Pranzo in ufficio con petto di anatra ed insalata

Pranzo al volo? No problem con petto di anatra ed insalata.

Se sei alla ricerca di un’idea golosa e pratica per l’ufficio, nutriente e particolare, questa ricetta del petto d’anatra ed insalata con mix di frutta secca è davvero quella giusta per te.

I turni di lavoro ti costringono a mangiare in ufficio? Sei stanco del solito panino al volo? Mangiare in ufficio non deve voler dire mangiare male o di fretta. Con qualche accortezza, un pizzico di pazienza e le idee giuste, potrei goderti un meraviglioso pranzo anche in ufficio, senza problemi!

Pranzare in ufficio sarà un vero piacere se avrai preparato la schiscetta con una delle ricette pensate per te da Nonna Paperina!

Una pietanza gourmet per te

Per il tuo pranzo in ufficio o come secondo ricercato da gustare con calma a casa, il petto di anatrata con l’insalata al mix di frutta secca è una combinazione deliziosa che renderà speciale la tua giornata!
La carne d’anatra è certamente caratterizzata da un gusto particole, deciso e delicato al tempo stesso.

Classificata come carne nera, quella di anatra è una carne da animale da cortile, che tende a restare rosata dopo la cottura.

Nella cucina italiana è utilizzata solo occasionalmente mentre nella tradizione culinaria francese è una carne diffusissima, come per noi il petto di pollo. In particolare proprio il petto d’anatra (detto in francese “magret”) è uno dei tagli più pregiati di questo animale ed uno dei più utilizzati nelle ricette francesi. Grazie all’occasione data da questo pranzo in ufficio con petto di anatra ed insalata con mix di frutta secca, potrai scoprire questo tipo di carne e sfruttarlo sempre di più nelle tue ricette.

con petto di anatra ed insalata

Salute nella schiscetta con petto di anatra ed insalata con mix di frutta secca

Il contorno dedicato al petto di anatra di questa ricetta, merita attenzioni per gli eccezionali benefici che potrebbe avere sulla tua salute! Gli anacardi, per esempio, sono utili contro l’osteoporosi, i problemi articolali ed il colesterolo alto. È stato inoltre dimostrato che gli anacardi proteggono la salute degli occhi e prevengono malattie maculari, tipiche della vecchiaia. Un vero tocca sana dunque ottimo come spuntino per saziare l’appetito con pochissimi grassi.

Gli anacardi in particolare ma tutta la frutta secca in generale, si distinguono per essere fonti inesauribili di sali minerali, fibre, vitamine e proteine con evidenti vantaggi per il corpo e per la mente. L’insalata con frutta secca proposta in abbinamento al petto di anatra è quindi un eccellente contorno in grado di ricaricarti nella pausa pranzo e regalarti nuove energie per concludere la giornata lavorativa.

Ed ecco la ricetta del petto di anatra ed insalata con mix di frutta secca:

Ingredienti per una persona

  • un petto di anatra con la pelle
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. di sale
  • Preparazione

    Incidete diagonalmente i petti di anatra sul lato con la pelle. In una terrina, ponete la carne con il rosmarino, l’aceto, l’olio ed un pizzico di sale, lasciando il petto d’anatra in questo liquido a marinare per circa due ore. I succhi della marinatura vanno conservati per essere usati anche in fase di cottura.

    Scaldate dunque la piastra e rosolate i petti d’anatra su tutte e due i lati.
    Aggiungete circa due cucchiai della marinata e lasciate cuocere ancora per qualche minuto.
    Rimossi i petti d’anatra dalla padella, appoggiateli e ricopriteli con della carta da forno, attendendo che si freddino. Quando saranno completamente raffreddati, procedete con il taglio. Dovrete ricavare diverse fettine larghe ognuna circa 1 cm.

    Il petto d’anatra così preparato si potrà gustare con del riso, una crema al formaggio ed un’insalatina con frutta secca ed anacardi. La frutta fresca potrà completare il pasto rendendolo ottimale a livello nutrizionale.

    Nota per celiaci o sensibili al glutine

    Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

    Nota per gli intolleranti al lattosio

    Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *