Crema di patate con polvere di cavolo cappuccio

Crema di patate con polvere
Commenti: 0 - Stampa

Facciamo il pieno di vitamine, sali minerali ed antiossidanti con la crema di patate con polvere di cavolo cappuccio rosso

La crema di patate con polvere di cavolo cappuccio rosso rappresenta un buon piatto di verdure “alternativo”: per tutti gli amanti delle zuppe e delle creme calde e vellutate in una fredda sera piovosa, questo piatto è davvero la più grande sorpresa che si possa trovare a tavola.

Che la verdura e gli ortaggi facciano bene è ormai notizia ben nota: non resta dunque che rimboccarsi le maniche e mettere insieme il meglio di quanto si possa reperire in un orto, dando vita ad una golosa crema dall’aspetto insolito, gradevole alla vista e dal punto di vista organolettico non solo agli adulti, ma anche ai bambini.

Crema di patate con polvere di cavolo cappuccio rosso contro il freddo

Una mela al giorno, per stare bene, si sa, oggi non basta. Occorre molto di più. Fatto è che, specie ai bambini, desiderosi di appagare prima di ogni altra cosa il gusto, è davvero difficile insegnare a consumare le verdure. Ebbene, un piatto curioso all’aspetto che maschera sapientemente gli ingredienti utilizzati, ossia ortaggi e verdure, è un ottimo modo di iniziare a impartire questi insegnamenti … partendo proprio dalla pratica!

La crema di patate con polvere di cavolo cappuccio rosso racchiude al suo interno una miniera di vitamine, antiossidanti e sali minerali, per via della presenza di un ingrediente che regnava e tuttora regna sovrano nelle cucine della nostre nonne: la patata. Esistono popoli che vivono solo cibandosi di patate e che di esse hanno imparato a farne sapiente utilizzo: questo la dice lunga sulle valide caratteristiche nutrizionali di questo importante ortaggio.

Crema di patate con polvere

Anche oggi, in ogni piatto, la presenza della patata rappresenta un modo certo di garantire, al nostro organismo, un giusto apporto di vitamina C, potassio ed altri sali minerali che ne fanno un alimento consigliato specie per le donne ed i bambini. La patata è, poi, apprezzata in tutto il mondo anche per le sue proprietà diuretiche e depurative.

Arricchite la crema di patate con polvere di cavolo cappuccio rosso

Uno degli ingredienti più insoliti ed originali di questa crema di patata è, decisamente, la polvere di cavolo e cappuccio rosso. Trattasi di un superalimento in grado di apportare al nostro organismo – ne bastano piccolissime quantità – il fabbisogno quotidiano di vitamine necessario al corretto funzionamento del nostro organismo.

La crema di patate con polvere di cavolo cappuccio rosso vede, poi, l’utilizzo di altri ingredienti: il rosmarino, spezia particolarmente apprezzata per il suo profumo e per le sue proprietà antiossidanti; la pancetta, in grado di garantire un tocco di sapore speciale al tutto e, infine, il porro, ortaggio già noto ai tempi degli antichi romani per le sue importanti proprietà terapeutiche.

Ingredienti per 4 persone

  • 6 patate bianche medie
  • ½ porro
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2 fette di pancetta stesa Salumi Pasini
  • q.b olio extra vergine di oliva
  • q.b polvere di cavolo cappuccio rosso

Preparazione

Affettare finemente il porro e soffriggerlo in olio extravergine, aggiungete le patate private della buccia e tagliate a tocchetti, il rametto di rosmarino legato con spago da cucina, in modo che non perda gli aghi durante la cottura, e lasciar cuocere a fuoco veloce per circa due-tre minuti; poi coprire con acqua calda.

Far bollire le patate per circa venti minuti, togliere il rosmarino e scolare le patate lasciando da parte l’acqua di cottura. Frullare con il frullatore ad immersione ed aggiungere piano piano l’acqua di cottura fino ad ottenere una crema liscia e piuttosto consistente.

A parte tagliate a strisce la pancetta e cuocerla a fuoco veloce in un pentolino togliendo il grasso in eccesso fino a che non diventi croccante. Condire la crema di patate con un filo di olio crudo, i riccioli di pancetta e la polvere di cavolo cappuccio rosso.

5/5 (306 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pasta di lenticchie con formaggio vegano

Pasta di lenticchie con Ceciotta, un primo unico

Pasta di lenticchie con Ceciotta, una delicata combinazione di sapori La pasta di lenticchie con Ceciotta e funghi è una buona idea per un primo fuori dall’ordinario, sia per gli alimenti in...

pasta con pesto di portulaca

Pasta con pesto di portulaca, un piatto rustico...

Pasta con pesto di portulaca, il segreto sta nel condimento Sono molto affezionata alla ricetta della pasta con pesto di portulaca e l'ho voluta realizzare in occasione della rubrica "Erbe e fiori...

Zuppa con finferli e patate

Zuppa di finferli e patate, abbinamento interessante

Zuppa di finferli e patate, un primo genuino e leggero. La zuppa di finferli e patate è un primo squisito, che riconcilia con quanto di più genuino possa offrire la natura. In effetti è un...

Girelle di pane carasau con prosciutto

Girelle di pane carasau con prosciutto, antipasto unico

Girelle di pane carasau, un antipasto che sa di Sardegna Le girelle di pane carasau con prosciutto e scamorza sono in grado di stupire gli ospiti. Infatti, non si limitano a proporre un impatto...

Ossobuco alla milanese

Ossobuco alla milanese, tre varianti classiche

L’ossobuco alla milanese e i suoi accompagnamenti L’ossobuco alla milanese è un classico della cucina lombarda. E’ conosciuto in tutta Italia e anche all’estero, a testimonianza...

Risotto al pino mugo

Risotto al pino mugo, un primo dal sapore...

Risotto al pino mugo, non un semplice risotto Il risotto al pino mugo è un risotto diverso dal solito. I motivi sono diversi e non si limitano a una lista di ingredienti “particolare”. Per...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


03-05-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti