Madeleine con zucca, il dolcetto perfetto per Halloween

Madeleine con zucca
Commenti: 0 - Stampa

Madeleine con zucca, un perfetto incontro tra gusto ed estetica

Si sa, quando lo scopo è creare dei dolcetti per Halloween anche l’occhio vuole la sua parte, e in senso creativo per giunta. Ebbene, le madeleine con zucca al profumo di coriandolo assolvono perfettamente a questo obiettivo, dal momento che non sono semplicemente buonissime, ma anche belle da vedere, e capaci sotto il profilo visivo di incarnare lo spirito di Halloween e, perché no, fare atmosfera. E’ sufficiente dare un’occhiata alla foto per capirlo. Sia chiaro, dovreste impegnarvi un po’ nella decorazione finale per raggiungere questo risultato, ma non dovrebbe essere granché difficile.

Per quanto riguarda la preparazione, le madeleine con zucca al profumo di coriandolo non riservano grosse sorprese. La ricetta è la stessa di sempre, sebbene a cambiare siano gli ingredienti, un po’ più difficili da trovare e leggermente più esotici (pensiamo al coriandolo). Reputo comunque la scelta degli ingredienti molto azzeccata, sia sotto il profilo organolettico che sotto il profilo dell’accessibilità, infatti le madeleine con zucca al profumo di coriandolo possono essere consumate da chiunque. Il perché lo vedremo nel prossimo paragrafo.

I tanti pregi della farina di riso

Il merito dell’accessibilità, valore che caratterizza fortemente queste madeleine con zucca al profumo di coriandolo, va soprattutto alla farina di riso. Questa sostituisce la farina di grano e permette il consumo del dolce anche a chi soffre di problemi di assorbimento del glutine, o addirittura è affetto da celiachia. La farina di riso, infatti, non contiene glutine. Ma questo non è certo l’unico pregio dell’ingrediente, che anzi spicca per i suoi valori nutrizionali.

In primis, nonostante la presenza di carboidrati, la farina di riso si caratterizza per una quantità di proteine non trascurabile (7%). Inoltre vanta un indice glicemico basso, caratteristica importante per chi soffre di diabete o, semplicemente, vuole tenere sotto controllo i morsi della fame. Importante, poi, è anche l’apporto di minerali come il sodio, il potassio, il ferro, il calcio e il fosforo. La farina di riso contiene persino vitamine, in particolare quelle del gruppo B (B1, B2 e B3).

Madeleine con zucca

Le peculiarità del coriandolo

Un altro protagonista di questa ricetta è il coriandolo. E’ una spezia ben conosciuta in Europa, sebbene abbia origine e venga impiegata soprattutto in oriente. Nella fattispecie si utilizzano i semi che donano alla preparazione un sentore dolce, ma che allo stesso tempo ricordano i limoni. Del coriandolo non si apprezza solo il sapore ma anche le proprietà terapeutiche, che sono così importanti da sfociare nell’erboristeria.

Il riferimento è in particolare alle proprietà antispasmodiche, che equilibrano il processo digestivo attenuando eventuali dolori da colite o semplicemente il gonfiore. Il coriandolo è anche un ottimo funghicida e antibatterico, nonché uno stimolante in grado di fronteggiare efficacemente l’inappetenza. Niente affatto trascurabile, infine, è l’apporto di minerali, e in particolare calcio, ferro, magnesio, fosforo, potassio. Insomma, il coriandolo è buono e fa bene alla salute, dunque gioca un ruolo importante per l’equilibrio della ricetta delle madeleine con zucca al profumo di coriandolo.

Ecco la ricetta delle madeleine con zucca al profumo di coriandolo

Ingredienti per 30 pezzi:

  • 130 gr. di uova intere;
  • 80 gr. di latte di riso;
  • 90 gr. di zucchero di canna;
  • 60 gr. di olio di zucca;
  • 30 gr. di pasta di semi di zucca;
  • 160 gr. di farina di riso;
  • 3 gr. di sale;
  • 3 gr. di lievito per dolci;
  • 40 gr. di semi di zucca (per decorazione);
  • 2 gr. di semi di coriandolo macinato.

Preparazione:

Per la preparazione delle madeleine con zucca iniziate procurandovi uno stampo adeguato. Potete scegliere tra quello in metallo e quello in silicone ma io consiglio il primo in quanto conduce meglio il calore e garantisce una scanalatura più definita. Unite l’olio di semi di zucca e la pasta di semi di zucca e mescolate fino a quando non avrete ottenuto un composto dalla texture omogenea. Adesso unite le uova intere e mescolate nuovamente aiutandovi con una frusta (fate attenzione a non smontare il composto).

Setacciate il lievito nella farina e unite tutti gli altri ingredienti, in maniera graduale e senza smettere di mescolare. Quando il composto sarà diventato abbastanza denso, unite anche il coriandolo macinato. Ponete il contenitore con il composto in frigo e lasciate riposare per circa un’ora. Passato questo lasso di tempo riempite una sac a poche con il composto e versate quest’ultimo negli stampi, facendo attenzione a lasciare sempre qualche millimetro libero dal bordo.

Aggiungete i semi di zucca a mo’ di decorazione e ponete gli stampi dentro un forno preriscaldato a 180 gradi, e fate cuocere. Le madeleine dovrebbero essere pronte nel giro di una decina di minuti, tuttavia prima di estrarle verificate che la superficie sia gonfia e asciutta. Una volta pronte, estraete subito le madeleine in quanto l’umidità del forno può rovinare la preparazione (nello specifico potrebbe attaccarsi allo stampo). Servite e buon divertimento!

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi di zucca con i funghi

Gnocchi di zucca con i funghi per un...

Gnocchi di zucca con salsa ai funghi, un’idea perfetta per Halloween Gli gnocchi di zucca con salsa ai funghi sono un primo squisito, cremoso al punto giusto e relativamente facile da preparare....

Cupcakes per Halloween

Cupcake per Halloween, idee per una festa perfetta

Cupcake per Halloween, un impasto anti intolleranze Oggi vi presento due varianti di cupcake per Halloween, due modi per vivacizzare una festa che pone al primo posto la “presenza scenica”, come...

Fantabudino di zucca

Fantabudino di zucca, il dessert perfetto per Halloween

Fantabudino di zucca, un dessert facile da preparare Ve ne sarete già accorti spulciando la foto, il fantabudino di zucca è un dolce, o per meglio dire un dessert, non solo buono ma anche...

Sformatini di formaggio di capra

Sformatini di formaggio di capra, per un Halloween...

Sformatini di formaggio di capra, un’idea gustosa e creativa Gli sformatini di formaggio di capra sono un’ottima idea per un Halloween all’insegna del gusto e della creatività. Sono...

Risotto di Halloween con salsiccia

Risotto di Halloween con salsiccia, un primo da...

Risotto di Halloween, un primo creativo Il risotto di Halloween non è un risotto come tutti gli altri, d’altronde potete vederlo voi stessi, guardando semplicemente la foto. Ciò che colpisce di...

Brunch di Halloween

Brunch di Halloween, un tris di ricette da...

Perché un brunch ad Halloween? Chi lo ha detto che Halloween si festeggia solo di sera, con il favore delle tenebre? Certo, la festa è associata all’oscurità, alle tematiche horror e noir....


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


30-10-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti