bg header
logo_print

Spaghetti con brodo di funghi shiitake, unici

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Spaghetti con brodo di funghi shitake
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 2 or
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Spaghetti con brodo di funghi shiitake, un primo diverso dal solito

Gli spaghetti con brodo di funghi shiitake sono un primo piatto suggestivo, frutto della creatività ma anche dell’ambizione di integrare i principi della cucina nipponica con altri marcatamente mediterranei. Un approccio che apre nuovi scenari ed è in grado di regalare piatti unici. E’ proprio il caso degli spaghetti con i funghi shiitake, in cui di “giapponese” troviamo il metodo di preparazione (decisamente “brodoso”) e i funghi; mentre di mediterraneo troviamo gli spaghetti e le verdure a contorno.

Nonostante il carattere fusion, la ricetta è molto semplice da realizzare. La preparazione richiede solo un po’ di tempo, se non altro perché i funghi si trovano in forma disidratata ed è necessario farli rinvenire. Il brodo invece non pone ostacoli di sorta, e lo stesso si può dire degli spaghetti. A proposito, gli spaghetti sono realizzati con farina di lenticchie gialle, un legume che spicca per l’abbondanza di betacarotene, che stimola l’assorbimento della vitamina A. La lenticchia è inoltre un legume del tutto privo di glutine, sicché la ricetta nel suo complesso è compatibile con le esigenze dei celiaci.

Ricetta spaghetti con brodo di funghi shiitake

Preparazione spaghetti con brodo di funghi shiitake

Ammollate i funghi shiitake in acqua tiepida per circa 4 ore, tenendo la temperatura dell’acqua costante il più possibile. Dovranno essere reidratati, ma non perdere la consistenza.

Versate in una pentolai ½ lt di acqua fredda, il cipollotto, la carota, lo spicchio d’aglio sbucciato e i funghi reidratati. Cuocete pe circa 2 ore a una temperatura non superiore agli 80°.

Circa 20 minuti prima della fine della cottura aggiungere il pepe.

Cuocere in acqua salata gli spaghetti al dente. Scolate i funghi e tenere da parte il brodetto.Saltare gli spaghetti con olio extravergine e i funghi.

Servite versando in ogni piatto il brodetto e decorate con una foglia di spinacino fresco.

Ingredienti spaghetti con brodo di funghi shiitake

  • 320 gr. di spaghetti di lenticchie gialle
  • 400 gr. di funghi shiitake
  • un cipollotto
  • una carota
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • qualche grano di pepe di Timut
  • 4 foglie di spinacino
  • q. b. di sale.

Le proprietà dei funghi shiitake

I protagonisti di questi spaghetti con brodo sono i funghi shiitake. Sono una varietà di funghi tipica del Giappone, ma ormai diffusi anche dalle nostre parti in virtù di un sapore particolare che si fa apprezzare da tutti. Questo tipo di funghi sono deliziosi ed esprimono sentori lievemente pungenti e aciduli. Sono anche molto versatili, sebbene vengano venduti nella forma disidratata, quindi vanno ammollati prima di utilizzarli nelle preparazioni.

L’ammollo dura circa quattro ore, durante le quali l’acqua deve mantenere una temperatura costante per conservare la proverbiale morbidezza dei funghi. Gli shiitake possono dire molto anche dal punto di vista nutrizionale. A differenza di molti funghi, contengono sia proteine che carboidrati, dunque si profilano come alimenti completi. Non mancano poi i sali minerali (magnesio, rame, fosforo e zinco) e la vitamina D, che giova al sistema immunitario come poche altre sostanze.

Quali verdure usare per gli spaghetti con brodo di funghi shiitake?

Gli spaghetti con brodo di funghi shiitake appaiono come un primo piatto decisamente giapponese. Sono infatti brodosi, caldi ed esprimono sapori complessi e delicati allo stesso tempo. Tuttavia presentano anche un carattere mediterraneo. Questo è dato non solo dagli spaghetti, ma anche dalle verdure che vengono chiamate in causa per supportare la cottura dei funghi. Sto parlando dei cipollotti, delle carote e degli spinacini, che incidono sul sapore e sul colore di questo splendido piatto.

I cipollotti regalano sentori delicati, almeno rispetto alla cipolla, ma non presentano differenze in termini di nutrienti. Dunque sono ricchi di vitamina C, vitamina A, zinco, zolfo e altre sostanze nutritive. Le carote, invece, sono ricche di vitamina A e di betacarotene, una sostanza antiossidante che ne stimola l’assorbimento. Gli spinacini, infine, spiccano per l’abbondanza di fibre e per la capacità digestiva e diuretica.

Spaghetti con brodo di funghi shitake

Il contributo del pepe di Timut

Un ulteriore tocco esotico agli spaghetti con brodo di funghi shiitaki è garantito dal pepe di Timut. Questo va aggiunto direttamente nel brodo, quando mancano una ventina di minuti al termine della cottura. Il pepe di Timut, a dispetto del nome, è una bacca. Il colore è molto intenso, tanto da impattare sulla presentazione dei piatti. Il sapore però è tutt’altro che pungente, anzi esprime sentori fruttati e agrumati; alcune varietà sanno addirittura di pompelmo.

Come se non bastasse, questo tipo di pepe fa anche bene alla salute. Nello specifico stimola la diuresi e la digestione come poche altre sostanze. Inoltre contribuisce a risolvere infiammazioni e infezioni, in quanto agisce come antibatterico e blando antivirale. Proprio per queste sue proprietà è impiegato nella medicina naturale della tradizione asiatica. Infine è ricco anche di antiossidanti, sostanze che rallentano l’invecchiamento e aiutano a prevenire il cancro.

Come preparare il brodo degli spaghetti con funghi shiitake

La componente più importante di questa ricetta è il brodo di funghi shiitake, o per meglio dire il “brodetto” vista la sua estrema leggerezza. Prepararlo è un gioco da ragazzi: si versa mezzo litro di acqua fredda in una pentola, poi si “tuffano” i funghi ormai rinvenuti, lo spicchio di aglio pelato, il cipollotto e la carota. Terminata questa fase si accende a fiamma bassa e si cuoce per almeno due ore, facendo attenzione che la temperatura dell’acqua non superi gli 80 gradi. Infine, 20 minuti prima del termine della cottura va inserito il pepe di Timut.

Gli spaghetti invece vanno cotti in abbondante acqua salata. Poi vanno uniti ai funghi e arricchiti con un po’ di brodo, sufficiente a creare un piatto abbastanza equilibrato. Infine la guarnizione è garantita dalle foglie di spinacino fresco.

Ricette primi piatti ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spaghetti con asparagi e totani

Spaghetti con asparagi e totani, un primo tra...

Cosa sapere sugli asparagi viola I protagonisti di questa ricetta, nonché gli ingredienti che la valorizzano maggiormente, sono gli asparagi viola. Rispetto agli asparagi classici non si...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...