Insalata di merluzzo e kiwi disidratato, un piatto completo

Insalata di merluzzo e kiwi disidratato
Stampa

Insalata di merluzzo e kiwi disidratato, un abbinamento insolito ma azzeccato

L’insalata di merluzzo tiepido e kiwi disidratato non è una insalata come le altre. Si distingue per gli ingredienti, che sono “insoliti” per questo genere di piatto, ma anche per la preparazione. Per esempio, il merluzzo e le zucchine vengono cotte al vapore, un metodo leggero come la lessatura, ma a differenza di quest’ultimo è capace di mantenere intatti tutti i principi nutritivi. Tra l’altro, la cottura a vapore è anche semplice da eseguire: è sufficiente mettere a bollire dell’acqua, posizionare sulla pentola un cestello di metallo forato, inserire al suo interno gli alimenti e chiudere con il coperchio. Il vapore che passa attraverso i fori del cestello fa il resto, e per giunta in tempi relativamente brevi. La peculiarità dell’insalata di merluzzo tiepido si nota anche nella presenza dei kiwi disidratati.

Per l’occasione consiglio i kiwi disidratati di Vitaina, un vero punto di riferimento per ciò che concerne la frutta disidratata. L’offerta è ampia e comprende praticamente tutti i tipi di frutta e non solo. La disidratazione è ottenuta tramite metodiche naturali, finalizzate a conservare tutte le qualità del prodotto fresco. I prodotti di Vitaina sono anche comodi da utilizzare, infatti è sufficiente reidratarli un po’ in acqua, per ottenere tutto il gusto dell’alimento originale. L’insalata di merluzzo tiepido e kiwi disidratati fa la sua figura anche sotto il profilo visivo. E’ infatti molto colorata, dominata dal verde della cremina di zucchine e menta, e dal colore vivace della misticanza. La misticanza è d’uopo in questa ricetta, in quanto il suo mix di verdure aggiunge una certa profondità organolettica e un aroma davvero spiccato.

Tutti i pregi nutrizionali del merluzzo

Tra gli ingredienti principali di questa insalata di merluzzo e kiwi disidratato, che segna un po’ la distanza dalle classiche insalate, spicca il merluzzo. A tal proposito, dovreste utilizzare direttamente i filetti, cuocerli a vapore e tagliarli a tocchetti. Perché proprio il merluzzo? In primis perché è uno dei pesci dal sapore più delicato, che valorizza gli ingredienti dell’insalata senza coprirli. Secondariamente, perché è una delle specie ittiche più nutrienti. Va segnalato, a tal proposito, l’apporto di proteine, che è nettamente sopra la media. Un etto di merluzzo contiene ben 17 grammi di proteine, una quantità che non fa rimpiangere le più accreditate carni rosse.

Insalata di merluzzo e kiwi disidratato

Inoltre, il merluzzo è povero di grassi, e quei pochi che ci sono fanno bene alla salute. Il riferimento è ovviamente agli acidi grassi omega tre, che giovano all’apparato cardiovascolare, alla vista e al sistema nervoso centrale. Non mancano i sali minerali, tra cui spicca il fosforo, che supporta le performance cognitive.

Il contributo organolettico e nutrizionale delle zucchine

Anche le zucchine giocano un ruolo fondamentale in questa insalata di merluzzo e kiwi disidratato, per giunta in un modo piuttosto peculiare. Infatti, concorrono a formare la crema che funge da condimento per l’insalata. Dopo essere state cotte a vapore, vengono frullate con la menta, l’olio e il sale. Il procedimento ricorda il pesto, con l’ovvia differenza che in questo caso mancano sia i pinoli che il basilico. Il sapore è però molto aromatico e molto leggero, ideale per valorizzare un contorno di verdure e pesce.

Le zucchine conferiscono anche un certo spessore nutrizionale alla ricetta. Sono infatti tra gli ortaggi più preziosi in assoluto. Spiccano per l’abbondanza di vitamine, sali minerali e per la presenza superiore alla media di fibre (che garantiscono un corretto transito intestinale). Inoltre sono anche abbondanti di acqua, garantendo un’efficace funzione depurativa. L’apporto calorico, infine, è del tutto trascurabile.

Ecco la ricetta dell’insalata di merluzzo tiepido e kiwi disidratato:

Ingredienti:

  • 30 gr. di kiwi disidratati Vitaina,
  • 500 gr. di filetto di merluzzo,
  • 150 gr. di misticanza,
  • 2 zucchine,
  • 10 foglie di menta,
  • q. b. di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione dell’insalata di merluzzo e kiwi disidratato iniziate lavando la menta e la misticanza, poi asciugatele per bene. Ora lavate le zucchine e fatele a tocchetti. Riempite una pentola di acqua e posizionate sopra il cestello per la cottura a vapore (con coperchio). Poi versate le zucchine nel cestello e cuocete al vapore per 15 minuti a fiamma moderata. In una seconda pentola versate 5 cm di acqua, posizionate un altro cestello e dentro quest’ultimo il merluzzo. Coprite con il coperchio e cuocete a vapore per 8 minuti. Quando il merluzzo è pronto, fatelo a tocchetti.

Intanto ammollate i kiwi in una ciotola piena d’acqua per reidratarli. Poi prendete un frullatore e versate nel bicchiere la menta, le zucchine, un po’ di sale e 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva. Frullate il tutto fino ad ottenere una crema uniforme. Adesso non rimane che comporre l’insalata. Posizionate sul fondo la misticanza, poi proseguite con i kiwi disidratati e il merluzzo fatto a tocchetti. Mescolate con delicatezza, infine condite con la salsa di zucchine e menta.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


05-05-2021
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti