Cream tart salata, il must del 2018 pensato per tutti

Cream tart salata
Commenti: 0 - Stampa

Cream tart salata, un must del 2018

Tutti stanno impazzendo per questa torta scenografica e squisita. Dato che a me piace essere un po’ sopra le righe, vi propongo una cream tart salata! Una squisitezza tutta da inventare.

Non solo potete dare alla vostra cream tart salata la forma che più vi piace: un numero per celebrare un compleanno, o un cuore per un anniversario! Ma, potete anche sbizzarrirvi con ingredienti diversi e gustosi.

La mia versione è molto delicata e fresca.

La croccante base di pasta frolla si sposa alla perfezione con la cremosità e delicatezza della farcia al formaggio fresco cremoso senza lattosio Exquisa.

Il tutto, tempestato da ravanelli, pomodorini freschi, olive, fiocchi di salame e basilico greco, ed infine, per un tocco colorato e moderno: fiori eduli di borragine!

Potete servire la cream tart salata come antipasto sfizioso e d’effetto, infatti, è così bella che è quasi un peccato mangiarla…Se vi dicessi che è anche senza lattosio e senza glutine?

Cream tart salata

Senza glutine grazie alla farina di sorgo e di quinoa

Perché tutti possano gustare la cream tart salata, ho scelto di utilizzare un mix di farine senza glutine, come quella di sorgo e di quinoa.

Entrambe sono altamente digeribili e facilmente assimilabili, anche perché sono ricche di proteine, carboidrati e fibre, che facilitano il buon funzionamento dell’intestino.

La quinoa è molto energizzante, infatti, 100 gr. apportano circa 350 calorie. Per questo motivo è consigliata sia alle donne in gravidanza che agli sportivi.

La farina di sorgo, contiene numerose vitamine e sali minerali, come ferro (importante per la formazione di emoglobina), calcio (indispensabile per rafforzare denti ed ossa) e potassio (che aiuta i reni ad eliminare le tossine).

Exquisa, una marca di qualità con prodotti speciali

Più volte abbiamo parlato dell’importanza di prodotti sani e genuini, specialmente quando si tratta di ingredienti adatti a chi soffre di intolleranze alimentari.

C’è un’abitudine che ho da sempre, che mi aiuta a scegliere per la mia famiglia –e anche per voi – i prodotti migliori: mi informo sempre sulle marche che compro. Questo mi rende sicura che ciò che mangio sia sano, genuino e OGM free.

Tutte queste caratteristiche importantissime le ho trovate nella linea di prodotti Exquisa. Conoscete questo brand?

Exquisa nasce nel 1969 e da subito la parola d’ordine è “qualità”, infatti, la sua missione è quella di garantire prodotti di altissimo livello, ad un giusto prezzo e nel massimo rispetto delle norme igienico sanitarie.

Non solo, sono senza conservanti aggiunti e senza coloranti artificiali, sono anche prodotti nel rispetto dell’ambiente e degli animali!

Già queste sono ottime ragioni per scegliere Exquisa, ma se vi dicessi che ci sono anche prodotti studiati ad hoc per chi soffre di intolleranza al lattosio?

Per la nostra cream tart salata ho scelto di usare il formaggio fresco cremoso senza lattosio, che contiene meno di 0,01 gr. di lattosio per 100 gr. di prodotto, crema di latte delattosato, enzima lattasi, caglio e fermenti lattici.

Ed il sapore? Delicato e gustoso!

Ingredienti per 6 – 8 persone

Per la frolla

  • 150 gr. di farina di riso
  • 50 gr. di farina di quinoa
  • 50 gr. di farina di tapioca
  • 40 gr. di farina di sorgo
  • 50 gr. di Parmigiano Reggiano 36 mesi grattugiato
  • 2 uova
  • 140 gr. di burro chiarificato
  • q.b. sale
  • ¼ di cucchiaino di bicarbonato

Per la farcia

  • 200 ml. di panna da montare senza lattosio
  • 2 confezioni di formaggio fresco cremoso senza lattosio Exquisa

Per decorare:

  • pomodori ciliegino
  • olive verdi
  • olive nere
  • ravanelli
  • fiori di borragine
  • basilico greco
  • salame

Preparazione

La nostra Cream Tart salata è molto semplice, basta seguire passo-passo la ricetta

Preparazione della pasta frolla:

In una ciotola versate le farine, il Parmigiano Reggiano, il bicarbonato ed il sale.Per ultimo, aggiungete il burro freddo. Amalgamate il tutto con le mani, finché non si formeranno delle briciole.

A questo punto, aggiungete le uova e riprendete ad impastare fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea. Quando sarete soddisfatti del risultato, avvolgete la frolla nella pellicola trasparente e lasciatela riposare in frigorifero per 30 minuti circa.

Nel frattempo, disegnate un cerchio da 20 cm. di diametro con al centro un secondo cerchio da 10 cm e ritagliate il perimetro di entrambi i cerchi.

Trascorso il tempo di riposo, stendete 2/3 della frolla su un foglio di carta da forno. Vi consiglio di stenderla fino ad uno spessore di 2-3 mm.

Fate scivolare la carta forno con la frolla in una teglia e mettete la sagoma di carta sopra l’impasto, in questo modo avrete una guida per tagliare con precisione la base della cream tart salata.

Dopo aver ricavato il primo disco, seguite lo stesso procedimento per ottenerne un secondo.Non buttate gli avanzi, impastateli nuovamente, stendeteli ed utilizzateli per dei biscottini con forme a piacere.Fate riposare le teglie in frigorifero per altri 30 minuti circa, prima di preriscaldare il forno a 180°  C ed infornare.Dopo circa 15 minuti potete sfornare!

Preparazione della farcia e della decorazione :

Mentre la frolla si raffredda, continuate con le altre preparazioni.Tagliate a rondelle sottili i ravanelli e le olive, ed in quattro i pomodorini. Affettate il salame e dividete le fette a metà.

Per quanto riguarda la farcia, versate la panna in una ciotola e montatela con la frusta elettrica. Non appena inizierà ad addensarsi, unitevi anche il formaggio cremoso Exquisa.

Continuate a montare il tutto finché la crema non sarà soda e compatta, dunque, trasferitela in una sacca da pasticceria con la bocchetta liscia.

Ora arriva il bello! Decorate il primo disco di pasta frolla, ricoprendolo con fiocchetti di crema al formaggio.

Adagiatevi sopra il secondo cerchio e farcite nuovamente, quindi, decorate a piacere con pomodorini, olive, salame, ravanelli, biscottini di frolla, basilico greco e fiori di borragine. Prima di servire, lasciate la cream tart salata in frigorifero per almeno un’ora.

Buon appetito!

5/5 (654 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Polenta fritta

Polenta fritta, un eccellente piatto di recupero

Polenta fritta, un’idea semplice da fast food La polenta fritta è uno splendido esempio di cucina di recupero, infatti si prepara con gli avanzi della polenta, che vanno tagliati a fette o a...

Camembert al forno con timo e miele

Camembert al forno con timo e miele, ricetta...

Camembert al forno con timo e miele, un gradevole mix di sapori Il camembert al forno con timo, miele e noci è una ricetta della tradizione francese, nonché un’ottima idea per valorizzare uno...

Camembert con aglio e rosmarino

Camembert al forno con aglio e rosmarino, una...

Camembert al forno con aglio e rosmarino, un antipasto suggestivo Il Camembert al forno con aglio e rosmarino può essere definito un antipasto fuori dall’ordinario. A suo modo, il metodo di...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tramezzino con barbabietola

Sandwich con barbabietola, un pasto veloce e squisito

Sandwich con barbabietola, un meraviglioso incontro tra sapori Il sandwich con barbabietola può essere considerato uno spuntino delizioso, facile da preparare, nutriente e sano. E’ perfetto per i...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


07-10-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti