Gusto ricco ed abbondanza con la moussakà greca

La moussakà: il mio grosso, grasso, piatto greco

Ispirandoci al titolo del celebre film “Il mio grosso, grasso, matrimonio greco” e, pensando alla moussakà tradizionale, non possiamo negare che siamo in presenza di una bomba calorica.

Melanzane fritte, carne macinata, patate, burro ed un’abbondante colata di besciamella. Cos’altro aggiungere? Se avete problemi col colesterolo, inutile farvi ingolosire, lasciate stare e passate alla prossima ricetta (magari quella della moussakà in versione light e senza glutine).

Volete preparare una cena greca per una serata speciale a tema? Avete per caso nostalgia delle vacanze in Grecia? Non temete uno sgarro alla regola e l’occhio inquisitorio del dietologo? Preparatevi dunque ad una leccornia sublime per il vostro palato!

Per capire di cosa stiamo parlando, basterà immaginare una specie di parmigiana nostrana. Tuttavia come descrizione l’abbinamento moussakà e parmigiana è piuttosto riduttivo, infatti, potremmo dire la moussakà è piuttosto un particolare tipo di lasagna. In sostanza, una lasagna che sostituisce la pasta con le melanzane fritte (e solo a scriverlo, si registra un picco glicemico!).

Un secondo o un piatto unico

Considerata l’imponenza di questo piatto la sua collocazione nel menù è sicuramente quella di un secondo, meglio ancora come piatto unico. Essendo piuttosto ricco, per essere apprezzato al meglio va mangiato e gustato in autonomia, magari affiancato da un bel calice di vino.

Moussaka

Noi parliamo della moussakà come piatto squisitamente greco, tuttavia di questa pietanza sono disponibili diverse versioni in tutto il Medio Oriente. Gli arabi, per esempio, preparano la musaqqa’ah (traducibile come “raffreddata”) che comprende melanzane, pomodori e ceci. In Albania, Romania e Bulgaria, questo piatto si prepara con melanzane e patate o anche solo patate. Tra tutte queste versioni quella greca è sicuramente la più ricca, varia ed abbondante.

La moussakà in Italia

La moussakà, come abbiamo detto, viene ricordata come piatto tipicamente greco ma ha una paternità contesa anche da Balcani e Medio Oriente. Le origini certe di questo piatto non possono essere delineate e si perdono nel tempo. A ben vedere ogni nazione del bacino del Mediterraneo sembrerebbe averne una sua versione.

Anche in Italia non siamo da meno, infatti, questo piatto non differisce molto dalla versione siciliana o napoletana della parmigiana di melanzane. Allo stesso tempo è interessante sottolineare che in Italia la moussakà è tipica a Trieste.

In ogni possibile trasposizione, con diversi ingredienti e combinazioni, questo sformato di verdure mostra tutto il suo carattere e la sua ricchezza. Questa gustosissima ricetta è dello chef Danilo Angè.

Ed ecco la ricetta della moussakà:

Ingredienti per 6 persone:

  • 1,2 kg di melanzane
  • 100 gr. di cipolle
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 rametto di timo
  • 200 gr. di carne di manzo macinata
  • 300 gr. di carne d’agnello macinata
  • 1 dl di vino rosso
  • 200 gr. di pomodori freschi maturi o pelati
  • 2 dl di brodo vegetale
  • 3 gr. di cannella in polvere
  • 2 gr. di pimento in polvere
  • 300 gr. di patate
  • 50 gr. di burro chiarificato
  • 50 gr. di farina di riso
  • ½ lt di latte Accadi
  • q. b. di noce moscata
  • 60 gr. di parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato
  • 60 gr. di pecorino stagionato grattugiato
  • q. b. di olio extravergine di oliva
  • q. b. di sale e pepe

Preparazione:

  • Cominciate sbucciando le cipolle e tritandole finemente. In una pentola con un po’ di olio, aglio e timo, fate appassire le cipolle tritate e unite in seguito le carni.
  • Lasciate rosolare e sfumate con del vino rosso. Quando il vino sarà evaporato completamente, unite i pomodorini (privati della buccia e dei semi) ridotti a cubetti.
  • Aggiungete il pimento, la cannella ed il brodo vegetale lasciando il tutto in cottura a fuoco basso per circa 1 ora, aggiustate poi con sale e pepe.
  • Lavate le melanzane e tagliatele a fette. Cuocete le fette di melanzana in una padella con dell’olio, avendo cura di colarle bene su della carta assorbente.
  • Sbucciate le patate e ricavate delle fette spesse circa mezzo centimetro.
  • Sbollentate le fette in acqua salata per circa 4 minuti e poi passatele in padella per dorarle leggermente.
  • Rimuovete l’olio in eccesso scolando le fette di patata su carta assorbente.
  • Prendete un’altra pentola e scioglietevi del burro, aggiungete poi la farina e versate il latte; portate il tutto a bollore unendo la noce moscata ed un po’ di sale e pepe.
  • Attendete il completamento della cottura.
  • Prendete dunque una teglia, imburratela ed alternate strati di patate, melanzane, carne, pecorino e parmigiano. Coprire il tutto con la besciamella ed una spolverata di parmigiano.
  • La moussakà dovrà cuocere in forno per 30 minuti a 180° e riposare per almeno 20 minuti prima di essere servita.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *