Strudel con pere e cioccolato, tutto da gustare!

Strudel con pere e cioccolato
Stampa

Perché abbiamo usato la pasta brisée nello strudel con pere e cioccolato?

Lo strudel con pere e cioccolato è una variante molto suggestiva del classico strudel. Per certi versi, in realtà, rispetta fedelmente la ricetta tradizionale. Allo stesso tempo, però, si  caratterizza per alcune variazioni, soprattutto per quanto concerne la lista degli ingredienti, il riferimento è sia alla pasta che al ripieno. Di solito, lo strudel viene preparato con la pasta frolla o, al massimo, con la pasta sfoglia. In questo caso, però, ho optato per la pasta brisée. Il motivo è piuttosto semplice, infatti la pasta brisée propone un sapore più marcato rispetto alla pasta sfoglia, quasi simile ad una torta salata. Una scelta, questa, che valorizza un ripieno importante, frutto di abbinamenti niente affatto scontati. E’ presente la pera, come nella stragrande maggioranza delle ricette di strudel, ma è anche presente il cioccolato fondente, che conferisce una maggiore profondità organolettica alla ricetta.

Il risultato è un dolce dal sapore corposo e non troppo pesante, in grado di allietare tanto le colazioni quanto la merenda. E’ anche molto semplice da realizzare, come tutti gli strudel del resto. Il consiglio, comunque, è di seguire le indicazioni in maniera fedele e non esagerare con le dosi. Il rischio è quello di ritrovarsi con un dolce meno equilibrato di quanto auspicato.

Quali pere scegliere per questo delizioso strudel?

Tra gli ingredienti principali di questo strudel con il cioccolato spiccano le pere. Non sono delle pere qualsiasi, bensì la faccetta rossa. Si tratta di una varietà molto singolare che tende al rosso, a chiazze o a tinta unita. Sono pere squisite, che assomigliano alle Williams, che rappresentano la varietà preferita per le produzioni dolciarie. Rispetto a queste ultime, però, le faccetta rossa si caratterizzano per una presenza minore di succo e per una spiccata compattezza. Queste caratteristiche le rendono perfette per un ripieno non cremoso, bensì croccante, come in questo caso. Ovviamente, sono buone anche se gustate a crudo.

Strudel con pere e cioccolato

Per quanto concerne le proprietà nutrizionali, non ci sono grosse differenze rispetto alle Williams. Dunque sono in primis ricche di vitamine e sali minerali. E infatti contengono buone dosi di vitamina A, vitamina B2 e B3, vitamina C e K, potassio, ferro, fluoro, magnesio e calcio. Le faccetta rossa contengono tantissime fibre, anzi sono tra gli alimenti che in natura ne contengono di più. L’apporto calorico, poi, è molto basso, pari a 30 kcal per 100 grammi. In occasione di questa ricetta, le pere vanno semplicemente tritate e aggiunte agli altri ingredienti in modo da formare un ripieno croccante e dalla gradevole texture.

Il contributo della frutta secca

Il ripieno dello strudel con pere e cioccolato si arricchisce anche della presenza della frutta secca. La frutta secca viene utilizzata come gli altri ingredienti del ripieno, ossia viene tritata grossolanamente e valorizzata da una bella spolverata di cannella. Quest’ultima spezia si sposa bene sia con la frutta fresca che con la frutta secca, oltre che con il cioccolato. Il merito, come sicuramente avrete modo di notare, va al suo sentore aromatico e dolciastro. Tornando alla frutta secca, per questa ricetta consiglio le noci, le nocciole e i pinoli. Sono alimenti ben distinti, dotati ognuno di una propria specificità, ma hanno anche molto in comune. Sono calorici e raramente si posizionano al di sotto delle 600 kcal per 100 grammi. Ciò è dovuto all’abbondanza di grassi, che sono perlopiù benefici. Molta frutta secca, infatti, contiene acidi grassi omega tre e omega sei, oltre a tanti acidi oleici.

Noci, nocciole e pinoli, poi, sono ricchi di sali minerali, e in particolare di fosforo e di magnesio, che esercitano una funzione energizzante. Non mancano le vitamine, come la vitamina E, che ha importanti funzioni antiossidanti e, per questo, aiuta a prevenire il cancro. Dal punto di vista organolettico, invece, i tipi di frutta secca citati si differenziano notevolmente: si va dal sapore “duro” delle noci a quello più delicato delle nocciole, passando per quello decisamente più aromatico dei pinoli.

Ecco la ricetta dello strudel con pere e cioccolato:

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 rotolo di pasta briseè consentita (per me Exquisa),
  • 2 pere Faccetta Rossa,
  • 60 gr. di cioccolato fondente,
  • 80 gr. di frutta secca (noci, nocciole, pinoli, etc.),
  • 10/12 amaretti,
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere,
  • q. b. di zucchero a velo.

Preparazione:

Per la preparazione dello strudel con pere e cioccolato iniziate stendendo la pasta brisée senza rimuovere la carta da forno. Ora occupatevi del ripieno, lavate le pere e fatele a cubetti, poi sminuzzate a pezzi grossolani la cioccolata fondente, gli amaretti e la frutta secca che avete a disposizione. Versate questi ingredienti in una ciotola insieme a mezzo cucchiaino di cannella e mescolate. Adagiate il ripieno sulla pasta brisée, lasciando liberi un paio di centimetri dal bordo. Arrotolate la pasta, creando un cilindro ed esercitando una pressione per sigillare i bordi. Trasferite lo strudel su una teglia da forno e cuocete a 180 gradi per 25 minuti. Fatelo intiepidire e distribuite un composto di zucchero a velo e cannella prima di servirlo

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


12-12-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti