bg header
logo_print

Colazione in ufficio con madeleine, kiwi e acqua di aloe

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

colazione in ufficio con madeleine
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (3 Recensioni)

Colazione in ufficio con madeleine, un’idea efficace

Oggi vi presente una perfetta colazione in ufficio con madeleine, kiwi e acqua di aloe. La colazione è il pasto più importante della giornata ed è pensata per apportare i nutrienti giusti, dunque per soddisfare le esigenze delle ore mattutine. Certo, le attività in ufficio impongono una certa sedentarietà, ma richiedono anche concentrazione. Ragione per cui una colazione perfetta deve essere leggera ma allo stesso tempo sostanziosa. Propongo nello specifico delle semplici madeleine realizzate con farine “particolari”, accompagnate da un frutto dal carattere detossinante, come i kiwi, e da bevande salutari. Vi consiglio per l’occasione l’acqua di aloe e il chai the, che offrono molto non solo in quanto a proprietà nutrizionali ma anche dal punto di vista del gusto.

Le madeleine sono dolcetti tipici della tradizione francese ma vengono consumati anche dalle nostre parti. Prendono la forma di una conchiglietta, dovuta allo stampo in cui sono cotte. Come consistenza assomigliano ai muffin, ma il sapore ricorda i plumcake. Sono incredibilmente semplici da realizzare, sebbene si prestino a molte varianti, soprattutto per quel che concerne gli aromi. Di base vengono incorporati limone e vaniglia, ma se ne può fare tranquillamente a meno.

Ricetta madeleine

Preparazione madeleine

Per preparare la colazione in ufficio con madeleine, kiwi e acqua di aloe procedete così. Setacciate le farine e mescolate in una terrina. Unite il fruttosio e il bicarbonato, poi aggiungete l’olio di riso, lo yogurt e il tuorlo. Lavorate con una spatola fino ad ottenere un composto senza grumi. Montate a neve l’albume e aggiungetelo all’impasto delicatamente e poco alla volta. Incorporate il tutto lavorando con movimenti dal basso verso l’alto. Infine imburrate gli stampi da madeleine e versate un cucchiaio di impasto su ogni forma.

Cuocete in forno statico già caldo a 180° per circa 18 minuti. Controllate con uno stecchino l’umidità delle Madeleine e, se estraendolo lo troverete asciutto, sfornate i dolci. Togliete le Madeleine dallo stampo e fatele raffreddare su una gratella. Confezionate le madeleine all’interno delle schiscette (o qualsiasi altro contenitore preferiate) insieme ai kiwi. Portate con voi anche l’acqua di aloe per una colazione in ufficio buona e salutare.

Ingredienti madeleine

  • 100 gr. di farina di farro integrale
  • 100 gr. di farina di riso
  • 1 vasetto di yogurt vegetale
  • 1 uovo intero
  • 65 gr. di olio di riso
  • 100 gr. di fruttosio
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato.

Il ruolo dei kiwi per una colazione in ufficio davvero salutare

La colazione in ufficio, come tutte le colazioni del resto, dovrebbe sempre contenere almeno un frutto. D’altronde la mattina è il miglior momento per consumare la frutta in quanto si incamerano vitamine e sali minerali necessari a sostenere le fatiche della giornata senza appesantire lo stomaco. Perché proprio il kiwi? Innanzitutto perché è buono e salutare. In secondo luogo perché aumenta le capacità di assorbimento del ferro, una sostanza fondamentale per la buona ossigenazione dell’organismo. Tale qualità è data dall’abbondanza della vitamina C, che potenzia anche il sistema immunitario.

Il kiwi apporta anche tanta vitamina E, una sostanza che funge da antiossidante e aiuta a prevenire il cancro. Sempre in quanto tale, la vitamina E rallenta l’invecchiamento e inibisce l’azione dei radicali liberi. Non mancano poi i sali minerali, come potassio e calcio. Infine il kiwi “mette in ordine” lo stomaco e l’intestino, stimolando la digestione. L’apporto calorico non è affatto alto per essere un frutto esotico: siamo sulle 60 kcal per 100 grammi. Esistono differenti tipi di kiwi, infatti possono variare moltissimo a seconda del grado di maturazione. Se li preferite dolcissimi vi consiglio di optare per i kiwi molto maturi. Se invece preferite un sapore più acidulo e una consistenza più soda, scegliete kiwi mediamente maturi.

focus aloe

Perché  l’acqua di aloe fa così bene?

Lo scopo di una buona colazione in ufficio è anche quello di integrare i liquidi. Per l’occasione vi propongo l’acqua di aloe e il chai te. L’acqua di aloe non è nient’altro che il succo delle foglie dell’omonima pianta. Il sapore è leggermente dolciastro, un po’ aromatico e molto gradevole. Apporta molti nutrienti rari rispetto agli altri succhi di frutta e alle centrifughe, infatti è ricca di antiossidanti e di sostanze che esercitano una funzione terapeutica. Il succo di aloe, in genere, può essere considerato un immunostimolante naturale, un discreto antinfiammatorio e soprattutto un formidabile digestivo.

Per quanto concerne il chai the, si caratterizza per la presenza di molte spezie, come i chiodi di garofano e i semi di cardamomo. Non manca nemmeno la cannella, che funge da dolcificante. In alcune culture, poi, si aggiunge l’anice stellato. L’ingrediente principale, invece, è dato dalle foglie di thè nero, che si caratterizza per un aroma molto “profondo” e per le formidabili capacità antiossidanti.

Come preparare l’impasto delle madeleine?

Preparare le madeleine per questa colazione in ufficio non è affatto complicato. D’altronde le madeleine sono spesso tra i primi dolci che prepara chi si avvicina alla pasticceria. Inoltre si prestano a molte varianti, proprio come accade in questo caso. L’impasto è realizzato non già con la classica farina doppio zero, bensì con quelle di riso e di farro integrale. La farina di riso, in genere usata dai celiaci per l’assenza di glutine, spicca per il sapore delicato e per l’abbondanza di amido, che giova alla texture dell’impasto. Inoltre è ricca di vitamine e sali minerali. Ancora più ricca di sali minerali è la farina di farro, che in aggiunta apporta una quantità straordinaria di fibre. Ciò rende le madeleine come un toccasana per l’intestino, pur conservando la loro natura di “dolcetto”.

Per quanto concerne l’impasto, si inizia mescolando le farine già setacciate con il fruttosio e il bicarbonato, poi si integrano i liquidi, ovvero lo yogurt e l’olio di riso, e si completa con una bella montata di albumi. La cottura, infine, non pone in essere problematiche di sorta. Essa avviene al forno preriscaldato a 180 gradi per 18 minuti. Il consiglio è di fare la prova dello stecchino prima di sfornare i dolcetti, ossia infilate uno stecchino, se rimane asciutto vuol dire che le madeleine sono pronte.

Ricette colazioni ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Brandani Gift Group

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pancakes senza burro

Pancakes senza burro, la colazione per chi ha...

Di cosa sa la farina di grano saraceno La vera protagonista della ricetta dei pancakes senza burro è la farina di grano saraceno. Fa parte dei cosiddetti “grani antichi”, ovvero quei cereali...

Loco moco

Loco moco, una corposa colazione hawaiana

Quale riso utilizzare per il loco moco? Benché non richieda chissà quale impegno, la cottura del riso è importante, d’altronde funge da base per l’intera ricetta. Occorre fare attenzione...

Ymerdrys con frutti di bosco

Ymerdrys con frutti di bosco, il dessert ricco...

Il gusto e le proprietà del pane di segale Il protagonista della ricetta del ymerdrys con frutti di bosco è ovviamente il pane di segale. Esso spicca per i sentori decisamente rustici ma allo...