Zuppa di pesce : una bontà irresistibile!

Zuppa di pesce
Stampa

Ecco la zuppa di pesce perfetta: iniziamo con alcuni suggerimenti

La zuppa di pesce è ottima servita da sola con dei crostini di pane e persino se utilizzata per condire qualsiasi tipo di pasta. Ne esistono tante varianti: ogni regione ha la sua zuppa che cambia nome da guazzetto a caciucco ma sempre di zuppa si parla.

Ora per farne una buona, ci vogliono certe determinate qualità di pesce senza spine e squame. Si, perché, quando si prepara questo piatto, si deve tener conto che il pesce ha le spine e le squame e che in una zuppa questi possono creare molto fastidio. Insomma, se desiderate portare in tavola questa pietanza, siete proprio nel posto giusto… Continuate a leggere e saprete esattamente cosa fare!

Conosci l’aglio nero?

Come si consuma l’aglio nero? La risposta in questo caso è abbastanza semplice, si consuma più o meno come il classico aglio bianco . C’è da dire che in Asia, visto il suo sapore incredibilmente leggero e l’assenza di qualsivoglia odore pungente o sgradevole, alcuni lo consumano anche a crudo, quasi fosse uno snack . Per il resto l’aglio nero può essere impiegato esattamente come l’aglio classico. Anzi in alcuni casi le sue caratteristiche riducono o azzerano alcuni inconvenienti tipici. Per esempio legati alla produzione dei soffitti, proprio per questo l’aglio bianco causa pesantezza e dovrebbe essere sempre eliminato una volta che è stato rosolato. La variante nera però non è pesante e dunque può rimanere esattamente dov’è.

L’aglio nero può essere ovviamente impiegato per realizzare alcune salsine e condimenti. Io vi consiglio di preparare, per esempio, questa interessante emulsione che ricorda da vicino il nostro salmoriglio. L’unica vera grande differenza con il salmoriglio è che questa emulsione presenta un sapore più delicato, meno fastidioso al palato e al naso, ed è più interessante dal punto di vista cromatico (questo aspetto in cucina arricchisce e non guasta mai).  L’aglio nero potrebbe essere impiegato anche per realizzare sfiziose insalate, che si fregiano dell’aroma dell’aglio senza però essere compromesse da una pesantezza o sgradevolezza a livello olfattivo . Il consiglio comunque è di sperimentare, anche perché le speciali caratteristiche di questo bulbo lo consentono senza alcun rischio di sorta.

Una ricetta semplice, con ingredienti super-nutrienti

La pietanza di cui parliamo oggi è un concentrato di minerali e vitamine, di grassi sani (quelli buoni per il cuore) e di proteine. Ovviamente, il valore nutrizionale del vostro pasto cambierà in base al pesce che utilizzerete e alle quantità ma, comunque vada, sarà un successo: il palato resterà ampiamente soddisfatto e l’organismo anche!

Zuppa di pesce

Con questi buoni propositi, ecco per voi la ricetta per fare una deliziosa zuppa di pesce senza spine e senza squame, un piatto adatto a tutta la famiglia e anche ai bambini, che non avranno scuse per fare i capricci! Anche se sembra un po’ lunga e noiosa da preparare, di sicuro non vi pentirete…

Prima di passare alla preparazione, sappiate che, di solito, per questa ricetta si usano questi tipi di pesce: scorfano, gallinella, spigola, merluzzo, palombo, seppie, grongo, san pietro, pesce prete, rombo, tracina, calamari e seppie teneri, gamberi, cozze e vongole.

Gli intolleranti al nichel possono mangiare questa prelibatezza soltanto sotto un regime di dieta a rotazione e nei giorni di dieta libera. Ovviamente gli allergici ai crostacei non possono preparare questo piatto

Se è stata diagnosticata un’allergia al pesce, una condizione più diffusa dell’intolleranza e per molti aspetti più seria, i sintomi appaiono poco dopo il consumo di pesce, piuttosto che dopo parecchie ore, come avviene con l’intolleranza al pesce. Inoltre, i sintomi dell’allergia al pesce sono molto più gravi, e può essere anche molto pericolosa perché, per fortuna difficilmente, c’è la possibilità di shock anafilattico e quindi di morte. L’intolleranza al pesce, invece, non mette in pericolo di vita; tuttavia, come per le altre intolleranze alimentari, rende la vita difficile.

Evitare il pesce per non stare male è facile, ciò nonostante una persona con un’intolleranza al pesce dovrebbe sempre stare all’erta controllando le etichette degli alimenti; alcuni cibi, infatti, (anche quelli più impensabili), possono contenere parti di pesce tra gli ingredienti, come l’olio di pesce che è molto utilizzato nell’industria alimentare.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 Kg. di pesce misto con cozze, calamari, vongole, seppie,  gamberi, filetti di pesce)
  • 500 gr. di passata di pomodoro
  • 3 spicchi di aglio nero
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 rametto di timo
  • q.b. sale

Preparazione

Pulite bene tutti i pesci togliendo interiora, squame, pinne, testa e lisca. Fate cuocere teste e lische in un pentolino a parte per farne un brodetto.

Pulite le cozze e le vongole e fate cuocere in una padella con un filo d’olio e uno spicchio di aglio fino a quando non si aprono. Lavate i gamberi, pulite e tagliate a rondelle seppie e calamari.

Fate dorare in un filo d’olio gli spicchi d’aglio, aggiungete la passata di pomodoro, il timo tritato e il sale.  Lasciate cuocere per circa 10 minuti prima di aggiungere le seppie e i calamari. Proseguite la cottura e, per ultimi, mettete i filetti più teneri.  Man mano, bagnate con il brodetto e lasciate cuocere per circa 10 minuti.

Pochi minuti prima di spegnere il fuoco, aggiungete le cozze e le vongole.

Preparate delle fette di pane tostate e mettetene un paio sul fondo di ogni piatto, prima di versare sopra la zuppa di pesce… Buon appetito!

5/5 (1 Recensione)
CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


13-07-2010
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Spaghetti con sarde e bottarga

Spaghetti con sarde e bottarga, un primo che...

Spaghetti con sarde e bottarga, colore e gusto per un ottimo primo di pesce Gli spaghetti con sarde e bottarga sono un piatto che incarna il rapporto tra la cucina italiana e il mare. D’altronde,...

Fettuccine Alfredo

Fettuccine Alfredo, una celebre ricetta italoamericana

La singolare storia delle fettuccine Alfredo Le fettuccine Alfredo sono una delle ricette più famose al mondo. Benché un po’ dappertutto siano considerate “italiane”, in realtà fanno parte...

Riso rosso con zucchine e menta

Riso rosso con zucchine e menta, un primo...

Riso rosso con zucchine e mente, altro che risotto Il riso rosso con zucchine e menta è una suggestiva alternativa al risotto. Anche perché rispetto a quest’ultimo porta spunti differenti. E’...

Formaggi vegetali,

Formaggi vegetali, non solo per i vegani

Cosa sono i formaggi vegetali? Per alcuni non dovrebbero essere nemmeno chiamati formaggi, per altri sono invece un’alternativa addirittura preferibile ai formaggi tradizionali. I formaggi...

Vellutata di lattuga con gamberi

Vellutata di lattuga con gamberi, un primo leggero

Vellutata di lattuga con gamberi, un piatto elegante e leggero La vellutata di lattuga con gamberi e spuma di mozzarella è un primo che coniuga eleganza, gusto e leggerezza. Propone abbinamenti...

culurgiones con salsa di bottarga

Culurgiones con salsa di bottarga, primo sardo

Culurgiones con salsa di bottarga, un primo che parla della Sardegna I culurgiones con salsa di bottarga sono un primo che si ispira alla tradizione sarda. Una tradizione che vanta alcune...

1 commento su “Zuppa di pesce : una bontà irresistibile!

  • Mar 26 Apr 2016 | Matilde ha detto:

    Buongiorno Tiziana,
    forse c’è stato qualche problema tecnico, ma… la ricetta non c’è :-) Pensa di poterla aggiungere?
    Grazie infinite e complimenti per il suo lavoro, davvero splendido!
    Matilde

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti