Percebes al naturale : crostacei rari ma deliziosi

Percebes
Commenti: 0 - Stampa

Cosa sono i percebes

Percebes al naturale : crostacei rari ma deliziosi. I percebes sono molluschi tipici dei mari della Spagna settentrionale. La varietà più pregiata è quella che abita vicino alle coste della Galizia, ma varietà interessanti vengono raccolte anche in prossimità delle coste portoghesi e marocchine. I percebes sono molluschi particolari, in primo luogo perché sono molluschi oceanici.

Le proprietà del mare oceanico, infatti, donano a questi molluschi un sapore sui generis, che ben si differenza da quello degli altri molluschi. Secondariamente, hanno una forma molto strana, che ricorda un po’ quella delle mandorle e un po’ quella degli artigli. Sono conosciuti anche come Piede di Cornucopia e il nome scientifico e il nome scientifico è Pollicipes pollicipes. Nonostante l’aspetto bizzarro, è comunque relativamente semplice pulire i percebes e prepararli alla cottura.

Difficile, invece, è raccogliere i percebes, dal momento che abitano in prossimità delle scogliere. Anche per questo motivo, oltre che per il sapore delizioso, i percebes migliori possono raggiungere prezzi parecchio alti (fino a 100 euro al kg). Le varietà per così dire “normali”, però, propongono prezzi ben più abbordabili e adatti a “quasi” tutte le tasche.

Le proprietà nutritive

I percebes, come la maggior parte dei frutti di mare, si caratterizzano per un ridotto apporto calorico. Dunque, possono essere consumati durante le classiche diete dimagranti, anche perché conferiscono ai regimi alimentari quel tocco in più di gusto capace di compensare le limitazioni alimentari.

Percebes

Se le calorie scarseggiano, non si può dire lo stesso di altri importante sostanze nutritive, come il calcio, il ferro e lo iodio. Questi, anzi, abbondano. Non è un dettaglio da poco, se si considera l’importanza del ferro e del calcio per la salute dell’apparato cardiocircolatorio e delle ossa. Ovviamente, l’apporto di grassi è praticamente pari a zero.

Come cucinare i percebes al naturale

Se pescare i percebes è difficile, e in alcuni casi può mettere a repentaglio la vita, cucinarli è un gioco da ragazzi. E’ sufficiente pulirli dalla alghe di cui sono tradizionalmente ricoperti e porli in acqua bollente, proprio come si fa con la pasta.

Badate bene però: l’acqua non va salata in quanto i percebes sono già “naturalmente” salati. Inoltre, sono sufficienti appena 30-40 secondi di cottura. A questo punto non rimane che scolarli, spezzare il guscio e succhiare/estrarre la deliziosa carne al suo interno.

In realtà, se freschi, i percebes potrebbero essere consumati completamente crudi. Tuttavia la bollitura (leggera) è necessaria per indebolire il guscio e accedere alla polpa con maggiore facilità.

Meglio ancora utilizzando l’acqua di mare. I percebes possono essere consumati da soli, come si farebbe con le ostriche, ma possono essere anche inseriti in squisite ricette, alcune delle quali prevedono la presenza di pescato (es. il branzino). Può essere considerato un piatto gourmet.

In Galizia li abbinano spesso alla salsa aioli . E’ una golosità senza glutine e lattosio. Come altri crostacei sono sconsigliati per le persone intolleranti al nichel.

3.5/5 (2 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

cock a leekie

Cock a leekie, la zuppa di pollo della...

Cock a leekie, un pasto completo e squisito Il cock a leekie è un piatto tipico della cucina scozzese. Si tratta di una cucina che è capace di regalare degli spunti interessanti, diversi da quelli...

Zuppa messicana con tortillas

Zuppa messicana con tortillas, una meraviglia piccante

Zuppa messicana con tortillas, un piatto Tex-Mex La zuppa messicana con tortillas è una zuppa molto diversa da quelle della tradizione mediterranea. In primis sono diversi gli ingredienti, infatti...

Coulibiac di salmone

Coulibiac di salmone, una meraviglia della cucina russa

Coulibiac di salmone, una torta salata di origine russa Il coulibiac di salmone è un'istituzione in Russia e nei paesi limitrofi. Infatti è uno dei piatti tipici più antichi. Si narra che sia...

overnight oatmeal

Overnight oatmeal, una colazione molto particolare

Overnight oatmeal, un’idea per una colazione diversa L’overnight oatmeal è una preparazione della tradizione anglosassone, che sta riscuotendo un certo successo pure dalle nostre parti. Anche...

Hawaiian Guava Cake

Hawaiian Guava Cake, un dolce dal sapore esotico

Hawaiian Guava Cake, un dolce tra sperimentazione e tradizione L’Hawaiian Guava Cake è l'ideale per stupire i propri invitati con una torta che, pur conservando caratteristiche della pasticceria...

Dalgona Coffee

Dalgona Coffee, un dessert fuori dall’ordinario

Dalgona Coffe, una variante ai ceci Il Dalgona Coffee è una ricetta americana, ma non esattamente legata a particolari tradizioni in quanto diffusa solo di recente. Si tratta di un dessert molto...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


06-05-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti