Terrina di rombo e salmone all’arancia: un secondo coloratissimo

Terrina di rombo

Una terrina di rombo e salmone particolare

La terrina di rombo e salmone all’arancia è un secondo dal sapore eccellente, poco calorico, dagli elevati valori nutrizionali. Soprattutto, è un secondo ricercato. Il procedimento, infatti, non è dei più veloci e potrebbe apparire complesso (il riferimento è in particolare e al trattamento sottovuoto). Tuttavia, se seguirete alla lettera le indicazioni che vi fornirò tra poco, non avrete difficoltà a realizzare una terrina di rombo e salmone coi fiocchi.

In ogni caso, ne vale la pena. Questa pietanza è veramente una gioia per gli occhi e per il palato. L’impatto visivo è notevole, frutto di una certa abbondanza di colori. Il gusto è eccellente, poiché gli ingredienti, che sono tanti e diversi, non si coprono l’uno l’altro, bensì si valorizzano a vicenda. E poi, le proprietà nutrizionali sono ottime. Si tratta di una pietanza completa, per essere un secondo di pesce.

I pregi del rombo e del salmone

Gli ingredienti principali di questa ricetta sono, ovviamente, il rombo e il salmone. Due pesci all’apparenza molto diversi, accomunati però da due caratteristiche: sono buoni e vantano eccellenti proprietà nutrizionali. Per esempio, entrambi contengono elevate concentrazioni di acidi grassi omega 3, che sono dei toccasana per l’apparato cardiocircolatorio e anche per funzioni cognitive.

Terrina di rombo

Entrambi, poi, contengono livelli elevati di fosforo e calcio, che rafforzano l’apparato scheletrico. Stesso discorso per il potassio, che contribuisce a mantenere la pressione nella norma. Molto ricco è anche il contenuto delle vitamine del gruppo B, che apportano una serie di benefici all’organismo. Il tutto al costo di un apporto calorico ridotto, che non raggiunge in entrambi i casi i 200 kcal ogni 100 grammi.

La salsa all’arancia

Un tocco di creatività ulteriore è garantito dalla salsa all’arancia, che tra le altre cose aggiunge anche il colore e permette a questa speciale terrina di sperimentare i sentori agrodolci. E’ molto semplice da realizzare. Si tratta infatti di tagliare la scorza a fette sottili, farla sbollentare un po’, e poi bollirla con del miele e della polpa. Il risultato è straordinario, specialmente se in abbinamento con il pesce.

Importante è anche il ruolo della misticanza, che molti, specie se non originari del centro Italia, potrebbero non conoscere. E’ un formato di insalata che riunisce erbe aromatiche e lattuga semplice, ottima da sola o in abbinamento, come ad esempio come condimento di piatti a base pesce come la terrina di rombo e salmone.

Ecco la ricetta della terrina di rombo e salmone con salsa all’arancia

Ingredienti per 1 terrina:

  • 310 gr. di filetto di salmone
  • 320 gr. di filetto di rombo
  • 300 gr. di carote
  • 100 gr. di fagiolini
  • 200 gr. di broccoli
  • 1 mazzetto di maggiorana
  • 210 ml. di fumetto di pesce
  • 6 gr. di colla di pesce
  • 400 gr. di arance
  • 30 gr. di miele di acacia
  • 10 gr. di senape consentita
  • 60 gr. di misticanza
  • q. b. di sale

Preparazione:

Dopo averle lavate e sbucciate, tagliate le carote per lungo e immergetele per qualche minuto in acqua bollente. Fatele raffreddare con acqua e ghiaccio, asciugatele poi con della carta assorbente e mettetele da parte. Ripetete lo stesso procedimento con i fagiolini e i broccoli, salando però l’acqua. Nel frattempo tagliate i filetti di pesce, e insaporiteli con sale e maggiorana tritata. Prendete uno stampo da terrina, adagiate uno stato di carote, completate alternando il filetto di salmone, le verdure e il rombo. Dopo aver inserito la terrina in un sacchetto da cottura, condizionate sottovuoto e cuocete nel bagno termostatato a 62 gradi per un’ora e mezza. Poi fate raffreddare. Estraete infine la terrina dal sottovuoto.

Aggiungete al fumetto caldo la colla di pesce, fate raffreddare, versate tutto nello stampo della terrina e lasciate riposare in frigorifero. Nel frattempo fate sbollentare per un paio di minuti le scorze di arancia tagliata a julienne. La polpa, invece, riducetela in cubetti e unitela al miele. Cuocete tutto (comprese la scorza) a fuoco basso per 40 minuti. Adesso componete il piatto: tagliate la terrina a fette, adagiatela sui piatti di portata, infine servite con un po’ di salsa all’arancia e con la misticanza.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti