Percebes : crostacei rari ma deliziosi

Cosa sono i percebes

I percebes sono molluschi tipici dei mari della Spagna settentrionale. La varietà più pregiata è quella che abita vicino alle coste della Galizia, ma varietà interessanti vengono raccolte anche in prossimità delle coste portoghesi e marocchine. I percebes sono molluschi particolari, in primo luogo perché sono molluschi oceanici. Le proprietà del mare oceanico, infatti, donano a questi molluschi un sapore sui generis, che ben si differenza da quello degli altri molluschi. Secondariamente, hanno una forma molto strana, che ricorda un po’ quella delle mandorle e un po’ quella degli artigli. Nonostante l’aspetto bizzarro, è comunque relativamente semplice pulire i percebes e prepararli alla cottura.

Difficile, invece, è raccogliere i percebes, dal momento che abitano in prossimità delle scogliere. Anche per questo motivo, oltre che per il sapore delizioso, i percebes migliori possono raggiungere prezzi parecchio alti (fino a 100 euro al kg). Le varietà per così dire “normali”, però, propongono prezzi ben più abbordabili e adatti a “quasi” tutte le tasche.

Le proprietà nutritive

I percebes, come la maggior parte dei frutti di mare, si caratterizzano per un ridotto apporto calorico. Dunque, possono essere consumati durante le classiche diete dimagranti, anche perché conferiscono ai regimi alimentari quel tocco in più di gusto capace di compensare le limitazioni alimentari.

Percebes

Se le calorie scarseggiano, non si può dire lo stesso di altri importante sostanze nutritive, come il calcio, il ferro e lo iodio. Questi, anzi, abbondano. Non è un dettaglio da poco, se si considera l’importanza del ferro e del calcio per la salute dell’apparato cardiocircolatorio e delle ossa. Ovviamente, l’apporto di grassi è praticamente pari a zero.

Come cucinare i percebes

Se pescare i percebes è difficile, e in alcuni casi può mettere a repentaglio la vita, cucinarli è un gioco da ragazzi. E’ sufficiente pulirli dalla alghe di cui sono tradizionalmente ricoperti e porli in acqua bollente, proprio come si fa con la pasta. Badate bene però: l’acqua non va salata in quanto i percebes sono già “naturalmente” salati. Inoltre, sono sufficienti appena 30-40 secondi di cottura. A questo punto non rimane che scolarli, spezzare il guscio e succhiare/estrarre la deliziosa carne al suo interno.

In realtà, se freschi, i percebes potrebbero essere consumati completamente crudi. Tuttavia la bollitura (leggera) è necessaria per indebolire il guscio e accedere alla polpa con maggiore facilità. I percebes possono essere consumati da soli, come si farebbe con le ostriche, ma possono essere anche inseriti in squisite ricette, alcune delle quali prevedono la presenza di pescato (es. il branzino).

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *