Panna cotta con composta di arance, un dessert esotico

Panna cotta con composta di arance
Commenti: 0 - Stampa

Perché la panna cotta con composta di arance e dattero è così buona?

La panna cotta con composta di arance e dattero è un dessert colorato, gustoso, che certamente vi farà fare bella figura con i vostri commensali. Si inserisce sul solco delle panne cotte, categoria che certamente lascia spazio alla creatività. Questa ricetta esalta il concetto di creatività, come potete evincere dall’immagine e dalla lista degli ingredienti. Se l’arancia si trova non di rado nelle panne cotte, lo stesso non si può dire del dattero, frutto che qui viene integrato alla perfezione, in modo che possa valorizzare ed essere valorizzato dagli altri ingredienti.

La ricetta non è complicata. Certo, è richiesto un minimo di senso estetico al momento della composizione del dessert, ma credo basti semplicemente seguire le indicazioni per ottenere un risultato invidiabile. Ci tengo a specificare che questa è una ricetta a prova di intolleranza al lattosio, nessuno degli ingredienti, infatti, contiene questa sostanza: il latte è di mandorla e la panna è delattosata. Il processo di rimozione del lattosio, tra l’altro, è generalmente eseguito con metodiche naturali, che replicano la reazione chimica che avviene normalmente nell’intestino. In buona sostanza, si applica l’enzima lattasi al latte, in modo che il lattosio venga scisso in galattosio e glucosio, due zucche digeribili anche dagli intolleranti. Questo processo, tra l’altro, non impatta assolutamente sul sapore.

Tutta la dolcezza dei datteri e il loro apporto vitaminico

I datteri, utilizzati nella ricetta della panna cotta con composta di arance, sono i frutti della palma. Sono molto consumati in Medio Oriente e in Africa del Nord, dove trovano spesso il loro habitat naturale, ma sono diffusi anche in Italia. I datteri sono frutti molto zuccherini e anche discretamente calorici, ma comunque molto buoni e salutari. Inoltre, sono considerati dei rimineralizzanti naturali, dal momento che contengono tanti e vari sali minerali. Il riferimento è soprattutto al potassio, presente in una quantità superiore a quella della banana (quasi un grammo ogni 100), ma anche fosforo, calcio e ferro. Contengono inoltre tantissime fibre che aiutano la digestione.

Panna cotta con composta di arance

I datteri contengono anche molte vitamine, specialmente quelle del gruppo B. Come ho già anticipato sono abbastanza calorici, in quanto apportano nella loro forma secca (quella che si trova al supermercato) 253 kcal per 100 grammi. I grassi, va detto, sono quasi inesistenti, mentre la maggior parte della loro struttura è formata da zuccheri solubili (63%). Nella ricetta della panna cotta con composta di arance e datteri, vengono utilizzati all’inizio sotto forma di zucchero (per fare la composta) e alla fine sotto forma di frutto, per decorare. In linea di massima aggiungono gusto e un certo impatto visivo alla preparazione.

L’arancia, un frutto prezioso e ricco di proprietà nutritive

Il protagonista di questa panna cotta è ovviamente l’arancia. Si tratta di un frutto prezioso, fortunatamente percepito come tale anche dall’immaginario collettivo. In occasione di questa ricetta viene trasformato in composta, ovvero dapprima frullato insieme allo zucchero e all’acqua e poi fatto “cuocere” fino al raggiungimento dello stato di ebollizione. Infine viene posto in dei piccoli stampi in modo da formare delle palline, da disporre sopra la panna cotta.

L’arancia è un frutto prezioso, non solo perché è semplicemente buono, ma anche perchè fa molto bene alla salute. In primis per il suo carico di vitamine, e in particolare di vitamina C, che come sanno tutti rafforza il sistema immunitario. L’apporto vitaminico si avvale anche dell’abbondante presenza della vitamina A. Le arance sono anche un’inesauribile fonte di sali minerali, con esplicito riferimento al fosforo, al calcio e soprattutto al potassio. Alle arance si riconoscono proprietà depurative e blandamente lassative. Sono anche un ottimo digestivo, vista l’azione esercitata dall’acido citrico.

Ecco la ricetta della panna cotta con composta di arance e dattero:

Ingredienti per 10 panne cotte:

  • 500 gr. di latte di mandorla;
  • 250 gr. di panna delattosata;
  • 12 gr. di colla di pesce + 60 gr. di acqua;
  • 50 gr. di zucchero di dattero.

Per la composta di arance:

  • 300 gr. di arance biologiche;
  • 50 gr. di acqua minerale;
  • 50 gr. di zucchero di canna;
  • 3 gr. di agar agar.

Per la decorazione:

  • q. b. di datteri.

Preparazione:

Per la preparazione della panna cotta con composta di arance iniziate lasciando la colla di pesce in ammollo nell’acqua, poi inseritela nel microonde per scioglierla. Mescolate il latte di mandorla, la panna e lo zucchero di dattero, versate il composto in un pentolino e portate ad ebollizione. Aggiungete la gelatina sciolta e ancora calda e mescolate di nuovo. Versate il composto ottenuto nei bicchieri e fate intiepidire. Adesso preparate la composta di arance: frullate le arance, l’acqua, lo zucchero di canna e l’agar agar, trasferite il frullato in un pentolino e portate ad ebollizione. Poi inserite il composto in uno stampo di silicone per dargli una forma gradevole e regolare. Adagiate le forme di composta sul perimetro della panna, seguendo i bordi del bicchieri. Alternate ciascuna forma di composta con un dattero fino a comporre una gradevole decorazione. Servite e buon appetito.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rotolo alla crema di nocciole

Rotolo alla crema di nocciole, un dolce perfetto

Rotolo alla crema di nocciole per regalarsi un momento di pura dolcezza Il rotolo alla crema di nocciole è un dolce semplice da preparare e squisito. Si base su un impasto tutto sommato classico ma...

Hummus di cioccolato

Hummus al cioccolato, non la solita crema

Hummus al cioccolato per una merenda davvero gustosa L’hummus al cioccolato è una soluzione molto suggestiva per le colazioni, le merende ma anche per arricchire ricette dolciarie. Può essere...

Gelato allo Skyr e camomilla

Gelato allo Skyr e camomilla, una merenda estiva

Gelato allo Skyr e camomilla, un’idea particolare Il gelato allo Skyr e camomilla è un deliziosa merenda estiva, una ricetta che reinterpreta il concetto stesso di gelato e, allo stesso tempo, ne...

Cremini fritti

Cremini fritti, dei dolcetti squisiti e facili da...

Cremini fritti, un’idea deliziosa I cremini fritti o crema fritti sono dei dolci dalle caratteristiche particolari, infatti sono il risultato della frittura di una crema. Questa viene realizzata...

Mini pie alle more e mirtilli

Mini pie alle more e mirtilli, uno spuntino...

Mini pie alle more e mirtilli, una piccola squisitezza Le mini pie alle more e mirtilli, come suggerisce il nome, sono torte di piccole dimensioni e dal sapore fruttato. Il procedimento è molto...

Ghiaccioli con Skyr e frutti di bosco

Ghiaccioli con Skyr e frutti di bosco, davvero...

Ghiaccioli con Skyr e frutti di bosco, un dessert molto semplice e gustoso I ghiaccioli con Skyr e frutti di bosco sono una gradevole alternativa al classico gelato e ovviamente ai ghiaccioli...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


19-07-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti