Roselline di sfoglia con zucchine, un antipasto unico!

roselline di sfoglia con zucchine e salmone
Commenti: 0 - Stampa

Cosa hanno di speciale le roselline di sfoglia con zucchine e salmone?

Le roselline di sfoglia con zucchine e salmone sono un antipasto molto gustoso e anche dotato di un certo impatto visivo. Insomma sono “buone e belle”. L’ideale per festeggiare una ricorrenza come l’imminente Festa della Mamma, quindi per mettere in tavola qualcosa di diverso. Tra l’altro, sono anche molto semplici da preparare e offrono la massima resa con il minimo sforzo. Ovviamente, per ottenere il risultato che potete ammirare in foto, dovrete rispettare fedelmente la ricetta e porre particolare attenzione alle dosi.

Come dicevo, le roselline di sfoglia con zucchine sono facili da preparare. Un elemento di difficoltà potrebbe essere soltanto la composizione finale della pietanza, durante la quale dovrete formare delle vere e proprie roselline. E’ necessaria un po’ di manualità, ma se ci metterete il giusto impegno ve la caverete egregiamente. Ci tengo inoltre a precisare che questo piatto è inteso come gluten&lactose free, quindi privo di glutine e lattosio. Dunque, come suggerisce la ricetta, optate per ingredienti che rispettino questo requisito.

Gli insospettabili pregi delle zucchine

La protagonista di queste roselline di sfoglia, come tra l’altro suggerisce il nome, è la zucchina. Un ortaggio quasi sempre presente nelle dispense degli italiani, e forse per questo motivo dato un po’ per scontato. La zucchina, invece, sa regalare sorprese, in primis per la sua versatilità e secondariamente per le sue caratteristiche nutrizionali. Il tutto con un apporto calorico infimo che si attesta sulle 11 kcal per 100 grammi.

Le zucchine fanno bene alla salute perché contengono molto potassio, un minerale fondamentale per l’organismo in quanto agevola i meccanismi di rigenerazione cellulare (e non solo). Le zucchine sono anche diuretiche e debolmente lassative, dunque sono indicate in caso di stipsi. Contengono inoltre tanta vitamina C, e in una quantità tale da non sfigurare di fronte agli agrumi. Le zucchine contengono anche una discreta quantità di fibre che contribuiscono al miglioramento della funzione intestinale.

roselline di sfoglia con zucchine e salmone

La ricotta senza lattosio è buona come quella normale?

Tra gli ingredienti della ricette delle roselline di sfoglia con zucchine e salmone trovate esclusivamente prodotti senza glutine e senza lattosio. Tra questi spicca la ricotta delattosata. Ad alcuni potrebbe sorgere spontanea la domanda: la ricotta delattosata è buona come quella normale? Un dubbio legittimo, dal momento che il processo di estrazione del lattosio, almeno nell’immaginario collettivo, richiama al concetto di edulcorazione o modificazione chimica e industriale. Ebbene, in questo caso il processo è invece del tutto naturale e quindi non si può parlare di estrazione.

Trasformare il latte normale in latte delattosato vuol dire essenzialmente scindere il lattosio in glucosio e galattosio, due sostanze che anche gli intolleranti possono digerire. Semplicemente si replica “fuori” ciò che avviene nell’intestino delle persone senza disturbi. Farlo è relativamente semplice, basta sottoporre il latte all’enzima lattasi che manca negli intolleranti al lattosio. Tutto ciò, ovviamente, non esercita alcun impatto nel gusto. In parole povere, la ricotta senza lattosio è buona esattamente come la normale ricotta con il lattosio.

Ecco la ricetta delle roselline di sfoglia con zucchine e salmone:

Ingredienti per 12 roselline:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia consentita;
  • 150 gr. di ricotta consentita;
  • 70 gr. di salmone a fette affumicato  oppure salmone fresco a fette sottili;
  • 2 cucchiai parmigiano reggiano grattugiato stagionato 36 mesi;
  • q. b. di sale;
  • q. b. di pepe nero;
  • 1 zucchina;
  • 1 tuorlo d’uovo.

Preparazione:

Per la preparazione delle roselline di sfoglia con zucchine e salmone iniziate stendendo la pasta sfoglia e ritagliando dei piccoli dischetti di 6-7 cm aiutandovi con un coppa-pasta. Ungete poi lo stampo per i mini-muffin e rivestite le cavità con i dischetti. Premete con le dita per garantire la massima aderenza. Alla fine dell’operazione la pasta sfoglia dovrebbe formare dei piccoli cestini. Punzecchiate la base con una forchetta e fate riposare in frigo. Intanto pre-riscaldate il forno a 180 gradi in funzione statica. Lavate la zucchina e rimuovete l’estremità appuntita, poi tagliatela a fette sottilissime con un coltello (o con una mandolina) e dividete ciascuna fetta a metà. Le fette di salmone, invece, tagliatele a strisce dalla larghezza di 1 cm – 1,5 cm.

Versate in una ciotola la ricotta e il tuorlo dell’uovo, aggiungete poi un po’ di sale, pepe e il parmigiano reggiano grattugiato. Mescolate con cura con una spatola fino a ottenere una crema vellutata. Farcite tutte le cavità dei cestini con questa crema, ma non andando oltre la metà. Arrotolate su se stesse le strisce di salmone e adagiatene una al centro su ogni farcitura. Infine, distribuite intorno al salmone anche le fettine di zucchina in maniera sfalsata, così come vedete in foto. Devono assomigliare a dei petali e devono essere premute contro la crema. Infine, cuocete in forno a 180 gradi per 15 minuti. Vi ricordo che le roselline devono cuocersi, ma non dorarsi eccessivamente. Servite l’antipasto caldo e buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

madeleine al riso integrale

Madeleine al riso integrale e canihua, variante esotica

Madeleine al riso integrale, dolce perfetto per la Festa della Mamma Le madeleine al riso integrale e semi di canihua sono un’idea perfetta per la Festa della Mamma. Sono infatti dei dolcetti...

drip cake ai lamponi

Drip cake ai lamponi, una torta per la...

Drip cake ai lamponi e pistacchi per una giornata speciale La drip cake ai lamponi e pistacchi è un dolce delizioso e dal grande impatto visivo, equilibrato nel gusto e coloratissimo. E’...

Semifreddo allo Skyr e pere

Semifreddo allo Skyr e pere per la Festa...

Semifreddo allo Skyr e pere caramellate, raffinato Il semifreddo allo Skyr e pere caramellate è un dolce di alta classe, che non vi farà rimpiangere i prodotti da pasticceria. L’impatto visivo...

Ciambella profumata alle fragole

Ciambella profumata alle fragole per la Mamma

Ciambella profumata alle fragole, un tripudio di colori e sapori La ciambella profumata alle fragole con glassa rosa è un “signor” dolce buono da gustare e bello da vedere, ricco di ingredienti...

Torta con fragole e sciroppo

Torta con fragole e sciroppo di agave, per...

Torta con fragole e sciroppo di agave per la Festa della Mamma La torta con fragole e sciroppo di agave in pasta di zucchero è un dolce davvero speciale, che coniuga un gusto pieno con un impatto...

Straccetti di vitello

Straccetti di vitello con salsa alle fragole, piatto...

Straccetti di vitello con salsa alle fragole, un secondo delicato e originale Gli straccetti di vitello con salsa alle fragole sono un secondo molto particolare come potete vedere dalla foto. Un...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


06-05-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti