Torta con fragole e sciroppo di agave, per la Mamma

Torta con fragole e sciroppo
Commenti: 0 - Stampa

Torta con fragole e sciroppo di agave per la Festa della Mamma

La torta con fragole e sciroppo di agave in pasta di zucchero è un dolce davvero speciale, che coniuga un gusto pieno con un impatto visivo straordinario. Particolarmente azzeccata è la scelta degli ingredienti, che si muove anche nella direzione dell’accessibilità. Questa torta, infatti, può essere consumata sia dagli intolleranti al lattosio che dagli intolleranti al glutine, e ovviamente anche dai celiaci. Nessuno degli ingredienti, infatti, contiene queste due sostanze. La farina di grano è sostituita dalla farina di riso integrale, la panna normale dalla panna delattosata e il formaggio spalmabile da una versione priva di lattosio.

La torta con fragole e sciroppo di agave è buona da mangiare e bella da vedere. Concede inoltre spazio alla creatività, dal momento che sarete voi a decidere la forma e l’effetto da dare alla pasta di zucchero, ingrediente che forma lo strato superiore di questo dolce. Per il resto, vi consiglio di seguire attentamente il procedimento, anche perché, pur non essendo molto complicato, è abbastanza lungo. Il riferimento è sia alla composizione del pan di spagna che al ripieno, come anche alla bagna. E’ una torta perfetta per tutte le occasioni, ma io la consiglio in particolare per la Festa della Mamma, un modo per onorare questa ricorrenza con un momento di vera dolcezza.

Il segreto della nostra torta si chiama formaggio spalmabile Exquisa

Il vero segreto della torta con fragole e sciroppo di agave risiede però in un ingrediente specifico, il formaggio fresco cremoso senza Lattosio di Exquisa. Non si tratta di un formaggio qualunque. In primis perché è realmente privo di lattosio, dunque può essere consumato anche da chi soffre di intolleranza a questa sostanza. Secondariamente perché è realizzato con le migliori materie prime e mediante procedimenti naturali.

Torta con fragole e sciroppo

Il formaggio spalmabile senza lattosio Exquisa dimostra ancora una volta la volontà di questa azienda di offrire ai suoi clienti solo prodotti genuini, che spiccano rispetto alla concorrenza per gusto e valori nutrizionali. Nella fattispecie di questa ricetta, il formaggio spalmabile Exquisa va unito insieme alla panna montata per formare un ripieno squisito e cremoso.

Le peculiarità della farina di riso integrale

Nella ricetta della torta con fragole e sciroppo di agave, la farina di grano, come avevo accennato, è sostituita dalla farina di riso integrale. Una scelta mossa dalla volontà di rendere questo dolce compatibile con i regimi alimentari dei celiaci e di chi soffre di intolleranza al glutine, quindi adatto proprio a tutti! La farina di riso integrale non va però considerata come un surrogato della farina di grano in quanto dotata di una sua spiccata personalità.

Questo tipo di farina contiene una grande quantità di fibre, che rappresentano un toccasana per l’apparato digerente. Inoltre, la concentrazione di proteine è più che apprezzabile, simile a quella delle altre farine integrali. Della farina di riso integrale, poi, si apprezza l’apporto di sali minerali, e in particolare di ferro, sodio, potassio, fosforo, selenio e manganese. Stesso discorso per le vitamine, in particolare per quelle del gruppo B (B1, B2 e B3), la vitamina E, la K e la J. L’apporto calorico è medio, e pressoché identico a quello delle altre farine (per la precisione 370 kcal per 100 grammi).

Ecco la ricetta della torta con fragole e sciroppo di agave:

Ingredienti:

Per il pan di spagna:

  • 250 gr. di uova intere;
  • 120 gr. di zucchero di cocco;
  • 100 gr. di farina di riso integrale;
  • 60 gr. di amido di riso;

Per bagna:

  • 100 gr. di succo di fragole;
  • 50 gr. di sciroppo di agave;
  • 1 baccello di vaniglia;

Per il ripieno e per la decorazione:

Preparazione:

Per la preparazione della torta con fragole e sciroppo di agave montate le uova e lo zucchero a media velocità con il mixer. Dovete ottenere un composto parecchio spumoso, simile al pan di spagna classico e con un volume raddoppiato rispetto a quello iniziale. Per sapere se l’impasto è correttamente formato, fermate il frullatore quando vedete che il composto forma un filo che scende dalla frusta. A questo punto aggiungete la farina setacciata e l’amido di riso.

Versate il composto in uno stampo che avrete precedentemente oliato e infarinato e cuocete a 180 gradi per 10-15 minuti (badate bene, il forno deve essere preriscaldato). Occupatevi ora della bagna, mettete a bollire gli ingredienti (succo di fragole, sciroppo di agave e baccello di vaniglia) e una volta raggiunto lo stato di ebollizione fate raffreddare. Unite il formaggio con la panna, mescolate e montate a mo’ di panna montata.

Estraete il pan di spagna dal forno e tagliatelo per lungo. Un primo strato, che farà da base, inzuppatelo nella bagna, poi adagiateci un po’ di ripieno e cospargetelo in superficie con i pezzetti di fragola. Applicate il secondo strato, che avrete inumidito con la bagna, e conservate per qualche ora in frigorifero per agevolare la copertura con la pasta di zucchero. Ora sistemate un altro po’ di ripieno in superficie e spalmatelo uniformemente. Infine, stendete uno strato di pasta di zucchero dello spessore di 0,3 cm circa e ricreate forma ed effetti a piacimento. Servite e buona festa della Mamma!

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

madeleine al riso integrale

Madeleine al riso integrale e canihua, variante esotica

Madeleine al riso integrale, dolce perfetto per la Festa della Mamma Le madeleine al riso integrale e semi di canihua sono un’idea perfetta per la Festa della Mamma. Sono infatti dei dolcetti...

drip cake ai lamponi

Drip cake ai lamponi, una torta per la...

Drip cake ai lamponi e pistacchi per una giornata speciale La drip cake ai lamponi e pistacchi è un dolce delizioso e dal grande impatto visivo, equilibrato nel gusto e coloratissimo. E’...

Semifreddo allo Skyr e pere

Semifreddo allo Skyr e pere per la Festa...

Semifreddo allo Skyr e pere caramellate, raffinato Il semifreddo allo Skyr e pere caramellate è un dolce di alta classe, che non vi farà rimpiangere i prodotti da pasticceria. L’impatto visivo...

Ciambella profumata alle fragole

Ciambella profumata alle fragole per la Mamma

Ciambella profumata alle fragole, un tripudio di colori e sapori La ciambella profumata alle fragole con glassa rosa è un “signor” dolce buono da gustare e bello da vedere, ricco di ingredienti...

Straccetti di vitello

Straccetti di vitello con salsa alle fragole, piatto...

Straccetti di vitello con salsa alle fragole, un secondo delicato e originale Gli straccetti di vitello con salsa alle fragole sono un secondo molto particolare come potete vedere dalla foto. Un...

Risotto alle rose e prosecco

Risotto alle rose e prosecco, un primo da...

Risotto alle rose e prosecco, un primo da ristorante stellato Lo potete evincere dalla foto, il risotto alle rose e prosecco non è un risotto come gli altri. E’ una piccola opera d’arte, un...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


09-05-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti