Panna cotta con mandorle pralinate, un dessert stellato

Panna cotta con mandorle pralinate

Tutta l’eleganza e il gusto della panna cotta con albicocche secche e mandorle pralinate

La panna cotta con albicocche secche e mandorle pralinate non è una panna cotta qualsiasi. Certo, questo genere di dessert lascia spazio alla fantasia, ma siamo di fronte comunque a una preparazione insolita per gusto e per impatto visivo. Colorata, fresca e allo stesso tempo corposa, valorizza ingredienti nobili e altri decisamente meno di nicchia. E non è nemmeno difficile da preparare! L’unico elemento di difficoltà, forse, è dato dalla pralinatura delle mandorle, che richiede una certa attenzione. Per il resto, si tratta quasi esclusivamente di comporre alcuni ingrediente e di riscaldarne altri.

Un altro pregio di questa panna cotta consiste nella totale assenza di lattosio, il ché la rende compatibile con le necessità degli intolleranti a questa sostanza. Non è un dettaglio da poco se si considera che, effettivamente, quasi un terzo della popolazione italiana soffre di questo disturbo. Ad ogni modo, tutti i latticini e i derivati del latte sono sostituiti da varianti naturalmente prive di lattosio. ll riferimento è alla panna di cocco e al latte di mandorla. Sia chiaro, non vanno considerati come un semplice surrogato della panna e del latte normale. Sono dotati, infatti, di una precisa e preziosa personalità organolettica.

L’albicocca, un frutto prezioso e nutriente

L’albicocca, utilizzata nella panna cotta con albicocche e mandorle, è un tipico frutto estivo, consumato crudo (come qualsiasi altra frutta) ma spesso ingrediente principale di succhi e di yogurt. E’ delizioso e molto dolce sebbene possa risultare leggermente acidulo, a seconda del grado di maturazione. E’ anche un frutto che fa molto bene alla salute. Il riferimento è innanzitutto alle vitamine, che sono tante e varie. Quelle più rappresentate sono la vitamina A e la vitamina C. L’albicocca è anche ricca di sali minerali quali il potassio, il calcio, il ferro, il fosforo e il magnesio. Inoltre contiene molti antiossidanti, sostanze che consentono di ridurre il rischio di tumore, ma che proteggono anche l’apparato cardiocircolatorio.

Panna cotta con mandorle pralinate

Tra le sostanze tipiche della albicocche ci sono anche i carotenoidi, pigmenti vegetali che proteggono la vista e limitano i danni provocati dall’età. Le albicocche, inoltre, sono ricche di catechine, che fanno parte del gruppo dei flavonoidi ed esercitano una funzione antinfiammatoria. Ovviamente contengono anche tante fibre, che aiutano a digerire e garantiscono un normale transito intestinale. Le albicocche possono essere mangiate sia con la buccia che senza la buccia. Consiglio di mangiarle con la buccia in quanto contiene molti nutrienti, a patto, ovviamente, che la buccia sia “bio” (dunque priva di sostanza nocive per la salute, come i trattamenti chimici).

I tanti benefici nutrizionali delle mandorle

Un’altra protagonista di questa panna cotta con albicocche è la mandorla. E’ un esponente della categoria “frutta secca”, forse la più amata e consumata, insieme alle noci. Gioca un ruolo fondamentale nella nostra panna cotta, in quanto funge sia da decorazione che da ingrediente vero e proprio. Anche perché viene letteralmente pralinata, ovvero ricoperta di zucchero a mo’ di croccante. Il procedimento è abbastanza semplice: scaldate lo zucchero, versate le mandorle e fate in modo che assorbano tutto lo zucchero caramellato. Una volta pralinate, le mandorle vanno tagliate in pezzi finissimi e poste sulla panna cotta.

Come tutte la frutta secca, la mandorla è molto calorica, anche perchè è ricca di grassi. Si tratta però di grassi buoni, che fanno bene alla salute. Un esempio è dato dagli acidi grassi omega tre che impattano positivamente sull’apparato cardiovascolare, riducendo il rischio di patologie acute (ad esempio l’infarto). Le mandorle, però, sono anche ottime fonti di sali minerali, con riferimento al calcio, al ferro, al potassio, al fosforo e al magnesio. Sono ricche di vitamina E, antiossidanti naturali che contrastano i radicali liberi e riducono il rischio di insorgenza di alcune patologie tumorali. Inoltre rafforzano anche il sistema immunitario (in misura del tutto paragonabile all’arancia).

Ecco la ricetta della panna cotta con albicocche secche e mandorle pralinate:

Ingredienti per 10 panne cotte:

  • 500 gr. di latte di mandorla;
  • 200 gr. di panna di cocco;
  • 7 gr. di agar agar;
  • 1 gr. di sale;
  • 200 gr. di mandorle grezze tostate e ridotte in pezzi;
  • 200 gr. di zucchero di canna;
  • 100 gr. di albicocche disidratate.

Preparazione:

Per la preparazione delle panna cotta con albicocche e mandorle pralinate iniziate versando in una pentola il latte di mandorla, il sale, la panna di cocco e portate ad ebollizione, poi mettete anche l’agar e fate cuocere così per circa un minuto. Ora mettete il composto nei bicchieri di portata (o nelle coppette) e fate addensare per bene. In un pentolino caramellate lo zucchero e inserite anche le mandorle in pezzi. Non spegnete la fiamma e aspettate che lo zucchero caramellato venga assorbito dalle mandorle, in modo da formare un miscuglio croccante. Poi fate raffreddare e sbriciolate sulla superficie del dolce. Infine disponete le albicocche a pezzi piccoli (così come vedete in foto).


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


08-08-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti