bg header
logo_print

Ghiaccioli alla pesca, una delizia da non perdere

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Ghiaccioli alla pesca
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 5 ore 10 min
cottura
Cottura: 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (6 Recensioni)

Ghiaccioli alla pesca, un dessert che rinfresca

I ghiaccioli alla pesca sono un classico dessert estivo. Sono dei ghiaccioli fatti in casa freschi, gustosi, colorati e dolci quanto basta per dare sollievo durante la calura, o anche solo per trascorrere un momento di relax. La buona notizia è che sono veramente facili da preparare, a tal punto da coinvolgere solo una manciata di ingredienti: pesche, sciroppo e acqua gasata. Le pesche rappresentano l’ingrediente principale e sono responsabili del sapore e del colore. Lo sciroppo, invece, fornisce la giusta dose di dolcezza, mentre l’acqua gasata allunga il composto e permette il processo di congelamento.

I ghiaccioli alla pesca presentano alcune peculiarità. Tanto per cominciare lo sciroppo non è uno sciroppo qualsiasi, ma viene realizzato con lo yacon, una radice utilizzata soprattutto nella cucina orientale. In secondo luogo gli stampi per ghiaccioli dovrebbero essere in silicone. Il silicone è un materiale percepito come poco naturale, ma che offre molto quando in gioco ci sono temperature “estreme” come in questo caso. La conducibilità termica del silicone è bassa, dunque il composto si congela in modo omogeneo e non rischia di attaccarsi.

Ricetta ghiaccioli alla pesca

Preparazione ghiaccioli alla pesca

Per preparare i ghiaccioli alla pesca iniziate sbucciando le pesche e tagliandole a fettine. Poi versate nel frullatore tre quarti delle pesche, lo sciroppo e l’acqua, infine azionate fino ad ottenere una crema liscia e omogenea.

Ora riempite gli stampi a metà con il composto e inserite qualche fettina di pesca. Infine chiudete gli stampi e metteteli nel congelatore, facendo attenzione che stiano perfettamente in orizzontale. Lasciateli raffreddare per 4-5 ore prima di sformarli. Per farli staccare facilmente scaldateli fra le mani per qualche istante prima di toglierli dagli stampi.

Ingredienti ghiaccioli alla pesca

  • 3 pesche
  • 1 cucchiaio di sciroppo di yacon
  • 150 dl. di acqua gasata.

Un focus sulla pesca

Il protagonista di questi ghiaccioli è ovviamente la pesca, un frutto apprezzato da tutti in virtù del suo sapore equilibrato e del suo profumo spiccato. E’ uno dei frutti più sazianti in assoluto, in quanto è ricco di acqua ed è molto succoso. Al netto delle tante varianti a disposizione, vanta anche un eccellente profilo nutrizionale.

Le pesche sono ricche di vitamina C, come quasi tutta la frutta mediterranea. Questa sostanza potenzia le difese dell’organismo e favorisce il metabolismo del ferro, un dettaglio importante per chi soffre di anemia. La pesca è anche ricca di vitamina A, che giova alla vista, e di betacarotene. Queste due sostanze, combinate insieme, impattano in modo positivo sulla salute della pelle. Non mancano infine i sali minerali, tra cui il potassio e il magnesio.

Ghiaccioli alla pesca

Quale pesca utilizzare per i nostri ghiaccioli?

I ghiaccioli alla pesca si basano su un frutto con un’elevata quantità di zuccheri, che non fa aumentare la glicemia e vanta un apporto calorico tutto sommato contenuto: 30 kcal per 100 grammi. A questo punto vale la pena chiedersi: qual è la varietà di pesca più adatta alla preparazione dei ghiaccioli? Vista la necessità di frullare la polpa, unendola allo sciroppo e all’acqua gasata, dovrebbe andare bene una varietà di pesca che esprime morbidezza e una quantità di liquidi adeguati. La pesca gialla, che è la più diffusa in assoluto, va bene se è molto matura in quanto è ancora più morbida.

Sono adeguate anche la tabacchiera e la percoca, che sono entrambe succose e soffici. Potrebbero causare qualche problema, invece, la pesca noce e la bianca, che hanno una consistenza molto importante e tendono ad essere ricche di filamenti, che non legano molto bene in un frullato.

Le interessanti proprietà dello sciroppo di yacon

L’ingrediente più particolare della ricetta dei ghiaccioli alla pesca è lo sciroppo di yacon. Di cosa si tratta nello specifico? Ovviamente è il liquido estratto e trattato dello yacon, che è una radice. Se ne ricava così un composto viscoso, molto dolce e allo stesso tempo aromatico. Insomma è un ingrediente ideale non solo per dolcificare con gusto, ma anche per impreziosire impasti e altre preparazioni di pasticceria. Lo sciroppo di yacon è da preferire agli sciroppi classici per i suoi zuccheri salubri, che non fanno aumentare più di tanto la glicemia. Un dettaglio non di poco conto per i diabetici, che dovrebbero prestare la massima attenzione ai prodotti dolci.

Inoltre lo yacon contribuisce a tenere a bada il colesterolo cattivo, responsabile di molti problemi cardiaci e di qualche patologia potenzialmente fatale. Lo yacon regolarizza la flora intestinale e impatta anche sul metabolismo dei carboidrati, a tal punto da ridurre il rischio obesità. Ottimo è anche l’apporto di sali minerali e antiossidanti, che rallentano l’invecchiamento e aiutano a prevenire il cancro. In ragione di ciò, almeno nelle tradizioni orientali, lo yacon ricopre un ruolo anche nella medicina naturale ed è considerato una specie di farmaco. Lo sciroppo di yacon va unito alla polpa delle pesche e all’acqua gasata nel frullatore, in questo modo insaporirà il composto e lo renderà dolce al punto giusto. Fate attenzione però a non esagerare con le dosi, in quanto lo yacon può trasformarsi in una sorta di lassativo.

Ricette con le pesche ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (6 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rotolini di piadina con nutella e banana

Rotolini di piadina con nutella e banana, ottimi...

Le numerose varianti dei rotolini di piadina ripieni La nutella è tra gli ingredienti protagonisti di questi rotolini di piadina. E’ una soluzione facile per ottenere un ripieno gustoso e...

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...