bg header
logo_print

Panna cotta alle rose e cocco, un dessert da urlo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

panna cotta alle rose e cocco
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 4 ore 30 min
cottura
Cottura: 5 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Panna cotta alle rose e cocco, un dessert per tutti

La panna cotta alle rose e cocco è un dessert molto semplice da realizzare, che rende molto sotto tutti i punti di vista: gusto, presentazione e nutrimento. E’ anche un dessert “accessibile”, nel senso che può essere consumato senza alcun timore da chi soffre di problemi nell’assorbimento e di intolleranze alimentari. Il dolce infatti è adatto ai celiaci in quanto non contiene farine, inoltre è adatto agli intolleranti al lattosio in quanto il latte e i suoi derivati sono sostituiti dal latte di cocco e dalla panne di soia. Ovviamente è ottimo anche per chi non soffre di questi problemi, d’altronde è una ricetta squisita, che migliora la ricetta classica della panna cotta.

Esistono tante teorie sull’origine della panna cotta. Alcuni sostengono che sia un dolce elaborato per la prima volta nelle Langhe piemontesi da una signora ungherese, altri che sia una variante di dolci francesi o arabi. Ricette simili, infatti, si trovano in altre cucine internazionali. Tralasciano le sue origini, questo dolce al cucchiaio italiano è ormai famoso in tutto il mondo. Esistono tantissime varianti della panna cotta, anche se la versione base di questo budino prevede l’utilizzo di panna, latte e zucchero e l’aggiunta di una salsa dolce, di una marmellata o della frutta fresca. La panna cotta alle rose e cocco vieni infine insaporita con il cocco e con i petali di rosa eduli essiccati.

Ricetta panna cotta alle rose

Preparazione panna cotta alle rose

Per preparare la panna cotta alle rose e cocco procedete così. Mettete in un pentolino il miele millefiori, i petali di rosa (tenetene da parte mezzo cucchiaino), il latte di cocco e la panna di soia. Portate il liquido ad ebollizione, poi spegnete il fuoco, coprite il pentolino con un coperchio e lasciate riposare per circa 30 minuti. Questo periodo di riposo permette ai petali di rosa di rilasciare il loro aroma.

Rimettete il pentolino sul fuoco e portate nuovamente ad ebollizione. Aggiungete l’agar agar mescolando per incorporarlo al meglio. Poi fate cuocere per altri due minuti. Ora togliete il pentolino dal fuoco e filtrate il liquido attraverso un colino a maglie strette. Versate il composto filtrato in quattro vasetti, fate raffreddare e mettete i vasetti in frigo per circa 4 ore. Prima di servire, decorate la panna cotta con dei petali di rosa tenuti da parte e con il cocco disidratato.

Ingredienti panna cotta alle rose

  • 200 ml. di latte di cocco
  • 200 ml. di panna di soia
  • 80 gr. di miele millefiori
  • 20 gr. di petali di rosa eduli essiccati
  • 3 gr. di agar agar
  • 10 gr. di cocco disidratato. 

Le ottime proprietà della panna di soia

La panna di soia è un alimento fondamentale per questa panna cotta alle rose e cocco in quanto sostituisce interamente la tradizionale panna, rendendo il dessert compatibile con le esigenze degli intolleranti al lattosio. Tuttavia, sarebbe un errore considerarlo un semplice surrogato. La soia è infatti un alimento molto nutriente, oltre che capace di dare vita a preparazioni squisite. La soia spicca per l’abbondanza di proteine, che non fanno rimpiangere il latte e i suoi derivati. Allo stesso tempo non lesina di carboidrati. Inoltre, contiene anche gli acidi grassi omega tre, che da un lato aumentano l’apporto calorico e dall’altro contribuiscono ad abbassare il colesterolo cattivo.

La soia è anche un concentrato di sali minerali come calcio, potassio, magnesio e fosforo. Queste ultime due sostanze sono rare per un alimento di origine vegetale. Per quanto concerne le vitamine, si segnalano buone dosi di vitamina A (che giova alla vista), vitamina C (che stimola il sistema immunitario) e vitamine del gruppo B.

panna cotta cocco rose

I mille usi del cocco

Tra gli ingredienti più inusuali della panna cotta alle rose spicca il latte cocco. Esso è ricavato dalla spremitura dell’omonimo frutto e viene ampiamente usato in molti paesi asiatici. In Italia questo ingrediente è sempre più presente nei supermercati e viene richiesto come sostitutivo del latte vaccino, in quanto è una bevanda al 100% vegetale e non contiene lattosio, permettendo di fatto la creazione di ricette per intolleranti a questa sostanza.

La ricetta della panna cotta alle rose e cocco, inoltre, include l’uso del cocco disidratato, che apporta le proprietà del frutto originario. Proprio per questo il cocco disidratato spicca per le ottime quantità di vitamina C, che rende più agevole l’assorbimento del ferro. Ottime sono anche le dosi di potassio, una sostanza tuttofare che interviene sulla circolazione del sangue. Ovviamente l’apporto calorico è importante, da qui la necessità di moderarne il consumo. Ma non vi preoccupate, la ricetta richiede dosi molte contenute di questi due ingredienti.

Quale dolcificante utilizzare nella panna cotta alle rose?

Sotto certi aspetti la panna cotta alle rose e cocco è un dessert classico, e in quanto tale necessita di almeno un ingrediente dolcificante. A tal proposito potreste optare per lo zucchero, ma vi consiglio di fare una scelta alternativa e di scegliere il miele, d’altronde questo prezioso alimento dolcifica e aromatizza allo stesso tempo. Per quanto concerne la tipologia di miele dipende dai vostri gusti. Se desiderate che il gusto del miele si avverta, optate per un miele intenso come il millefiori. In caso contrario scegliete un miele più delicato, come quello di acacia.

Il miele viene aggiunto agli altri ingredienti, già dalla prima fase della cottura. In particolare, interagisce bene con il latte di cocco. A completare il tutto vi è poi il processo di infusione innescato dai petali di rosa, che trasmettono alla soluzione tutto il loro aroma. La presenza di questo fiore, considerato solo decorativo, non dovrebbe stupirvi in quanto è anche commestibile. Certo, non vanta grandi proprietà nutrizionali, ma impreziosisce il sapore e rende più eleganti le preparazioni. In questa ricetta i petali di rosa vanno posti interi a fine preparazione per guarnire il tutto.

Ricette di dessert ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Mousse di granadilla

Mousse di granadilla, un dessert per viaggiare con...

Cosa sapere sulla granadilla Vale la pena parlare della granadilla, che è l’ingrediente principale di questa deliziosa mousse. Inizio col dire che è un frutto raro a tutti gli effetti,...

ghriba bahla

I ghriba bahla, deliziosi biscotti alle mandorle marocchini

Il modo migliore per gustare i ghriba bahla I ghriba bahla sono biscotti alle mandorle tendenzialmente morbidi e versatili. Sono ottimi da soli, ma anche in accompagnamento al caffè, cioccolata...

Torta fredda allo yogurt senza glutine

Torta fredda allo yogurt senza glutine, il dessert...

Un focus sullo yogurt greco Il vero protagonista di questa torta fredda è lo yogurt, e per la precisione lo yogurt greco. Questa tipologia di yogurt spicca per la consistenza importante e...