Insalata di merluzzo e kiwi disidratato, un piatto completo

Insalata di merluzzo e kiwi disidratato
Commenti: 0 - Stampa

Insalata di merluzzo e kiwi disidratato, un abbinamento insolito

L’insalata di merluzzo tiepido e kiwi disidratato non è una insalata come le altre. Si distingue per gli ingredienti, che sono “insoliti” per questo genere di piatto, ma anche per la preparazione. Per esempio, il merluzzo e le zucchine vengono cotte al vapore, un metodo leggero come la lessatura, ma a differenza di quest’ultimo è capace di mantenere intatti tutti i principi nutritivi. Tra l’altro, la cottura a vapore è anche semplice da eseguire: è sufficiente mettere a bollire dell’acqua, posizionare sulla pentola un cestello di metallo forato, inserire al suo interno gli alimenti e chiudere con il coperchio. Il vapore che passa attraverso i fori del cestello fa il resto, e per giunta in tempi relativamente brevi. La peculiarità dell’insalata di merluzzo tiepido si nota anche nella presenza dei kiwi disidratati.

Per l’occasione consiglio i kiwi disidratati di Vitaina, un vero punto di riferimento per ciò che concerne la frutta disidratata. L’offerta è ampia e comprende praticamente tutti i tipi di frutta e non solo. La disidratazione è ottenuta tramite metodiche naturali, finalizzate a conservare tutte le qualità del prodotto fresco. I prodotti di Vitaina sono anche comodi da utilizzare, infatti è sufficiente reidratarli un po’ in acqua, per ottenere tutto il gusto dell’alimento originale. L’insalata di merluzzo tiepido e kiwi disidratati fa la sua figura anche sotto il profilo visivo. E’ infatti molto colorata, dominata dal verde della cremina di zucchine e menta, e dal colore vivace della misticanza. La misticanza è d’uopo in questa ricetta, in quanto il suo mix di verdure aggiunge una certa profondità organolettica e un aroma davvero spiccato.

Tutti i pregi nutrizionali del merluzzo

Tra gli ingredienti principali di questa insalata di merluzzo e kiwi disidratato, che segna un po’ la distanza dalle classiche insalate, spicca il merluzzo. A tal proposito, dovreste utilizzare direttamente i filetti, cuocerli a vapore e tagliarli a tocchetti. Perché proprio il merluzzo? In primis perché è uno dei pesci dal sapore più delicato, che valorizza gli ingredienti dell’insalata senza coprirli. Secondariamente, perché è una delle specie ittiche più nutrienti. Va segnalato, a tal proposito, l’apporto di proteine, che è nettamente sopra la media. Un etto di merluzzo contiene ben 17 grammi di proteine, una quantità che non fa rimpiangere le più accreditate carni rosse.

Insalata di merluzzo e kiwi disidratato

Inoltre, il merluzzo è povero di grassi, e quei pochi che ci sono fanno bene alla salute. Il riferimento è ovviamente agli acidi grassi omega tre, che giovano all’apparato cardiovascolare, alla vista e al sistema nervoso centrale. Non mancano i sali minerali, tra cui spicca il fosforo, che supporta le performance cognitive.

Il contributo organolettico e nutrizionale delle zucchine

Anche le zucchine giocano un ruolo fondamentale in questa insalata di merluzzo e kiwi disidratato, per giunta in un modo piuttosto peculiare. Infatti, concorrono a formare la crema che funge da condimento per l’insalata. Dopo essere state cotte a vapore, vengono frullate con la menta, l’olio e il sale. Il procedimento ricorda il pesto, con l’ovvia differenza che in questo caso mancano sia i pinoli che il basilico. Il sapore è però molto aromatico e molto leggero, ideale per valorizzare un contorno di verdure e pesce.

Le zucchine conferiscono anche un certo spessore nutrizionale alla ricetta. Sono infatti tra gli ortaggi più preziosi in assoluto. Spiccano per l’abbondanza di vitamine, sali minerali e per la presenza superiore alla media di fibre (che garantiscono un corretto transito intestinale). Inoltre sono anche abbondanti di acqua, garantendo un’efficace funzione depurativa. L’apporto calorico, infine, è del tutto trascurabile.

Ecco la ricetta dell’insalata di merluzzo e kiwi disidratato:

Ingredienti per 4 persone:

  • 30 gr. di kiwi disidratati Vitaina,
  • 500 gr. di filetto di merluzzo fresco ,
  • 150 gr. di misticanza,
  • 2 zucchine,
  • 10 foglie di menta,
  • q. b. di olio extravergine di oliva,
  • un pizzico di sale.

Preparazione:

Per la preparazione dell’insalata di merluzzo e kiwi disidratato iniziate lavando la menta e la misticanza, poi asciugatele per bene. Ora lavate le zucchine e fatele a tocchetti. Riempite una pentola di acqua e posizionate sopra il cestello per la cottura a vapore (con coperchio). Poi versate le zucchine nel cestello e cuocete al vapore per 15 minuti a fiamma moderata. In una seconda pentola versate 5 cm di acqua, posizionate un altro cestello e dentro quest’ultimo il merluzzo. Coprite con il coperchio e cuocete a vapore per 8 minuti. Quando il merluzzo è pronto, fatelo a tocchetti.

Intanto ammollate i kiwi in una ciotola piena d’acqua per reidratarli. Poi prendete un frullatore e versate nel bicchiere la menta, le zucchine, un po’ di sale e 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva. Frullate il tutto fino ad ottenere una crema uniforme. Adesso non rimane che comporre l’insalata. Posizionate sul fondo la misticanza, poi proseguite con i kiwi disidratati e il merluzzo fatto a tocchetti. Mescolate con delicatezza, infine condite con un filo d olio e la salsa di zucchine e menta.  Se vi piace potete impreziosire ulteriormente il  piatto con dei capperi dissalati e olive nere . Potete servire l’insalata di merluzzo come secondo piatto.

5/5 (458 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata estiva con uova sode

Insalata estiva con uova sode, un contorno iper-proteico

Insalata estiva con uova sode, un contorno tra il dolce e il salato L’insalata estiva con uova sode è un contorno che spicca in primis per l’impatto visivo. La lista degli ingredienti,...

Insalata di mele e sedano

Insalata di mele e sedano, una meraviglia agrodolce

Insalata di mele e sedano, l’abbinamento che non ti aspetti L’insalata di mele e sedano si inserisce sul solco delle insalate “agrodolci”, che si caratterizzano per degli abbinamenti...

insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini

Insalata di riso rosso con cannellini, un piatto...

Insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini, un pasto completo e veloce L’insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini è un’insalata di riso che si discosta da quelle tradizionali....

Insalata di ananas e gamberi

Insalata di ananas e gamberi, un pasto completo

Insalata di ananas e gamberi, un piatto dagli ottimi ingredienti L’insalata di ananas e gamberi è un piatto squisito, leggero e completo. Lo considero un po’ la mia salvezza, in quanto fa parte...

Insalata di riso con verdure e menta

Insalata di riso con verdure e menta, un...

Insalata di riso con verdure, un’alternativa alla classica insalata di riso L’insalata di riso con verdure, più che una pietanza, è un invito alla creatività. Proprio per questo, vi propongo...

Insalata di pasta con melanzane grigliate

Insalata di pasta con melanzane grigliate, un piatto...

Una lista di ingredienti ben ponderata L’insalata di pasta con melanzane grigliate e hummus di ceci è un piatto tipicamente estivo, per quanto apprezzabile anche in altri periodi dell’anno....


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


05-05-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti