Frolla alle mandorle, una base sfiziosa

frolla alle mandorle
Stampa

Frolla alle mandorle, una base ricca di sapori

La frolla alle mandorle è un’idea semplice, ma efficace, per una base dolciaria che sappia conquistare tutti i palati e adattarsi a qualsiasi tipo di preparazione. E’ una frolla semplice da preparare, che non presenta difficoltà di sorta, alla portata anche dei principianti e di chi non è avvezzo alla preparazione dei dolci. L’ingrediente più importante della ricetta, e che in un certo senso la qualifica, è la mandorla. La mandorla è un frutto (secco) amato da tutti per il suo sapore pieno e delicato, è al centro di alcuni pregiudizi che andrebbero smentiti, in modo da restituire all’alimento l’attenzione che merita.

Per esempio, secondo l’immaginario collettivo le mandorle fanno male alla salute in quanto grasse e pesanti. E’ vero, l’apporto calorico è notevole, ma esso è dovuto all’abbondanza di grassi “buoni”, che fanno bene alla salute. Il riferimento è ai famosi acidi grassi omega tre. Tra parentesi, tali sostanze supportano la funzione cognitiva, quella visiva e svolgono un’azione protettiva per l’apparato cardiocircolatorio. Per il resto è sufficiente non esagerare con le dosi, se volete stare tranquilli con la vostra linea.

Le mandorle, utilizzate nella nostra frolla, sono preziose per il loro potere nutrizionale a trecentosessanta gradi. Sono, infatti, ricche di vitamina E, magnesio, ferro e calcio. Sono anche ricchissime di fibre, che rappresentano addirittura il 12%. Delle mandorle dovrebbe essere apprezzata la loro capacità di tenere a bada il colesterolo e la funzione antiossidante, che alla lunga protegge dal cancro (in concomitanza con altri fattori). L’apporto calorico, l’ho già accennato, è sostenuto, nello specifico supera le 600 kcal per 100 grammi. Che ruolo giocano le mandorle in questa ricetta? Molto banalmente, vanno ridotte in purea (o acquistate sotto forma di pasta) e inserite nell’impasto insieme alle farine e allo zucchero.

Cos’è il baking e quali sono i suoi pregi

Spulciando la lista degli ingredienti della frolla alle mandorle non vi sarà sfuggita la presenza del baking, un elemento che non tutti conoscono. E’, infatti, molto impiegato nella cucina anglosassone e meno in quella italiana. Ad ogni modo, è semplicemente un lievito. Tuttavia, non è un lievito qualsiasi in quanto rende l’impasto non solo più voluminoso, ma anche più compatto, elastico, morbido e versatile.

frolla alle mandorle

Il baking ha anche il pregio di ridurre il tempo di lievitazione, che in alcuni casi si dimezza, facendo risparmiare un po’ di ore. Queste qualità, da un lato, impongono una certa prudenza in quanto il baking va utilizzato in dosi ridottissime. Basti pensare che per una frolla molto abbondante come questa sono sufficienti appena 3 grammi di baking.

Le speciali farine di questa frolla alle mandorle

Un altro pregio di questa frolla alle mandorle è la presenza di farine “sui generis”, diverse dalla classica farina bianca. Nello specifico, la lista degli ingredienti comprende la farina di riso e la farina di mais. Sono farine molto diverse per resa organolettica e potere nutritivo, ma hanno una qualità in comune, ossia non contengono glutine. Possono essere quindi consumate dagli intolleranti a questa sostanza e dai celiaci.

Per il resto, la farina di riso spicca per la sua leggerezza, per la relativa assenza di grassi (sostituiti principalmente dall’amido) e per una quantità superiore alla media di vitamine e sali minerali. Va detto, però, che le sue capacità panificatorie non sono delle migliori, sicché è sempre necessario accompagnarla ad altre farine. La farina di mais, invece, si caratterizza per le buone capacità panificatorie, nonché per una notevole concentrazione di calcio e vitamina D, fondamentale in una prospettiva di rafforzamento del sistema immunitario. Per quanto concerne l’apporto calorico, siamo in entrambi i casi su valori medi.

Ecco la ricetta della frolla alle mandorle:

Ingredienti:

  • 115 gr. di farina di riso,
  • 100 gr. di farina di mais bianco,
  • 130 gr di mandorle ridotte in purea,
  • 90 gr. di zucchero semolato di canna,
  • 80 gr. di albume,
  • 70 gr. di tuorlo,
  • 3 di baking o lievito.

Preparazione:

Per la preparazione della frolla alle mandorle iniziate frullando i tuorli insieme alle mandorle ridotte in purea, poi unite lo zucchero semolato e le farina già mescolate con il baking. Lavorate con cura fino ad ottenere una massa granulosa ma uniforme. Integrate l’albume e completate il tutto ricavando così un composto simile a quello della normale frolla. Mette in frigo per una notte.

A questo punto, la frolla è pronta per essere utilizzata nelle ricette dolciarie. Un consiglio, questa frolla si abbina molto bene con la marmellata di chinotto, la granella di pistacchio e la meringa. Una vera bontà tutta da gustare!

CONDIVIDI SU
logo_print

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti