logo_print

Gnocchi di zucchine con salmone, un primo colorato

Gnocchi di zucchine con salmone
Stampa

Gnocchi di zucchine con salmone, panna e dadolata di pomodoro fresco, un mix davvero nutriente

Gli gnocchi di zucchine con salmone fresco panna e dadolata di pomodoro sono gnocchi diversi dal solito, un modo per proporre una ricetta classica ma con un minimo grado di rivisitazione. Il riferimento è proprio alle zucchine, che qui si integrano con le patate. Il risultato è davvero interessante, sia per gusto che per impatto visivo. I colori, infatti, sono predominanti con tonalità sui generis, tendenti più al verde che al giallo. Integrare le zucchine alle patate vuol dire conferire agli gnocchi un gusto interessante e insolito, ma anche rendere la pietanza più leggera e salutare. Le zucchine, giusto per citare una caratteristica, sono molto meno caloriche delle patate (il rapporto è quasi di 1 a 10).

Le patate sono un alimento nobile, non c’è che dire, ma le zucchine sono un raro esempio di benessere, un ingrediente ad alto valore nutrizionale. Le zucchine contengono parecchie vitamine, e in quantità elevata. Il riferimento è in particolare alla vitamina C e alla vitamina E. Stesso discorso per i sali minerali, e in particolare per lo zinco e il magnesio.  Se a questo aggiungiamo anche il pomodoro fresco (tagliato a cubetti e integrato a fine ricetta) possiamo affermare che questi gnocchi di zucchine con salmone siano un primo piatto gustoso, ma anche leggero e salutare. Tra l’altro il pomodoro è ricco di antiossidanti specie se crudo, il ché giova all’apparato cardiocircolatorio e contribuisce a prevenire l’insorgenza di tumori.

Come fare gli gnocchi di zucchine?

La ricetta degli gnocchi di zucchine con salmone riguarda quasi esclusivamente la creazione del condimento, e tratta solo marginalmente il procedimento per realizzare gli gnocchi in senso stretto. Anche perché ho già diffusamente parlato dell’argomento in passato, ovvero ho spiegato come si realizzano. Se leggete questo articolo di Nonnapaperina.it, avrete accesso alla ricetta dettagliata. In questo caso, cito però alcuni passaggi fondamentali. Preciso che la ricetta è abbastanza semplice, a patto di rispettare le proporzioni tra gli ingredienti e di seguire per filo e per segno le indicazioni.

Gnocchi di zucchine

Ad ogni modo, per preparare gli gnocchi di zucchine è necessario mescolare in una planetaria le zucchina già lessata e una certa dose di patate già cotte e ridotte in purea. Dopo il passaggio in planetaria, il composto va diviso in porzioni e manipolato con accuratezza per trasformarlo in vermicelli e ricavarne degli gnocchi. Niente di particolarmente complicato, come avete visto. L’unico elemento di difficoltà è capire quando fermare la planetaria. L’impasto deve essere compatto e omogeneo, ma certamente dovrete avere un po’ di occhio per scegliere il momento giusto.

Tutti i pregi del salmone e il suo apporto di acidi grassi omega tre

L’altro protagonista degli gnocchi di zucchine è il salmone. Il suo ruolo, in termini visivi e organolettici, è preponderante. Nello specifico, viene cotto in padella con olio e cipolla (anzi con un cipollotto) e inserito a fine preparazione. Tra l’altro il fondo di cottura viene impiegato per far rapprendere un po’ la panna e farci saltare gli gnocchi. Un passaggio quasi doveroso, dal momento che il salmone rilascia un sughetto davvero delizioso. Va detto, inoltre, che è un pesce abbastanza grasso. Questi grassi sono principalmente “buoni”, ovvero impattano positivamente sulla salute. Il riferimento è agli acidi grassi omega tre, che tra l’altro giovano all’apparato cardiocircolatorio, alla vista e persino alle funzioni cognitive.

Il salmone è anche una buona fonte di proteine che rappresentano circa il 20% (praticamente come le carni rosse). Ottima è anche la concentrazione di sali minerali, come il calcio e il magnesio. Per quanto riguarda le vitamine, si segnala la presenza della vitamina PP, della B12 e della B1. Il salmone contiene anche i folati, efficaci antiossidanti che rallentano l’invecchiamento cellulare e aiutano a prevenire i tumori. Per quanto riguarda l’apporto calorico, siamo su livelli medi: 100 grammi di salmone apportano 208 kcal.

Ecco la ricetta degli gnocchi di zucchine con salmone, panna e dadolata di pomodoro:

Ingredienti:

  • 500 gr. di gnocchi di zucchine;

Per il sugo:

  • 200 gr. di salmone fresco;
  • 100 ml. di panna fresca consentita;
  • 2 pomodori ramati;
  • 1 cipollotto;
  • qualche rametto di timo;
  • q. b. di olio extravergine d’oliva;
  • q. b. di sale e pepe.

Preparazione:

Per la preparazione degli gnocchi di zucchine con salmone iniziate lavando e sbucciando i pomodori. Rimuovete i semi dalla polpa, poi tagliateli a cubetti. Ora fate rosolare il cipollotto e il salmone fresco (già tritato) in un po’ di olio extravergine di oliva. Appena il salmone è pronto, toglietelo dalla padella. In questa stessa padella mettete la panna e fatela condensare un po’. Poi mettete in una pentola abbondante acqua e salata e fate cuocere gli gnocchi (che avrete preparato secondo la ricetta che trovate sul sito). Appena gli gnocchi vengono a galla, estraeteli con una schiumarola e versateli nella padella contenente la panna. Mescolate accuratamente e impiattate. Mettete poi il salmone e una manciata di cubetti di pomodoro. Infine, decorate con il timo e servite.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


27-10-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti