Piatto unico di verdure e carne in vasocottura, bontà salutare

Tempo di preparazione:
piatto unico di verdure e carne marcomayer

Piatto unico di verdure e carne: quando la vasocottura fa la differenza

Per la preparazione di un buon piatto unico di verdure e carne è bene considerare la vasocottura. Non molte persone conoscono la vasocottura e alcune la conoscono, ma non l’hanno mai considerata più di tanto. La verità è che abbiamo a che fare con una tecnica che ci permette di portare in tavola un goloso e sostanzioso piatto unico di verdure e carne, ma anche tante altre ricette, senza alterare troppo le qualità organolettiche e nutrizionali degli alimenti. Perciò, penso che sia arrivato il momento di dare qualche chances in più alla vaso-cottura e usarla più spesso in cucina… Non siete d’accordo?

Non è difficile metterla in atto e non serve essere degli chef per trasformarla in una sana abitudine casalinga: basta avere a disposizione un contenitore/barattolo di vetro adatto e passare alla cottura a bagnomaria o in forno a vapore. In questo modo, si potranno preparare tante ricette, come quella del piatto unico di verdure e carne, per poi gioire di sapori intensi e di una buona dose di sostanze nutritive!

I vantaggi della vasocottura: entriamo nel dettaglio

Come dicevo prima, questa modalità di cottura aiuta a conservare le proprietà organolettiche (compresi i profumi) e nutrizionali degli alimenti. Pertanto, si parla di vantaggi in termini di sapori, odori, colori e apporti di sostanze nutritive. Come potrete rendervi conto dopo aver provato il piatto unico di verdure e carne, la vaso-cottura avviene con l’applicazione diretta del sottovuoto e permette inoltre di cucinare con pochi grassi e spesso in minor tempo.

Si tratta di una modalità di cottura interessante persino per quanto riguarda la conservabilità degli alimenti: ne allunga la durata e, quando la pietanza viene lasciata chiusa anche dopo la cottura, consente di mettere in dispensa dei pasti pronti e gustosi. Questo vuol dire che potrete consumare il vostro piatto unico di verdure e carne in un secondo momento (ma non dopo troppo tempo!), contando su un sapore impeccabile e sull’esperienza culinaria offerta dai numerosi aromi “trattenuti” nel barattolo. (In base agli alimenti, la conservabilità può aumentare in modo più o meno notevole.)

Un altro po’ di teoria… le proprietà di un buon piatto unico di verdure e carne

Dopo aver parlato della “cottura in barattolo”, è utile focalizzarci un attimo sugli ingredienti del piatto unico di verdure e carne, passando poi alle modalità di preparazione. A questo proposito, dovreste ricordare che con questa pietanza porterete in tavola tutto ciò di cui il vostro organismo ha bisogno… non a caso si tratta di un piatto unico! Avrete a disposizione un elevato quantitativo di vitamine (in particolare A e C), minerali (come ferro e potassio) e antiossidanti, grazie alla carota, alla zucchina, al sedano e ai fagiolini.

Chiaramente, non potranno mancare le proteine, i lipidi e i notevoli livelli di vitamine del gruppo B, proposti dalla carne di vitello e pollo. Infine, il vostro palato avrà la possibilità di incontrare quello speciale tocco di gusto e profumo… che solo l’alloro e il pepe nero possono regalare ai nostri pasti, soprattutto quando vengono combinati tra loro in un piatto unico di verdure e carne in vaso-cottura! Niente lattosio e niente glutine per una pietanza speciale… che andiamo subito a preparare!

Questa è una ricetta di Danilo Angè. Mi sta insegnando una moltitudine di cose e lo ringrazio.

Ingredienti per 4 persone

  • una carota media
  • una zucchina media
  • un gambo di sedano
  • 60 gr. di vitello scamone
  • 80 gr di fagiolini
  • 60 gr. di bacon
  • 60 gr. di filetto di pollo
  • 6 foglie di alloro
  • 8 grani di pepe nero
  • q.b. brodo vegetale

Preparazione

Lavate le verdure sotto abbondante acqua fresca quindi, dopo averle mondate, sbianchitele in abbondante acqua salata, conservando i brodo ricavato.

Disponete in quattro vasi le verdure e la carne cruda, poneteci parte del brodo, sale, aromi e olio a vostro piacere e quindi sigillate i vasi.

Cuocete quindi in forno a vapore a 80° oppure a bagnomaria per circa un’ora quindi una volta cotte aprite i vasi e serviteli in tavola senza ulteriori impiattamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *