Come fare le crepes : ecco i miei consigli

I segreti base per preparare le crepes

Saper fare le crepes è una vera salvezza, specie in occasione di feste, compleanni e buffet con tanti invitati. Versatili, gustose, facili da realizzare, le crepes, sia nella versione salata che in quella dolce, piacciono davvero a tutti. Dalle origini ad oggi, le cose non sono cambiate molto. Queste preparazioni infatti, per chi non lo sapesse, vantano una storia che affonda le sue origini nella notte dei tempi.

Conoscere origini e curiosità sulle crepes è doveroso se vogliamo davvero apprezzare questa preparazione amatissima da grandi e piccini. Le crepes hanno infatti una storia molto antica e se è vero che il Paese in assoluto considerato madre patria è la Francia, è altrettanto vero che trattasi di una preparazione che si ritrova in molte culture, non solo in quella francese.

Le origini delle crepes sono antichissime: lo dimostra la semplicità del loro impasto fatto con l’uso di pochissimi ingredienti, tutti naturali, un impasto che, in base al tipo di consistenza che si vuole ottenere, più o meno solido, e in base al tipo di cottura scelto, ad esempio cottura su piastra, su pietra, ecc. può dare origine al pane arabo, alle piadine, alle tortillas.

CREPES senza uova e latte con verdure grigliate e mozzarella senza lattosioCosa rende così curiose ed amate le crepes

L’accezione del termine non è certo casuale. Il nome crepes, infatti, evoca la sua superficie increspata, ondulata, che ne fa uno degli aspetti più curiosi alla vista. Quello che non può mancare è il ripieno: ogni popolazione ne adotta uno o più in base agli ingredienti tipici.

Origini e curiosità sulle crepes vanno di pari passo con gli ingredienti più utilizzati in ogni Paese del mondo. In Italia trionfano, nella versione salata, quelle con prosciutto cotto e formaggio a scelta, quelle con pomodori a fette e mozzarella, nella versione dolce golosissime sono quelle con crema spalmabile al cioccolato, alla nocciola, con gelato, ecc.

Le crepes, erano piuttosto povere. Oltre all’impasto base c’era poco da aggiungere. Bastava dello zucchero a granella per renderle dolci e un po’ di olio e sale per farne una golosissima versione salata. Oggi le cose vanno molto diversamente e i nostri supermercati ci offrono di tutto di più. Tuttavia, spetta a noi scegliere, sempre tenendo conto di possibili intolleranze alimentari da parte di chi dovrà consumarle.

Il consiglio è quello di non stravolgere però la ricetta base, che è quella da rispettare. Origini e curiosità ci impongono di mantenere infatti alla tradizione che vuole, come vedremo, dei precisi accorgimenti relativi all’impasto, ai metodi di cottura e alla chiusura delle crepes così da ottenere presentazioni anche molto eleganti e carine, che non mancheranno di riscuotere successo tra amici e parenti.

Per preparare delle gustose crepes occorrono pochi ingredienti e pochissimo tempo, tuttavia, per dei risultati al top è bene seguire alcuni accorgimenti. Da generazione in generazione si tramandano dei preziosi segreti che riguardano l’impasto, la cottura e anche il metodo perfetto con il quale chiuderle. Ve li sveleremo.

crepes fonio con spinaci ricotta e besciamella crepes fonio spinaci ricotta ver al

Varianti: crepes senza uova – crepes senza latte

Non dimentichiamo mai che tra i nostri invitati potrebbe esserci qualcuno che è intollerante al lattosio o che non può mangiare uova. Sebbene sembra trattarsi di due ingredienti must have, quindi irrinunciabili, tuttavia non è così. Vi insegneremo come realizzare crepes senza latte e senza uova, adatte agli intolleranti che nulla hanno da invidiare a quelle che si ottengono con un comune impasto a base appunto di farina, uova e latte.

Fare le crepes significa conoscere le basi di un impasto che può essere con gran successo ed in maniera estremamente versatile adattato sia al gusto dolce che a quello salato. Di idee ve ne sarebbero davvero tante, basta avere la guida giusta e qualche dritta per ottenere risultati sorprendenti. Ed è proprio quello che faremo nei prossimi articoli.

Come chiudere una crespella

 

Più difficile a dirsi che a farsi: come chiudere la crespella

Sembrerà banale, ma anche chiudere la crespella richiede qualche piccolo accorgimento. Sì, perché in verità di modi per farlo ve ne sono tanti, non uno solo. Realizzare in casa le crepes con tutti i massimi accorgimenti non basta per avere i risultati desiderati se poi non provvediamo a richiuderle con arte, scegliendo uno dei vari modi possibili.

Allora, fare le crepes al meglio è possibile se curiamo l’impasto, se seguiamo la cottura al meglio, ma attenzione a non trascurare il modo con cui chiuderle. A ventaglio, a cannolo, ripiegate su se stesse o chiuse con un filo di erba cipollina: ecco alcuni simpatici modi con i quali presentare al meglio le nostre crepes… ma di questo avremo modo di parlarne in un articolo apposito.

Print Friendly, PDF & Email

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelle per votare!

Nessun voto, sii il primo a votare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *