Insalata di riso rosso con cannellini, un piatto proteico

insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini
Commenti: 2 - Stampa

Insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini, un pasto completo e veloce

L’insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini è un’insalata di riso che si discosta da quelle tradizionali. E’ realizzata, infatti, con ingredienti diversi dal solito, che pongono in essere abbinamenti suggestivi ed azzeccati. Un’altra variazione sul tema è la varietà di riso rosso, il cui colore dipende dalla presenza di antocianine, sostanze contenute anche nelle melanzane e nel radicchio. Le antocianine svolgono una buona funziona antiossidante, che riduce lo stress ossidativo, contrasta l’effetto dei radicali liberi e aiuta a prevenire il cancro.

Il riso rosso contiene anche la vitamina B6, una sostanza fondamentale per l’organismo in quanto stimola la produzione dei globuli rossi. Inoltre, la vitamina B6 regola la quantità di serotonina, agendo positivamente sul tono dell’umore. Per il resto, le proprietà nutrizionali sono sovrapponibili a quelle del riso classico. Non mancano dunque i sali minerali come il potassio e il magnesio, invece scarseggiano i grassi. In occasione di questa ricetta il riso rosso, come in tutte le insalate di riso del resto, va semplicemente bollito e mescolato agli altri ingredienti.

Cosa c’è da sapere sui fagioli cannellini

Questa insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini, proprio come le versioni classiche, è una ricetta veloce. A tal proposito la lista degli ingredienti prevede i fagioli in scatola, per la precisione i fagioli cannellini. Questa varietà si caratterizza per una presenza superiore alla media di carboidrati, a cui si associa una concentrazione tutt’altro che trascurabile di proteine. I cannellini si fanno apprezzare anche per l’apporto di vitamine. Per esempio contengono la vitamina B9, che è piuttosto rara. Questa vitamina è fondamentale per i meccanismi di riproduzione cellulare ed esercita un impatto positivo sulla gestazione.

insalata di riso rosso con mozzarella

Discorso simile per i sali minerali. I cannellini, a differenza di altre varietà di fagioli, contengono molto ferro, che come sicuramente già saprete esercita una funzione antianemica. Un’altra caratteristica positiva dei cannellini è il basso indice glicemico. I diabetici, dunque, possono consumarli senza alcun timore. L’apporto calorico, infine, è pari a 114 kcal per il prodotto in scatola e a 91 kcal per il prodotto secco.

Le proprietà nutrizionali dei pomodorini

Anche i pomodorini giocano un ruolo importante nell’insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini. Il loro contributo è in primis cromatico, in quanto la lista degli ingredienti comprende sia i pomodorini gialli che quelli rossi. Una differenza, quella relativa al colore, che si riflette anche sui nutrienti. Il giallo è infatti dovuto al betacarotene, sostanza che funge da precursore della preziosa vitamina A. I pomodorini rossi, invece, si caratterizzano per una concentrazione più elevata di licopene, un antiossidante che riduce lo stress ossidativo, contrasta i radicali liberi e aiuta a prevenire il tumore. Per quanto concerne il sapore, poi, i pomodorini gialli sono leggermente più dolci, mentre i rossi sono leggermente più aciduli.

Per il resto, tanto i pomodorini rossi quanto quelli gialli presentano le medesime proprietà. Sono ricchi vitamina C, sostanza che rafforza il sistema immunitario, e di fosforo, un oligoelemento che sostiene le performance cognitive. Sono anche ricchi di potassio, una sostanza energizzante che interviene positivamente sul sistema cardiocircolatorio. Non mancano i folati, precursori della vitamina B9, una sostanza fondamentale per il corretto sviluppo del feto e in grado di favorire la produzione di globuli rossi. Infine si segnala la presenza della luteina, una sostanza antiossidante capace di impattare positivamente sulla salute degli occhi.

Ecco la ricetta dell’insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini:

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr. di riso rosso,
  • 8 pomodorini gialli e rossi,
  • 1 mozzarella consentita,
  • 250 gr. di fagioli cannellini,
  • 2 rametti di maggiorana fresca,
  • q. b. di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di sale e di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione dell’insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini iniziate facendo bollire il riso in acqua leggermente salata. Ammollate i cannellini per circa 12 ore. Scolate e lessate per circa 30 minuti in acqua leggermente salata.

Una volta che il riso è cotto, scolatelo e trasferito in un’ampia ciotola in modo che si raffreddi. Intanto fate a spicchi i pomodorini e tagliate a pezzi la mozzarella.

Ora scolate con cura i fagioli cannellini e uniteli al riso insieme agli altri ingredienti. Mescolate per bene il tutto e condite con un po’ di olio extravergine di oliva, infine aggiungete il pepe un po’ di sale e condite con la maggiorana. Servite e buon appetito.

5/5 (421 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

2 commenti su “Insalata di riso rosso con cannellini, un piatto proteico

  • Gio 29 Lug 2021 | Pietro ha detto:

    Non conoscevo tutte le proprietà del rlso rosso. Devo provarlo. Hai qualche marca da consigliarmi?

    • Gio 29 Lug 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Pietro io prendo quello che trovo al supermercato. E’ riso percui non sto molto a leggere le etichette. Uno vale l’altro. Sono tutti buoni

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cetrioli allo Skyr

Cetrioli allo Skyr, un’insalatona gustosa

Cetrioli allo Skyr, colore e gusto per un’insalata corposa I cetrioli allo Skyr sono un'insalata molto corposa, che si caratterizza per un sapore composito e per la presenza di molti alimenti...

Insalata di fiori ed erbe con Skyr

Insalata di fiori ed erbe con Skyr, un...

Insalata di fiori, un’idea davvero particolare L’insalata di fiori ed erbe con Skyr è un’idea particolare e solo a primo acchito bizzarra, per un contorno fuori dal comune che premia gusto e...

Insalata di spinaci

Insalata di spinaci, un contorno completo

Insalata di spinaci, una particolare selezione di ingredienti Oggi vi presento una particolare variante dell’insalata agli spinaci, una ricetta che si completa con un'emulsione squisita e...

Bowl con avocado e fiocchi di latte

Poke Bowl con avocado e fiocchi di latte,...

Poke Bowl con avocado e fiocchi di latte, una lista creativa di ingredienti La poke bowl con avocado, edamame e fiocchi di latte è un'insalata molto corposa, che spicca per l’abbondanza di colori...

Insalata estiva con uova sode

Insalata estiva con uova sode, un contorno iper-proteico

Insalata estiva con uova sode, un contorno tra il dolce e il salato L’insalata estiva con uova sode è un contorno che spicca in primis per l’impatto visivo. La lista degli ingredienti,...

Insalata di mele e sedano

Insalata di mele e sedano, una meraviglia agrodolce

Insalata di mele e sedano, l’abbinamento che non ti aspetti L’insalata di mele e sedano si inserisce sul solco delle insalate “agrodolci”, che si caratterizzano per degli abbinamenti...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


27-07-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti