosio e galattosio. Il sapore è identico e solo in alcuni casi un po’ più dolce, infine le proprietà nutrizionali rimangono identiche.

Ricette gelato ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

2 commenti su “Gelato di fichi d’India, un dessert dal gusto insolito

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rotolini di piadina con nutella e banana

Rotolini di piadina con nutella e banana, ottimi...

Le numerose varianti dei rotolini di piadina ripieni La nutella è tra gli ingredienti protagonisti di questi rotolini di piadina. E’ una soluzione facile per ottenere un ripieno gustoso e...

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...