Plumcake alle ciliegie e mandorle, un ottimo dolce estivo

Plumcake alle ciliegie e mandorle
Stampa

Plumcake alle ciliegie e mandorle, un dessert dal sapore delicato e profumato

Il plumcake alle ciliegie e mandorle è un dolce da forno che unisce la freschezza della frutta con il profumo delle mandorle. È l’ideale per le merende dei bambini, ma anche per essere apprezzato a colazione. La nostra ricetta esclude burro e latte diventando così perfetta anche per chi soffre di intolleranza al glutine e al lattosio. Questo dolce presenta una preparazione abbastanza semplice e una bontà tutta da gustare. In effetti le ciliegie, ingredienti fondamentale del plumcake, sono dei frutti dal sapore intenso e dal profumo delicato. Considerando che la bontà risiede nelle ciliegie, occorre fare molta attenzione affinchè siano mature e possano amalgamarsi meglio con l’impasto. È consigliabile scegliere ciliegie biologiche, così da assaporare a pieno tutta la loro bontà.

Le ciliegie si contraddistinguono per il basso indice glicemico, quindi possono essere consumate anche da chi sta seguendo un particolare regime alimentare. Tra le loro caratteristiche nutrizionali troviamo una buona quantità di potassio, rame, magnesio ma anche molte vitamine del gruppo B. Inoltre, alle ciliegie sono state riconosciute interessanti proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.

Farina e latte di mandorla, due ingredienti preziosi e salutari

La farina è un elemento indispensabile per la preparazione della maggior parte dei dolci, ma quella tradizionale contiene glutine. Dunque, per rendere adatto a tutti questo plumcake alle ciliegie e mandorle, ho sostituito alla normale farina quella di mandorle. Quest’ultima si ottiene dalla macinazione di mandorle pelate e sgusciate, e presenta un sapore delicato e un’elevata versatilità. Oltretutto, apporta molti micronutrienti importanti per l ‘organismo ed una buona dose di energia per le attività quotidiane. E un’importante fonte di magnesio, un valido aiuto anche in caso di stress o insonnia. Rispetto alla farina di cereali ha meno carboidrati e più proteine, meglio definite come proteine vegetali. Infine, non bisogna dimenticare che è anche una fonte importante di omega 3, non a caso ne viene consigliato un uso quotidiano anche per tenere sotto controllo il colesterolo e la glicemia.

Plumcake alle ciliegie e mandorle

L’unico neo da evidenziare è che ogni 100 grammi di farina di mandorle si apportano 581 calorie, quindi occorre usarla con moderazione. Proprio per questo, nel nostro plumcake alle ciliegie e mandorle, viene utilizzata assieme alla farina di riso. Rimanendo in tema di intolleranze, in sostituzione del latte è stata introdotta una bevanda di mandorle, molto cremosa e leggera per rendere omogeno l’impasto. La si può acquistare, oppure realizzare in casa, ottenendo comunque un risultato ottimale. Nonostante i suoi benefici, questo tipo di bevanda è stata un po’ messa da parte rispetto al latte di mucca, in quanto ha un minor tempo di conservazione.

Le caratteristiche della farina di riso e le sue proprietà nutrizionali

Assieme alla farina di mandorle, nel nostro plumcake alle ciliegie troviamo anche la farina di riso. Questa scelta permette di rendere adeguato l’apporto calorico del nostro dolce, inoltre la farina di riso è considerata una tra le migliori per il consumo da parte dei celiaci, essendo completamente senza glutine. Pur avendo importanti caratteristiche nutrizionali non supporta la lievitazione in quanto possiede poche proteine, nonostante ciò è comunque perfetta per il nostro dolce.

La farina di riso ha un’alta concentrazione di tiamina e niacina e svolge un’utile funzione regolatrice per la pressione sanguigna. La presenza del fosforo, invece, aiuta a rafforzare la struttura ossea e a mantenere le energie. Inoltre ha una buona quantità di folati, che contrastano le malattie cardiovascolari, e di fitonutrienti che si occupano della produzione di estrogeni, contrastando efficacemente le cellule cancerogene.

Ecco la ricetta del plumcake alle ciliegie e mandorle:

Ingredienti per un plumcake da 24 cm:

  • 100 gr. di farina di mandorle;
  • 200 gr. di farina di riso;
  • 50 gr di bevanda alle mandorle;
  • 100 gr. di zucchero di canna finissimo;
  • scorza di un limone bio;
  • 2 uova intere;
  • 300 gr. di ciliegie mature;
  • 80 ml di olio di semi di girasole;
  • mezza bustina di lievito per dolci.

Preparazione:

Per la preparazione del plumcake alle ciliegie e mandorle iniziate togliendo dal frutto eventuali foglie, poi sciacquate il tutto con abbondante acqua corrente. Sistemate le ciliegie in uno scolapasta in modo che l’acqua sporca fuoriesca. Non staccate il picciolo, fatelo solo dopo averle lavate per evitare che perdano sapore assorbendo acqua. Utilizzate il denocciolatore per togliere il nocciolo dalle ciliegie. Ora prendete una ciotola e mettete lo zucchero e le uova, poi montatele fino ad ottenere una crema spumosa.

Continuate a montare unendo un po’ di olio extravergine d’oliva e la scorza di limone, dopo qualche istante aggiungete anche la farina di riso, la farina di mandorle e la bevanda di mandorle. Solo alla fine mettete mezza bustina di lievito e le ciliegie, poi amalgamate per bene il tutto. Ora prendete lo stampo per plumcake e rivestitelo con carta da forno (leggermente inumidita e strizzata), infine mettete in forno per circa 40 minuti a 180 gradi. Per verificare la cottura utilizzate uno stecchino, se non risulta asciutto continuate a cuocere per altri 5 minuti.

5/5 (419 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


27-06-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Gelato di pesche e zafferano

Gelato di pesche e zafferano, un dessert speziato

Cosa ha di speciale il gelato di pesche e zafferano? Il gelato di pesche e zafferano con riso al salto vanigliato è un dessert molto particolare, che si distingue per una certa versatilità....

Torta Raffaello

Le migliori ricette senza glutine, ottimi piatti gluten-free

Un approfondimento sulla cucina gluten-free Le ricette senza glutine sono un mondo tutto da scoprire, adatte a chi ha ricevuto una diagnosi di celiachia da poco, e deve modificare in modo permanente...

Gelato di caju

Gelato di caju, una merenda dal gusto tropicale

Gelato di caju, un’esperienza insolita e gustosa Il gelato di caju è un gelato molto particolare. In primis, perché viene principalmente fatto in casa. D’altronde, nessuna gelateria ha ancora...

Cheesecake con lavanda e mirtilli

Cheesecake con lavanda e mirtilli, un dolce profumato

Cheesecake con lavanda e mirtilli, un’idea spettacolare La cheesecake con lavanda e mirtilli è una variante molto particolare del celebre dolce anglosassone. La differenza principale risiede...

Crostata festa della Bastiglia

Crostata festa della Bastiglia, un dolce per il...

Crostata festa della Bastiglia, un dolce per una rinomata ricorrenza francese La crostata festa della Bastiglia è esattamente ciò che suggerisce il nome, ossia un dolce per celebrare questa...

Dalgona Coffee

Dalgona Coffee, un dessert fuori dall’ordinario

Dalgona Coffe, una variante ai ceci Il Dalgona Coffee è una ricetta americana, ma non esattamente legata a particolari tradizioni in quanto diffusa solo di recente. Si tratta di un dessert molto...

0 commenti su “Plumcake alle ciliegie e mandorle, un ottimo dolce estivo

  • Mar 29 Giu 2021 | Giovanna ha detto:

    Posso usare la farina 00? Grazie

    • Mar 29 Giu 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Giovanna tutto è possibile ma non saprei darle le proporzioni. Difficilmente utilizzo la farina 00

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti