Biscotti di San Valentino: una dolcezza da assaporare!

Biscotti di San Valentino
Commenti: 0 - Stampa

Per la colazione,  merenda o dessert del 14 febbraio.

Biscotti di San Valentino: una dolcezza da assaporare! Se non sapete come addolcire la giornata dedicata agli innamorati, allora vi consiglio di preparare i biscotti di San Valentino. Si tratta di dolcetti delicati e golosi, adatti anche agli intolleranti, in quanto privi di glutine e lattosio. Gli ingredienti principali per la loro realizzazione sono infatti la farina di grano saraceno, lo zucchero di canna, l’olio di riso, l’uovo e la confettura di rosa canina: con questi alimenti, possiamo preparare una delizia unica, che non può proprio passare inosservata, soprattutto in questo giorno così speciale e indimenticabile!

La farina prevista nella ricetta dei biscotti di San Valentino è molto nutriente e garantisce una buona quantità di proteine ad alto valore biologico. Viene utilizzata molto da chi ama cucinare e mangiare in modo salutare, e tante persone decidono addirittura di macinarsela direttamente a casa, dopo aver tostato bene i chicchi di grano saraceno. Questo alimento dona ai biscotti un valido apporto di fibre e antiossidanti, ma anche di minerali come fosforo, ferro, rame, potassio, zinco, selenio e vitamina B1, B2, B5 e PP. Ma cosa possiamo dire degli altri ingredienti?

Confettura di rosa canina: sorgente naturale di vitamina C!

Per dare la giusta dolcezza ai biscotti di San Valentino, nonché un po’ di colore e un tocco di romanticismo in più, useremo la confettura di rosa canina. Questo prodotto è così poco conosciuto e utilizzato, ma pare proprio che abbia delle proprietà interessanti e un sapore unico. Infatti, la rosa canina è un potente antinfiammatorio e risulta carica di vitamine, in particolare la C. È ottima per preparare crostate ed è buona anche se decidiamo semplicemente di spalmarla su fette di pane o sulle fette biscottate.

La sua preparazione è molto semplice e si può conservare per molto tempo. Pertanto, come nel caso della farina di grano saraceno, non sono pochi coloro che decidono di prepararla a casa. Tuttavia, potrete acquistare la confettura per i vostri biscotti di San Valentino persino al supermercato: assicurandovi di prediligere un prodotto di qualità, porterete in tavola un sapore autentico e corposo, e una buona parte delle proprietà nutrizionali e terapeutiche della rosa canina. Se poi pensiamo a un altro degli ingredienti di questa ricetta… i nostri dolcetti diventano automaticamente ancora più buoni!

Un altro ingrediente speciale : l’olio di riso, definito spesso “l’olio della salute”

Per rendere perfetta la nostra preparazione, useremo l’olio di riso, soprannominato più volte “l’olio della salute”, in particolare perché è in grado di abbassare i livelli di colesterolo. Secondo le ricerche, questo ingrediente usato per preparare i biscotti di San Valentino, può aiutare l’organismo a prevenire numerose malattie cardiovascolari. Grazie alle sue notevoli proprietà, l’olio di riso viene utilizzato molto anche nel campo della cosmetica, in quanto emolliente, idratante e capace di contrastare i radicali liberi della pelle, mantenendola elastica e giovane.

Importato dall’Asia, quest’olio è resistente alle alte temperature e, di conseguenza, non perde le sue proprietà benefiche durante la cottura. Può essere usato a crudo per completare differenti pietanze e si rivela un valido alleato per chi ama cimentarsi nella preparazione di molti dolci… Perciò, è arrivato il momento di preparare i biscotti di San Valentino: potrete affiancarli a una tazza di tè oppure servirli con un po’ di caffè, per poi gustarli al fianco della persona che amate… e questo li renderà ancora più buoni!

Passion Bio Home

Quel tocco in più per rendere il risveglio indimenticabile: la fragranza passion!

Preparare una colazione per San Valentino deve essere qualcosa di veramente speciale e per questo non possiamo solo limitarci alle prelibatezze culinarie. Preparare la tavola con cura vuol dire preoccuparsi anche del luogo in cui ci troviamo per renderlo accogliente e indimenticabile. Ecco perciò quel tocco in più che mancava, una fragranza che si sparga per tutto l’ambiente capace di accompagnarsi a quello che stiamo servendo o alla speciale occasione.

Per questo oggi ho provato una speciale fragranza per ambiente della PuroBio Home chiamata Passion e devo dire che il risultato è stato eccellente. Dare un profumo alla stanza in cui si fa colazione al mattino può rendere ancora più speciale un momento unico come quello di San Valentino. Provare per credere!

Ed ecco la ricetta dei Biscotti di San Valentino

Ingredienti per circa 20 biscotti

  • 180 gr. di farina di grano saraceno
  • 100 gr. di zucchero di canna finissimo per dolci
  • 80 gr. di maizena
  • 80 ml. di olio di riso
  • 1 uovo
  • la scorza grattugiata di un limone
  • q.b sale
  • 3 cucchiai di confettura di rosa canina
  • zucchero a velo q.b.

Preparazione

Mettete in una ciotola la farina di grano saraceno e l’amido di mais. Aggiungete lo zucchero di canna, l’olio di semi, la scorza di limone grattugiata, l’uovo e un pizzico di sale. Amalgamate il tutto, fino a ottenere un composto compatto e omogeneo.

Formate la classica palla di pasta frolla, avvolgetela nella pellicola trasparente e ponetela in frigorifero per 30 minuti. (Anche se non contiene il burro, si compatta meglio in frigo.)

Con il matterello, tirate una sfoglia e portatela ad avere uno spessore non più alto di mezzo centimetro. Poi, con lo stampo a forma di cuore, ricavate un numero pari di sagome. Non dimenticate che ve ne serviranno due per formare un biscotto.

A questo punto, su metà dei cuori ottenuti, fate delle incisioni con uno stampo, sempre a forma di cuore ma di misura più piccola. Disponete quindi tutti i cuori su di una teglia foderata con carta da forno e infornateli a 180° per circa 15-20 minuti. I biscotti non dovranno scurirsi, ma solo colorirsi lievemente.

Quando saranno cotti, e ancora caldi, mettete sopra la sagoma non incisa della confettura di rosa canina, e sovrapponetevi la sagoma incisa. I biscotti così ottenuti dovranno essere spolverizzati con lo zucchero al velo.

 

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con PuroBio Home

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


01-02-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti