Cena di gala con i grandi Chef a Villa Patrizia

Villa Patrizia
Commenti: 0 - Stampa

Cena di gala con i grandi Chef a Villa Patrizia. Villa Patrizia è una struttura che si trova sulle colline della Brianza, precisamente a Bevera di Sirtori in provincia di Lecco. Il panorama e l’atmosfera che la circonda sono davvero unici e permettono a chiunque di sognare ad occhi aperti. Lo stesso vale ovviamente anche per la struttura, che però ci consente inoltre di fare un salto indietro nel tempo! Infatti, si tratta di un nobile edificio ottocentesco, dove ogni dettaglio ci racconta una storia.

La location può accogliere moltissimi ospiti e presenta uno spazio esterno affascinante ed elegante, all’interno del quale è stato costruito un delizioso chalet. In quest’ultimo, prevalgono certamente i materiali naturali come il legno e la pietra e legno, e le immense vetrate rendono l’ambiente ancor più accogliente, luminoso e caratteristico.

Questa villa vanta anche di un maestoso salone, decorato con dettagli unici, antichi affreschi e un’illuminazione che colpisce e lascia a bocca aperta grazie ai fantastici illuminato lampadari di Murano.

Una location che vi lascerà a bocca aperta

Una cena di gala tra le magiche colline della Brianza per presentare il Mondo delle Intolleranze. Dopo il successo dell’evento al Castello di Cernusco Lombardone, continuano le iniziative itineranti per promuovere l’associazione che Regione Lombardia, di recente, ha riconosciuto come ente di rilevanza culturale.

L’appuntamento è per giovedì 30 marzo a Villa Patrizia a Bevera di Sirtori. Parteciperanno tre grandi chef: Claudio Sadler, Tommaso Arrigoni e Carlo Molon, oltre a Stefania Barni ovvero Zia Ste con le sue erbe da utilizzare in cucina.

Ogni chef proporrà pietanze sorprendenti, ognuna delle quali abbinata a un vino speciale. S tratta di ricette pensate per l’occasione, a dimostrazione di come la grande cucina possa incontrare le esigenze di chi soffre di intolleranze alimentari.

Con ingredienti genuini e gustosi, è possibile assembleare squisitezze adatte a tutti. Senza rinunce di sorta. Senza compromessi con la voglia e il diritto di mangiare bene e in modo salutare.

A Villa Patrizia con chef d’eccezione

I protagonisti della serata saranno gli chef che da tempo hanno aderito al progetto del Mondo delle Intolleranze. Un sostegno concreto che si concretizza con l’appuntamento di Villa Patrizia a Bevera di Sirtori.

Chef Claudio Sadler dell’omonimo ristorante, presenterà Carpaccio di Salmone Scozzese Loch Fyne con foglie d’ostrica e finger lime e un Risotto con salsiccia Salumi Pasini e pistilli di zafferano ellenico Krokos Kozanis. Un connubio riuscitissimo fra tradizione e innovazione per Sadler, ambasciatore della cucina italiana e milanese in Oriente, autore di sei libri di ricette e artefice di progetti di successo come il “Chic’n Quick” o il “Sadler in Fiera” per restare in ambito milenese. Mentre

Chef Tommaso Arrigoni di “Innocenti Evasioni” proporrà un Uovo a bassa temperatura con Parmigiano Reggiano e caviale Volzhenka, oltre a una Guancia di vitello con pure di sedano rapa e arachidi. Arrigoni è lo chef del locale milanese “Innocenti Evasioni”, il volto del programma di RaiDue “Detto Fatto” e pubblica le sue ricette sulla rivista “La Cucina Italiana”.

L’appuntamento è a Villa Patrizia

Carlo Molon, executive chef allo Sheraton di Como, ci delizierà con un Pre dessert, ovvero Bon Bon lime e menta con copertura al cioccolato fondente e foglia di Zorri Cress e un Dessert, ovvero un Cremoso di mandorle alla soya con coulis di frutti rossi e frutti di bosco. Molon, sous chef dell’Hotel Sheraton Malpensa, è noto anche come lo “chef dei bambini”, maestro nella ricerca di ingredienti a chilometro zero, è anch’egli familiare al grande pubblico per diverse apparizioni televisive.

In apertura le sperimentazioni di Zia Ste con “Cold roll” alle verdure dell’orto e del prato, semi di girasole e noci, Parmigiano Reggiano. Stefania Barni, in arte Zia Ste, è un’appassionata studiosa delle piante spontanee del territorio, ingredienti che applica con grande successo in molteplici ricette. Insomma non manca davvero nulla per un’altra serata indimenticabile

Un ricordo fatto di gusto e non solo

L’ultimo appuntamento speciale con Il Mondo delle Intolleranze si è tenuto ìl 30 marzo 2017 a Villa Patrizia a Bevera di Sirtori. È stata la Cena di Gala della nostra associazione e lo Chef Claudio Sadler è stato presente dandoci sostegno e un valido contributo.

La serata è stata organizzata per far conoscere la nostra realtà come un ente culturale al quale affidarsi ed è stata studiata anche per permettere a chi soffre di intolleranze alimentari di godere della buona cucina senza rinunce!

Mangiare in maniera salutare e deliziare il nostro palato è un diritto di tutti e, grazie alle nostre iniziative itineranti, vogliamo consentire agli intolleranti di scoprire come fare e interagire con noi al fine di garantire un valido supporto a tutti coloro che ne hanno bisogno.

Insieme agli altri ospiti della serata, Claudio Sadler ci ha aiutato a fare tutto questo nel migliore dei modi… ovvero preparando delle pietanze davvero speciali!

Dal suo ristorante alla nostra iniziativa…

Lo chef di cui stiamo parlando è veramente un grande chef, noto per la sua esperienza e le sue incredibili qualità. Il suo talento culinario si unisce da sempre alla sua passione per il buon cibo e alla sua innata creatività in cucina; lavora in maniera accurata e porta in ogni suo piatto un tocco di originalità e prelibatezza di cui solamente lui conosce il segreto.

Grazie a tutto questo e al suo omonimo ristorante, lo Chef Claudio Sadler è uno dei più noti nella nostra penisola. La sua competenza l’ha condotto in alto ed abbiamo avuto la fortuna di riuscire a portare la sua personalità e la sua propensione per l’innovazione anche nella nostra Cena di Gala con i Grandi Chef.

Lo scorso 30 marzo ci ha accontentati tutti portando sulle tavole della Villa Patrizia delle pietanze a dir poco sorprendenti, sia per il gusto che per la presentazione, i colori, i profumi e la consistenza…

E’ riuscito ad incontrare le esigenze di chi soffre di intolleranze alimentari, utilizzando ingredienti sani e gustosi per la preparazione del carpaccio di salmone scozzese Loch Fyne con foglie d’ostrica e finger lime.

Allo stesso modo ci è riuscito preparando un prelibato risotto con salsiccia Salumi Pasini e pistilli di zafferano ellenico Krokos Kozanis. Tanti nutrienti in un paio di piatti che hanno aggiunto un valore prezioso alla nostra serata.

Entrambi i piatti sono stati abbinati con il vino Sette Zolle Cru Carloalberto Barbera dei Colli Tortonesi 2009.

Un grazie allo Chef Claudio Sadler

Claudio ha reso la nostra cena ancor più speciale, proprio grazie alla sua presenza e al connubio di sapori, leggerezza e semplicità. Queste peculiarità ci hanno permesso di gustare delle pietanze uniche, ma anche di conoscere la sua personale visione della cultura culinaria italiana.

Lo Chef Claudio Sadler è stato meraviglioso: la sua esperienza e creatività ci hanno concesso un’esperienza culinaria all’insegna della qualità e del benessere.

Claudio Sadler e Metro Academy, la scuola professionale di cui lo chef è direttore scientifico, promuovono la necessità di diffondere una cucina anti-spreco. Ovvero una cucina che sia in grado di riutilizzare parti di alimenti che solitamente vengono scartati. In modo da diminuire l’impatto ambientale e lo spreco di risorse. Lo possono fare i cuochi nei ristoranti.

Ma anche noi a casa, nel nostro piccolo. Perché il messaggio di Sadler e di Metro è quello che si possono ricavare squisite prelibatezze utilizzando scarti o avanzi. Insomma pezzi di cibo che destiniamo al cestino dei rifiuti. Questo succede un po’ per convenzioni radicate, un po’ per abitudine, un po’ perché si ha il timore che certe parti meno nobile non siano sufficientemente gustose. Ma si tratta di pregiudizi che sarebbe meglio mettere da parte.

Chef Tommaso Arrigoni ha lasciato il segno!

Lo Chef Tommaso Arrigoni è stato uno dei personaggi noti che ha contribuito e che ci ha aiutato a realizzare la Cena di Gala, che si è tenuta lo scorso 30 marzo nella splendida location di Villa Patrizia, situata tra le splendide colline di Bevera di Sirtori in provincia di Lecco.

La serata è stata a dir poco unica e lo scopo principale era quello di tramandare l’arte della buona cucina, annullando le rinunce di chi soffre di intolleranza. Questa iniziativa itinerante ci è stata molto utile per promuovere la nostra associazione che, recentemente, è stata riconosciuta dalla Regione Lombardia come un notevole ente di rilevanza culturale. Lo chef ci ha aiutato a raggiungere il nostro intento, portando in tavola dei piatti di qualità, nutrienti, gustosi e ottimi persino per gli intolleranti.

Nell’evento dello scorso 30 marzo, ogni chef ci ha sostenuto proponendo delle pietanze speciali, abbinate a dei vini dalle interessanti e coinvolgenti proprietà organolettiche. L’idea era quella di portare in tavola delle ricette piene di sapori spettacolari e dediti a dimostrare che anche l’arte culinaria può andare incontro a coloro che soffrono di intolleranze alimentari, mettendo da parte tantissime inutili rinunce e offrendo ai partecipanti degli ingredienti sani e prelibati.

Lo Chef Tommaso Arrigoni ci ha aiutato a tramandare il diritto di mangiare bene e in maniera salutare, senza mettere a rischio il benessere degli intolleranti. È arrivato a darci il suo contributo, direttamente dal noto ristorante milanese “Innocenti Evasioni”, portando con sé tutta la sua creatività e la sua voglia di interpretare i sapori e portarli in cucina in modo prettamente originale. Grazie a tutto questo e alla sua grande esperienza, ci ha proposto dei piatti di alta qualità…

Infatti, durante la cena, ha regalato una magnifica esperienza culinaria a tutti i partecipanti, preparando un uovo a bassa temperatura con Parmigiano Reggiano e caviale Volzhenka e una guancia di vitello con pure di sedano rapa e arachidi. Un mix di proteine, minerali, vitamine e antiossidanti, caratterizzate da un intreccio di sapori unico e accompagnate da un vino perfetto: Rugiada del Mattino Cru Eleonora Timorasso dei Colli Tortonesi 2015.

Un ringraziamento speciale per lo Chef Tommaso Arrigoni

Ognuna delle pietanze portate in tavola da questo prezioso ospite ha goduto di un grande successo, presentandosi come un pasto gustoso, capace di accontentare i palati di tutti e di rispettare il benessere di ogni intollerante (e non solo!). Pertanto, ringraziarlo è doveroso: lo abbiamo fatto apprezzando i suoi piatti e lo rifacciamo oggi in questo articolo completamente dedicato all’esperienza che ci ha regalato.

Quello dello Chef Tommaso Arrigoni è stato un contributo speciale, grazie al quale non solo abbiamo assaporato una cena unica, ma abbiamo anche sentito il suo sostegno verso l’associazione Il Mondo delle Intolleranze e verso tutti gli intolleranti che da tempo aspettavano di riappropriarsi del loro diritto di mangiar bene e mangiar sano. Lo ringraziamo di cuore: ci ha lasciato un ricordo fatto di sapori che non potremo cancellare!

Chef Carlo Molon si impegna per gli intolleranti

Intolleranza al lattosio? Al glutine? O al nichel? Di qualunque cosa si tratti, non importa: tutti noi abbiamo il diritto di mangiare sano e di mangiare bene, senza rinunce e grossi sacrifici a tavola. Perciò, è ovvio che anche i dolci non dovrebbero mancare nell’alimentazione di chi soffre di intolleranze e lo Chef Carlo Molon ci ha dimostrato che, nonostante tutto, ognuno di noi può assaporare dei fantastici dessert ogni volta che lo desidera

Anche i dolci (per intolleranti e non) sono stati tra gli apprezzati protagonisti della Cena di Gala con i Grandi Chef, organizzata per far conoscere l’associazione Il Mondo delle Intolleranze e dare supporto a chi ne ha bisogno. Perciò, andiamo a scoprire qualcosa in più su questo prezioso ospite che ha portato tanta dolcezza nella nostra serata dedicata alla buona cucina e al benessere!

Carlo MolonDallo Sheraton di Como a Villa Patrizia

Molon è arrivato alla nostra serata a sostenere il progetto e a dimostrarci che anche gli intolleranti possono gustare dei favolosi dessert. Con tutta la sua originalità e creatività, ha portato la sua personalità a Villa Patrizia, creando un equilibrio di sapori, colori e profumi… decisamente unico!

Lo Chef Carlo Molon è capace di fare tanto con pochi ingredienti (principalmente a chilometro zero), riuscendo sempre a far apprezzare le particolarità di ogni singolo alimento. È un professionista che cucina con eleganza e maestria, cura e attenzione. Ogni dettaglio trasmette qualità e conferisce alla pietanza una imperdibile unicità. Tutto questo ci ha permesso di rendere la nostra cena di gala ancora più particolare…

Lo Chef ci ha infatti deliziato con un “pre-dessert”, il Bon Bon lime e menta con copertura al cioccolato fondente ed erbe spontanee, e un dessert vero e proprio: il Cremoso di mandorle alla soia con coulis di frutti rossi e frutti di bosco. Entrambi i dolci sono stati accompagnati da bevande a dir poco perfette: Cantine Maschio e Sathià Manzoni Moscato.

Due piatti fatti di dolcezza, benessere e nutrimento anche per gli intolleranti al lattosio, al nichel e al glutine, sono ciò che questo chef ci ha regalato. Tanto sapore, per un gesto simbolico che ci trasmette il suo supporto per l’associazione, nonché il suo modo di incontrare le esigenze di chi soffre di intolleranza.

Tutti noi ci meritiamo il meglio a tavola e lo Chef Carlo Molon ci ha aiutato a dimostrarlo in una maniera molto particolare, ovvero grazie a due dessert letteralmente favolosi. Proprio per tutto questo e per la sua presenza, vogliamo ringraziarlo con gioia: Chef, abbiamo apprezzato molto il suo contributo.

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Giornata mondiale contro il cancro

Cancro, la giornata mondiale contro questa malattia!

L’importanza della giornata mondiale contro il cancro Il 4 febbraio, come ogni anno, ricorre la giornata mondiale contro il cancro. Il tema è molto delicato, apparentemente lontano dai temi che...

Unica

Unica – La Scienza per tutti: un trionfo...

Una giornata UNICA, che merita il bis! Siamo di ritorno da una meravigliosa esperienza della quale desideriamo parlarvi in dettaglio, ancora carichi di entusiasmo per il sostegno ricevuto: Unica –...

NonnaPaperinaalTG

TG1: Nonna Paperina in diretta web, ricordi ed...

Nel 2015 ed anche oggi: sempre in prima fila contro le intolleranze alimentari TG1: Nonna Paperina in diretta web, ricordi ed emozioni. Ogni anno che si conclude è un anno in più in cui attestiamo...

Food blogger

Food blogger: l’importanza di uno scatto

Sempre connessi in un mondo di immagini e sapori Non è sempre facile la vita da food blogger, ci si rende presto conto di quanto siano importanti le parole, le immagini, i contenuti. Ogni elemento...

nutri la tua voglia di riso

Nutri la tua voglia di riso: una campagna...

Un evento…con il riso Cari lettori, questo non sarà un post come gli altri. Non scriverò ricette, non vi proporrò piatti particolari con cui deliziare familiari e amici. Piuttosto, voglio...

Con Exquisa e Tania Cagnotto agli internazionali di tuffi

Con Exquisa e Tania Cagnotto agli internazionali di...

Un tuffo in cucina con Tania Cagnotto Dal 14 al 16 giugno a Bolzano si è tenuto un evento capace di unire la bellezza dello sport e la bontà della buona cucina. Stiamo parlando della...

10-03-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti