Tonno in vasocottura con insalata di frutta e verdura

Tonno in vasocottura con insalata di frutta e verdura
Commenti: 0 - Stampa

Un piatto sano e semplice che vi stupirà

Il protagonista di questa ricetta: tonno in vasocottura con insalata di frutta e verdura! C’è un alimento che amo mangiare in tutte le sue versioni, al naturale, sotto forma di tartare, alla griglia, persino sott’olio. Quale sarà secondo voi? Vi dico che è il tonno.

La ricetta che vi propongo è molto semplice e sana, adatta a chi segue un regime alimentare particolare o vuole perdere qualche chilo in vista della prova costume. Ovviamente non vi farò rinunciare al gusto!

È un piatto di contrasti, perché sfrutteremo il sapore dolce delle barbabietole rosse e del melone, l’asprezza del kiwi e della mela verde, per renderlo interessante al palato. Come se non bastasse, grazie alla vasocottura il tonno rimarrà tenero e succoso, mentre le carote ed il sedano conferiranno croccantezza al tutto. Fidatevi, rimarrete sbalorditi!

Tonno, il re dei mari e di questo piatto in vasocottura con insalata di frutta e verdura

Il tonno è un prodotto molto pregiato, il motivo risiede nel fatto che non viene allevato e che la sua pesca richiede molto tempo.

È un prodotto incredibile: contiene vitamina B, proteine ed acidi grassi polinsaturi, che hanno un effetto positivo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e cerebrali. Non mancano i sali minerali come potassio, ferro, fosforo e iodio, ma anche amminoacidi, che rinvigoriscono il nostro organismo.

La parte più importante è però costituita dagli Omega-3, enzimi toccasana, perché aiutano la circolazione sanguigna, migliorando il funzionamento di organi importanti come il cuore ed il cervello.

Tonno in vasocottura con insalata

Usare la vasocottura per ottenere in poche mosse un pasto sano

La vasocottura è una tecnica da utilizzare per cuocere gli alimenti in modo davvero semplice.. Anche se può sembrare complessa, con poche, semplici mosse si può ottenere un pasto sano e delizioso.

Ultimamente è sulla bocca di tutti perché viene spesso sfruttata dai grandi chef per preparare carni e pesci. Questo perché la sua caratteristica è quella di cuocere lentamente le pietanze, usando solo pochi elementi come olio, spezie ed aromi.

Di fatto, gli ingredienti si macerano nei loro stessi succhi, quindi il risultato che otterrete sarà una carne molto tenera, profumata e succosa.

Senza parlare della componente igienica e salutare: chiudendo ermeticamente i vasi di vetro eviterete da una parte di “contaminare” la pietanza, dall’altra non la salerete eccessivamente.

È il metodo più indicato per gli intolleranti al nichel, proprio per non rischiare che l’allergene contenuto negli strumenti da cucina possa finire nel nostro piatto. Credetemi, è un gioco da ragazzi! Questa ricetta puo’ essere mangiata dagli intolleranti al nichel sotto un regime di dieta a rotazione.

Dovrete solo riporre tutti gli ingredienti nell’apposito vaso di vetro, chiuderlo e, a seconda dell’elettrodomestico che avrete a disposizione, metterlo nel microonde a media potenza, oppure cuocerlo a bagnomaria sui fornelli, o, addirittura, in forno con modalità ventilata.

Provate, vi divertirete ed otterrete un risultato fenomenale!

Ed ecco la ricetta del Tonno in vasocottura con insalata di frutta e verdura

Ingredienti per 6 persone

  • 600 gr. di filetto di tonno
  • 1 foglia di alloro
  • pepe di Timut
  • 2 chiodi di garofano
  • 1 rametto di rosmarino, salvia e mirto
  • 100 gr. di carote
  • 100 gr. di sedano
  • 1 limone
  • 100 gr. di barbabietole rosse cotte
  • 100 gr. di pesche
  • 1 mela verde
  • 100 gr. di kiwi
  • 100 gr. di melone
  • acqua frizzante
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. sale

Preparazione

Iniziate dalla preparazione del tonno. Tagliatelo a tranci, conditelo con sale e pepe, quindi riponetelo nei vasi da cottura con l’alloro, i chiodi garofano, la scorza di mezzo limone, il pepe in grani ed il rosmarino.

Prima di chiudere ermeticamente i vasi per la vasocottura con gli appositi ganci, coprite il tutto d’olio ed infornate in forno a vapore a 60°C per circa 2 ore.

Trascorse le due ore, lasciate riposare il tonno in frigorifero per almeno 24 ore.

Passate alla preparazione dell’insalata di frutta e verdura.

Innanzitutto tagliate la mela verde a fette, disponetela in una bacinella e copritela con l’acqua frizzante. Per far sì che mantenga il suo colore brillante, conservatela in frigorifero.

Tagliate il sedano a julienne, per quanto riguarda le carote, tagliate invece a mandolina nel senso della lunghezza. Quindi riponetele in acqua e ghiaccio, in modo che diventino croccanti.

Sbucciate le barbabietole e tagliatele a spicchi. Lo stesso procedimento applicatelo al resto della frutta.

Nel frattempo preparate un’emulsione, mescolando olio e succo di limone, che vi servirà per condire il piatto.

Finalmente potete togliere il tonno dal contenitore!

Asciugatelo, disponetelo nei piatti da portata con la verdura e la frutta tagliata, quindi guarnite con l’emulsione preparata.

Buon appetito!

5/5 (451 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Salsiccia e caponata

Salsiccia e caponata in vasocottura, poco calorico

Salsiccia e caponata in vasocottura: un piatto che non fa ingrassare Salsiccia e caponata: due termini che, accostati, fanno certamente pensare a un piatto molto grasso, dall’apporto calorico...

Tortino di patate e finferli

Tortino di patate e finferli in vasocottura, gustoso!

Il segreto del tortino di patate e finferli in vasocottura Il segreto del tortino di patate e finferli in vasocottura non sta nella scelta degli ingredienti, che appare comunque molto azzeccata, ma...

Crema alla rosa

Crema alla rosa in vasocottura con crumble al...

Un dessert al cucchiaio semplicemente sublime La crema cotta in vasocottura alla rosa con crumble al pistacchio è un dessert meravigliosamente aromatico ma delicato. Questa delizia chic è adatta...

Anatra in vasocottura con misticanza

Anatra in vasocottura con misticanza, alta cucina

Per una cena di alta classe ci vuole tempo Oggi non ci accontentiamo e per questa insalata di misticanza e agrumi con petto d’anatra in vasocottura desideriamo prenderci tutto il tempo necessario....

Pollo in olio cottura con cavolini

Pollo in oliocottura con cavolini, delicato

Il pollo in oliocottura, una modalità da riscoprire Per la ricetta del pollo in oliocottura con cavolini di Bruxelles e salsa di lamponi abbiamo rispolverato una tecnica di cottura antica. La...

Carciofi alla vaniglia in vasocottura

Carciofi alla vaniglia in vasocottura, una prelibatezza

Carciofi in vasocottura, una bontà senza tempo La preparazione dei carciofi alla vaniglia in vasocottura è molto più semplice di quanto si possa pensare. Questa tecnica di cottura dalle origini...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


04-09-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti