bg header
logo_print

Liquore di rucola, un concentrato di benefici

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Liquore di rucola
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 07 ore 00 min
cottura
Cottura: 10 min
dosi
Ingredienti per: 8 persone
Stampa
4.1/5 (7 Recensioni)

Liquore di Rucola: un digestivo che vi sorprenderà

Immaginate di concludere una cena tra amici con un digestivo non solo efficace ma anche originale. Vi presentiamo il liquore di rucola, un elisir che stuzzica la curiosità e delizia il palato. Questa bevanda, ancora poco conosciuta, è facile da preparare e promette di lasciare i vostri ospiti piacevolmente sorpresi.

La rucola, tipicamente utilizzata nelle insalate, è l’insospettabile protagonista di questo liquore. Con le sue note piccanti e leggermente amarognole, apporta un’insolita freschezza e un gusto vivace, lontano dai classici digestivi dolci o superalcolici. E non è tutto: è un’ottima alternativa per chi presenta intolleranze alimentari, essendo naturalmente priva di lattosio e glutine.

Preparare il liquore di rucola in casa è un’esperienza che combina la gioia del fai-da-te con la scoperta di sapori nuovi. La ricetta, semplice e lineare, richiede pochi ingredienti: alcool puro, acqua, zucchero di canna e naturalmente, rucola fresca. Il processo, che prevede la macerazione e la successiva filtrazione, si trasforma in un rito quasi magico, che culmina con la nascita di un liquore dal colore verde brillante e dall’aroma inconfondibile.

Questo liquore non è solo un piacere per il palato, ma anche un toccasana per la digestione, grazie alle proprietà benefiche della rucola. La preparazione inoltre può trasformarsi in un momento di condivisione, invitando amici e familiari a partecipare alla creazione di questo intrigante elisir.

Inoltre, per chi ama personalizzare le proprie creazioni, è possibile aggiungere spezie come pepe o anice, che si sposano perfettamente con il gusto deciso della rucola, per un risultato ancora più sorprendente.

Il liquore di rucola si posiziona come un’alternativa sofisticata e salutare ai digestivi tradizionali. Un sorso di questo elisir non solo chiude degnamente ogni pasto, ma apre anche la porta a un mondo di sperimentazioni aromatiche. Che aspettate? Lasciatevi provare questa esperienza unica e sorprendete i vostri ospiti con un finale di cena che non passerà inosservato.

Ricetta Liquore di rucola

Preparazione Liquore di rucola

Lavate velocemente e asciugate la rucola, asciugate con un panno. Utilizzate solo le foglie e non il gambo.

Mettete in infusione con l’alcool per circa 6/7 giorni le foglie.

Preparate lo sciroppo versando acqua e zucchero in una pentola coperta e fate bollire. Quando bolle spegnete e lasciate raffreddare con senza togliere il coperchio.

Nel frattempo filtrate l’infuso con un colino a maglie fini ricoperto da  un paio di strati di garza.

Una volta che lo sciroppo si è raffreddato aggiungete l’infuso.

Lasciate riposare per circa un mese prima di degustare

Ingredienti Liquore di rucola

  • 1/2 lt. di alcool a 95°
  • 1/2 lt di acqua
  • 300 gr. di zucchero di canna
  • 1 etto di rucola 

I benefici della rucola: quali sono?

La rucola, ingrediente principale di questo liquore, è una verdura caratterizzata da sorprendenti benefici. Prima di elencarli ricordiamo che appartiene alla famiglia delle Brassicaceae, ossia le crocifere. Si parla quindi di una delle verdure più sane che ci siano.

La rucola cresce spontaneamente nei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Fondamentale è ricordare che ne esistono due tipi: la rucola coltivata e la rucola che, invece, cresce selvatica. La seconda ha un sapore decisamente più forte ed è una pianta perenne. In entrambi i  casi la rucola si contraddistingue per un basso apporto calorico. Questo la rende particolarmente adatta alle diete ipocaloriche. I benefici della rucola non finiscono certo qui! Seguitemi nelle prossime righe per scoprire gli altri.

rucola

Viva la rucola, ricca d’acqua e di antiossidanti

I medici raccomandano di bere almeno due litri d’acqua al giorno. Non tutto questo apporto arriva però dall’acqua in bottiglia. Molto di quello che incameriamo quotidianamente dal punto di vista idrico deriva dagli alimenti che assumiamo. La rucola è uno dei migliori da questo punto di vista. Risulta inoltre caratterizzata da un contenuto notevole di antiossidanti. Questo la rende congeniale per chi vuole prevenire in maniera naturale i tumori.

Tra le altre proprietà nutrizionali che è il caso di ricordare sottolineiamo la presenza di calcio, un minerale fondamentale per la salute delle ossa. Da non trascurare è anche il contenuto di magnesio, un minerale che riveste un ruolo fondamentale nel contrasto al nervosismo e all’insonnia.

Non c’è che dire: questo liquore di rucola è un vero toccasana. Non resta che provare a prepararlo, per rendere ancora più speciali le cene con le persone più importanti. Siete pronti a correre in cucina? Come vedrete ci vuole molto poco, ma il risultato è garantito! I vostri ospiti rimarranno a dir poco soddisfatti e vi chiederanno come l’avete preparato.

La rucola: una fusione di piccantezza e nutrizione per le tavole moderne

Nel panorama culinario contemporaneo, la rucola si è guadagnata un posto di rilievo nelle cucine degli amanti dei sapori decisi. Questa erbatta piccante, conosciuta anche come rughetta o ruchetta, trae origine dal Mediterraneo e appartiene alla famiglia delle Brassicacee. Non solo un semplice insaporitore di piatti, la rucola offre una gamma sorprendente di benefici per la salute, grazie al suo alto contenuto di vitamine e minerali.

Dalla tradizione all’innovazione, la rucola ha viaggiato attraverso le epoche. Già apprezzata dagli antichi Romani per le sue proprietà afrodisiache e tonificanti, oggi si ritrova spesso ad adornare pizze gourmet o ad aggiungere un tocco pungente alle insalate. La sua versatilità non si ferma qui: salse, condimenti e persino cocktail si vestono di nuovo grazie al suo sapore distintivo.

Il gusto unico della rucola è dovuto ai composti solforati che contiene, che la rendono immediatamente riconoscibile al palato. Nonostante il sapore deciso, la rucola non sovrasta gli altri ingredienti, ma li complementa, permettendo la creazione di piatti equilibrati e aromatici.

L’uso della rucola non si limita alle foglie fresche; i semi, anch’essi commestibili, vengono utilizzati per produrre un olio dalle sfumature nocciolate. Questo olio, ancora poco conosciuto al grande pubblico, sta iniziando a catturare l’attenzione degli chef per il suo potenziale culinario.

La coltivazione della rucola è accessibile anche ai più inesperti. Cresce rapidamente e può essere raccolta continuamente, permettendo di avere un’insalata fresca sempre a disposizione. Questa resilienza rende un’aggiunta gratificante e sostenibile a qualsiasi orto urbano o balcone soleggiato.

Ricette liquori fatti in casa ne abbiamo? Certo che si!

4.1/5 (7 Recensioni)
Riproduzione riservata

6 commenti su “Liquore di rucola, un concentrato di benefici

  • Lun 3 Set 2018 | visciano maria ha detto:

    non trovo la ricetta???

    • Lun 3 Set 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Buongiorno ha ragione! Mancava una spunta… ora si vede

  • Dom 6 Set 2020 | Emanuele ha detto:

    Salve , ma fino a quanto si può mantenere il rucolino ( la sua ricetta). in altre ricette dice che bisogna consumarlo entro un mese.

    • Lun 7 Set 2020 | Tiziana Colombo ha detto:

      Emanuele si dovrebbe lasciare a riposo dopo la preparazione per minimo 1 mese e poi cominciare a gustarlo. Io sono arrivata a consumarlo fino a 8 mesi dalla preparazione

  • Ven 3 Nov 2023 | Chiara ha detto:

    Salve! Vorrei sapere se per farne venire meno (è la prima volta che lo faccio e non so se piacerà) posso dimezzare le dosi di tutti gli ingredienti. Grazie.

    • Ven 3 Nov 2023 | Tiziana Colombo ha detto:

      Certo Chiara, è possibile dimezzare le dosi di una ricetta. Se è la prima volta che prepari questo particolare prodotto e non sei sicuro che il risultato sarà di tuo gradimento, dimezzare gli ingredienti è un’ottima strategia per fare una prova. Assicurati di ridurre tutte le quantità mantenendo le proporzioni.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Bloody mary analcolico pomodoro e fragole

Bloody Mary analcolico, buono come l’originale ma leggero

Guarnizione ed origini del Bloody Mary La guarnizione del Bloody Mary analcolico è affidata a uno spiedino di frutta e verdura, una scelta che punta alla freschezza, soprattutto se si considera che...

Purple Cosmopolitan

Purple Cosmopolitan, la ricetta fruttata del famoso cocktail

Come preparare il liquore alle violette L’elemento che più caratterizza il Purple Cosmopolitan, almeno rispetto al Cosmopolitan propriamente detto, è il liquore di violette. E’ un liquore...

Punch natalizio al cocco

Punch natalizio al cocco, la bevanda per le...

Cosa sapere sul latte di cocco Buona parte del sapore di questo punch alcolico natalizio è dato proprio dal latte di cocco. Le sue note morbide e dolci emergono in modo preponderante, ma sono...