logo_print

Riso rosso al curry con guanciale croccante e seppia

riso rosso al curry con guanciale croccante e seppia
Stampa

Un primo piatto da veri chef: il riso rosso al curry con guanciale croccante e seppia

Per soddisfare gli ospiti o stupire i vostri familiari, il riso rosso al curry con guanciale croccante e seppia si presenta come un piatto fantastico e delizioso. Dal sapore mediterraneo e dal retrogusto orientale, questo primo è qualcosa di unico e si rivela anche come un piatto incredibilmente saziante e sostanzioso.

Questa ricetta è perfetta per qualunque stagione, a patto che le seppie siano fresche e cotte poco dopo che sono state comprate. Preparare questo piatto non sarà difficile: con un po’ di passione e tanta buona volontà, otterrete un risultato perfetto e offrirete ai vostri ospiti e familiari una favolosa esperienza culinaria. Ma ecco tutto quello che dovreste sapere prima di portare in tavola questo piatto…

Il riso rosso è ovviamente l’ingrediente protagonista di questo piatto che, senza togliere nulla agli altri, cattura l’attenzione di ogni ospite e conquista ogni palato. Si tratta di una varietà di riso molto particolare che, oltre alla sua colorazione, offre innumerevoli nutrienti e benefici per l’organismo. È altamente digeribile e, grazie alle sostanze in esso contenuto, aiuta a migliorare le funzioni intestinali e supporta l’organismo in vari processi metabolici.

Tutto il gusto e i benefici di un buon piatto di riso

Nella ricetta del riso rosso al curry con guanciale croccante e seppia, troverete appunto una spezia molto particolare, sia per il suo sapore che per le sue proprietà. A questo proposito, è utile sapere che il curry viene preparato miscelando insieme lo zenzero, lo zafferano, la curcuma, il coriandolo, il cardamono, il fieno greco, i chiodi di garofano, il pepe nero e altre spezie, ma ogni produttore ha il suo segreto che fa la differenza.

In particolare, grazie alla curcumina, ovvero la sostanza che dona il colore giallognolo a questo aroma speziato, possiamo gioire di numerosi effetti positivi. Infatti, il curry aiuta a digerire, a regolare le funzioni intestinali, a bruciare i grassi, a proteggere stomaco e fegato, e agisce a favore del nostro organismo come un potente antinfiammatorio e antiossidante.

Infine, è utile sapere che numerosi ricercatori affermano che il curry è ottimo per la prevenzione di alcune malattie neurodegenerative, degli attacchi cardiaci e del diabete tipo 2. Ma adesso andiamo ad analizzare un altro punto di forza di questa ricetta: la seppia e tutte le sue principali potenzialità.

Riso rosso al curry, guanciale croccante e seppie (4)

Il sapore di mare del riso rosso al curry con guanciale croccante e seppia

Se amate il sapore di mare, sicuramente il gusto della seppia unito a quello del riso rosso al curry vi travolgerà positivamente. La seppia è un mollusco gustoso e ipocalorico, ricco di vitamina B1, B2, B3 e di minerali come il calcio, il fosforo, il magnesio, il potassio, il rame, il selenio e lo zinco. Pertanto, si rivela un alimento ottimo per ridurre i livelli di stress, favorire il benessere di ossa e denti, per aiutarci nei momenti di debolezza e per promuovere la nostra salute a livello generale.

Per tutti questi motivi, questo mollusco presente nella ricetta del riso rosso al curry con guanciale croccante e seppia è adatto a tutti, anche a coloro che stanno seguendo una dieta dimagrante. Detto questo, andiamo a scoprire come preparare questo primo ricco di numerose sfaccettature di gusto e di nutrimento.

Riso rosso al curry con guanciale croccante e seppia

Ingredienti per 4 persone

  • 320 g di riso rosso,
  • 100 g di Parmigiano Reggiano stagionato per 36 mesi,
  • 50 g di olio extra vergine di oliva,
  • sale q.b.,
  • 1 cucchiaino di curry,
  • 4 fettine di guanciale,
  • 2 seppie di media grandezza,
  • 20 g di sedano,
  • 20 g di carota,
  • 20 g di cipolla,
  • 1 foglia di alloro

Preparazione

Preparazione delle seppie: Prendete le seppie fra le mani ed estraete l’osso spingendolo con le dita fuori dall’apertura che si trova fra i tentacoli e la sacca. A questo punto, separate il corpo dai tentacoli, tenendo la sacca con una mano e afferrando con l’altra la testa, afferrandola appena sotto gli occhi. Staccando i tentacoli uscirà anche la sacca intestinale unita alla vescichetta.

Adagiate i tentacoli sul tagliere e, con un taglio sopra gli occhi, separateli dalle viscere. A questo punto, eliminate gli occhi e il becco. Ultimata questa operazione, spellate la sacca svuotata. Procedete sollevando un lembo di pelle nella parte alta della sacca e staccatela dalla carne. Afferratela bene in modo da toglierla intera, in un solo colpo.

Infine, lavate e tagliate le verdure a dadini piccoli e mettete a cuocere le seppie in una pentola con acqua salata, il misto di sedano, carote, cipolla e l’alloro per almeno 30 minuti. Dopodiché, scolatele e lasciatele intiepidire in un contenitore coperto con della pellicola per alimenti.

Preparazione del riso e del condimento: Fate bollire il riso e portatelo a cottura. Condite con l’olio extravergine di oliva, il Parmigiano e un cucchiaio di curry. Tagliate il guanciale a dadini e fatelo rosolare in una padella antiaderente. Aggiungete le seppie precedentemente lessate e tagliate.

Composizione: Posizionate un coppapasta al centro del piatto e versatevi all’interno il riso su cui sistemerete con cura il guanciale e le seppie. Togliete delicatamente il coppapasta, facendo attenzione a non rovinare la presentazione, e servite il riso rosso al curry, guanciale croccante e seppie. Ogni vostro ospite rimarrà letteralmente a bocca aperta!

Contenuto in collaborazione con Malandrone 1477

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


11-03-2017
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti