Cannoli di wurstel e formaggio, una delizia facile

Cannoli di wurstel e formaggio
Commenti: 0 - Stampa

Cannoli di wurstel e formaggio, ingredienti semplici

I cannoli di wurstel e formaggio sono un’idea semplice, ma geniale, per un antipasto che sappia conquistare il palato e la vista. Hanno un aspetto morbido e colorato, come si addice – tra gli altri – ai momenti di spensieratezza dei bambini. Anche per questo motivo consiglio questi cannoli di wurstel e formaggio per occasioni speciali, quali le feste per i bambini. Tra l’altro la ricetta è molto semplice, pronta in pochi minuti, e si realizza con una manciata di ingredienti facilmente reperibili. A suo modo è anche uno spuntino nutriente, infatti non mancano i carboidrati, forniti dal pane da tramezzino, e le proteine, fornite dal formaggio e dai wurstel. Vi è anche una certa quantità di grassi, ma si parla pur sempre di quantità moderate.

Per quanto riguarda la ricetta, è decisamente a prova di bambino. E’ sufficiente appiattire il pane in modo da dargli le sembianze di una sfoglia, poi adagiare le fette di formaggio e wurstel ed infine arrotolare per formare dei piccoli cilindri. Consiglio anche di spennellare con un po’ di uovo sbattuto prima di cuocere al forno e di far riposare in frigorifero per mezz’ora prima della cottura. Un altro consiglio è di servirli ben caldi, quando il formaggio è ancora filante e quindi ancora più gradevole al palato.

L’ingrediente che fa fare il salto di qualità

Il vero valore aggiunto dei cannoli di wurstel è rappresentato proprio dal formaggio . Anche perché non si tratta di un formaggio qualsiasi, bensì dell’emmental bavarese a fette di Bayerland. E’ un prodotto di qualità che coniuga praticità a gusto. E’ infatti confezionato in comode vaschette, già affettato e pronto per farcire panini o preparazioni un po’ più complesse (come in questo caso). Il formato delle fette è 10 x 10 cm e lascia spazio a tutte le applicazioni possibili ed immaginabili. Perché dovreste scegliere proprio l’emmental bavarese a fette di Bayerland? Semplice, è uno dei migliori emmental in circolazione, realizzato a partire dal latte di mucche allevate nelle alpi bavaresi. Un particolare, questo, che al palato si fa sentire.

Cannoli di wurstel e formaggio

I cannoli di wurstel e formaggio è una ricetta molto “pratica” e semplice da realizzare, lo si nota anche dal trattamento riservato al formaggio. Molto banalmente, va posta una fetta di formaggio in ogni tramezzino, che verrà poi arrotolato per formare questi caratteristici cannoli. Una soluzione rapida e certamente in grado di offrire molto sul piano organolettico.

I wurstel, un insaccato saporito

I wurstel, utilizzati nei nostri cannoli, sono tra gli insaccati in assoluto più utilizzati, sia per la loro praticità che per il loro sapore. Tuttavia, intorno a questo tipo di insaccato vi sono alcuni pregiudizi, che ne compromettono in qualche modo la nomea. In particolare, i wurstel vengono tacciati di fare male all’organismo e di provocare patologie nel lungo periodo. Ma è proprio vero? I wurstel andrebbero evitati? Se fosse così, ovviamente non li avrei inseriti in una ricetta. La verità è che i wurstel, proprio come qualsiasi alimento, possono essere consumati tranquillamente, a patto di non abusarne. Anche perché è vero che sono mediamente grassi, infatti 100 grammi di prodotto apportano 250 kcal, di cui il 20% è composto da lipidi. Le proteine, almeno rispetto agli altri insaccati, sono abbastanza ridotte, ossia compongono solo il 13% del totale.

Il problema dei wurstel è la loro qualità. Esistono wurstel di buona qualità, che oltre alla povertà nutrizionale non presentano altri difetti, ma esistono anche wurstel scadenti, ricchi di conservanti e altre sostanze non salutari. Il consiglio, comunque, è concedere i wurstel ai propri bambini in modo moderato e di acquistare sempre e solo wurstel di qualità. Vi consiglio, inoltre, di optare per i wurstel di carne bianca, che sono leggermente più salutari rispetto a quelli di suino. Pollo o tacchino possono andare bene per qualsiasi tipo di preparazione.

Ecco la ricetta dei cannoli di wurstel e formaggio:

Ingredienti per 4 persone:

  • pane bianco per tramezzini a fetta lunga consentito,
  • 1 confezione di wurstel di pollo o tacchino,
  • 200 gr. di Emmental Bayerland a fette,
  • 1 uovo,
  • q. b. di Parmigiano Reggiano stagionato.

Preparazione:

Per la preparazione dei cannoli di wurstel prendete un mattarello e appiattite le fette di pane, fino a formare una specie di sfoglia sottile.

Adagiate sulle fetta di pane una fetta di formaggio e all’interno un wurstel, infine arrotolate con delicatezza.

Fate lo stesso fino a esaurimento degli ingredienti, poi coprite i rotolini con la pellicola e conservate in frigo per 30 minuti.

Ora versate un uovo intero in una ciotola, sbattete per bene con una forchetta e immergeteci i rotolini appena prelevati dal frigorifero.

Passate poi i rotolini nel parmigiano e cuocete al forno per 15 minuti a 180 gradi. Serviteli quando sono ancora caldi.

5/5 (375 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Sandwich di anguria

Sandwich di anguria, uno snack tra il dolce...

Sandwich di anguria, una singolare commistione di sapori Il sandwich di anguria è uno stuzzichino davvero peculiare, che reinterpreta il concetto stesso di sandwich e propone un modo diverso di...

Carpaccio di eglefino e anguria

Carpaccio di eglefino, un piatto elegante

Carpaccio di eglefino, un secondo speciale Il carpaccio di eglefino è un secondo molto particolare. Presenta ovviamente alcune caratteristiche dei carpacci classici, ma allo stesso tempo porta...

Capesante con gamberi e zucchine

Capesante con gamberi e zucchine, una vera delizia

Capesante con gamberi e zucchine,  piatto raffinato dal sapore rustico Le capesante con gamberi e zucchine gratinate riuniscono eccellenti ingredienti di mare e di terra. Nello specifico, le...

Tortillas wrap con spinaci e tacchino

Tortillas wrap con spinaci e tacchino, un’ottima variante

Tortillas wrap, una variante leggera Le tortillas wrap con spinaci e tacchino sono una variante davvero particolare della celebre pietanza messicana. In primis, sono “wrap”, ovvero avvolte su se...

Tortino con prosciutto e melone disidratato

Tortino con prosciutto e melone disidratato

Tortino con prosciutto e melone disidratato, dal sapore insolito Il tortino con prosciutto e melone disidratato prende ispirazione dal celebre prosciutto e melone, un antipasto di origine ispanica...

Frittelle con fiori di sambuco

Frittelle con fiori di sambuco, una variante aromatica

Frittelle con fiori di sambuco, buone e facili da preparare Le frittelle con fiori di sambuco rappresentano una deliziosa alternativa alle classiche frittelle. Per certi versi, almeno per quanto...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


30-06-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti