logo_print

Fiorellini di polenta con salmone per la nostra Mamma

Fiorellini di polenta con salmone
Stampa

Fiorellini di polenta con rose di salmone e crema all’aneto, un antipasto artistico

I fiorellini di polenta con rose di salmone e crema all’aneto sono degli antipasti che vi lasceranno a bocca aperta, sia per il gusto che per l’impatto visivo. Sono delle piccole opere d’arte, ideali per quelle ricorrenze speciali che offrono l’occasione per esprimere l’affetto per una persona amata, come l’imminente Festa della Mamma. Vi consiglio, dunque, di prepararle proprio per questa giornata! Tra l’altro i fiorellini di polenta con rose di salmone sono abbastanza semplici da realizzare. L’unico elemento di difficoltà è dato dall’impiattamento, che deve essere realizzato con estrema attenzione.

I fiorellini di polenta con rose di salmone richiamano l’aspetto di una rosa: la polenta bianca ricorda i petali e il salmone ricorda il pistillo. Ma vorrei soffermarmi un attimo sulla polenta bianca. Si tratta di una preparazione tipicamente veneta, dal momento che nel resto d’Italia (e del mondo), si utilizza in genere la polenta gialla. Rispetto a quest’ultima, la polenta bianca si caratterizza non solo per il colore, ma anche per il mais biancoperla, una materia prima dal un sapore molto delicato. Non a caso viene abbinata al pesce, come in questa ricetta.

Tutti i pregi nutrizionali del salmone

Il salmone gioca un ruolo importante nella ricetta dei fiorellini di polenta. Da un punto di vista propriamente estetico incarna la parte del pistillo. Da un punto di vista nutrizionale, invece, rende questa pietanza abbastanza completa. Ai carboidrati della polenta, infatti, aggiunge un certo carico di proteine, che non ha nulla da invidiare a quello garantito dalla carne.

Fiorellini di polenta con salmone

Inoltre, presenta alcune caratteristiche fondamentali. Su tutti, l’elevato apporto di acidi grassi omega tre, i quali contribuiscono alla buona salute del cuore, delle funzionalità cognitive e persino della vista. L’apporto calorico è superiore a tante specie ittiche, ma comunque contenuto: 100 grammi di salmone apportano circa 185 kcal. Per questa ricetta è consigliato il salmone fresco, ma può andare bene anche quello in busta, che si acquista al supermercato.

Quale formaggio scegliere per la nostra ricetta?

Anche il formaggio gioca un ruolo importante nei fiorellini di polenta con salmone e contribuisce alla realizzazione della crema che verrà poi adagiata, grazie a una sac à poche, sui fiorellini di polenta bianca. Quale formaggio occorre scegliere? E’ evidente che deve essere spalmabile, ma non si tratta dell’unico requisito.

Dovreste optare per i formaggi spalmabili poco grassi, quindi meno calorici. Io per questa ricetta consiglio un qualunque formaggio spalmabile senza lattosio, in modo da rendere l’antipasto adatto anche a chi ha problemi di intolleranza. Non dovete pensare al processo di estrazione del lattosio come a un qualcosa di artificioso. Semplicemente il formaggio senza lattosio viene sottoposto all’enzima lattasi, che scinde il lattosio in glucosio e galattosio. Dal punto di vista del sapore non accade semplicemente niente. Dunque i formaggi spalmabili senza lattosio sono buoni come i formaggi spalmabili con il lattosio.

Ecco la ricetta dei fiorellini di polenta con rose di salmone e crema all’aneto:

Ingredienti:

Per la polenta:

  • 125 gr. di farina per polenta bianca istantanea;
  • 500 ml. di acqua;
  • 2 cucchiai Parmigiano Reggiano stagionato 36 mesi grattugiato;
  • 1 pizzico sale;
  • una noce burro chiarificato;
  • 1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva.

Per la decorazione:

  • 150 gr. di salmone fresco tagliato a fette sottili;
  • 200 gr. di formaggio spalmabile Senza  Lattosio Exquisa;
  • q. b. di bacche di pepe rosa secche;
  • 1 pizzico di sale fino;
  • un cucchiaino di foglioline di aneto (ed una parte tritata al coltello);
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva.

Preparazione:

Per la realizzazione dei fioriellini di polenta con salmone iniziate con la preparazione della polenta. Portate ad ebollizione l’acqua leggermente salata con all’interno un cucchiaio di olio, poi versate la farina a pioggia in modo graduale. Mescolate attentamente fin dall’inizio in modo da evitare il formarsi dei grumi e cuocete per il tempo suggerito sulla confezione. A questo punto spegnete il fuoco, mettete una noce di burro, il parmigiano grattugiato e mescolate nuovamente con cura. Ungete di olio una teglia rettangolare molto grande e stendeteci la polenta. Fate sì che la polenta raggiunga uno spessore di massimo 2 cm, poi fate raffreddare e solidificare.

Dopodichè con una formina a forma di fiore ritagliate i fiorellini (con una formina grande quanto un biscotto dovreste avere una dozzina di fiorellini). Dopo aver scaldato una griglia antiaderente, grigliateci sopra i fiorellini di polenta, girandoli a metà cottura. Posizionate i fiorellini di polenta grigliati sui piatti da portata e fateli raffreddare. Nel frattempo preparate la crema al formaggio: versate in una ciotola il formaggio spalmabile, un po’ di sale, l’olio e mescolate per ottenere una crema morbida.

Dopo aver pestato nel mortaio il pepe rosa, aggiungetelo alla crema. Poi aggiungete anche l’aneto e mescolate accuratamente. Inserite la crema in una sac à poche con bocchetta tonda e utilizzatela per posizionare un ciuffetto di crema al centro di ogni fiorellino di polenta. Tagliate a strisce strette e sottili il salmone e avvolgete queste strisce intorno alla crema di formaggio formando un motivo a spirale. Ponete in frigorifero e dopo mezz’ora servite decorando con qualche bacca intera di pepe rosa ed un po’ di aneto fresco a foglioline.

Contenuto in collaborazione con Exquisa

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


05-05-2020
Scritto da: Colombo Tiziana
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti