Banh Beo : tortini di riso e gamberi al vapore

tortini di riso e gamberi al vapore
Commenti: 0 - Stampa

Banh Beo : tortini di riso e gamberi al vapore. Amare la cucina significa essere prima di tutto curiosi e guardare a quanto di buono possono dare le altre culture.

Oggi voglio aiutarvi a farlo accompagnandovi alla scoperta di una ricetta che arriva dall’estremo Oriente e che ci aiuta tantissimo a destreggiarci meglio quando si tratta di portare in tavola qualcosa di buono per gli intolleranti al lattosio.

Di cosa sto parlando? Della ricetta dei Banh Beo, tortini di riso e gamberi al vapore che sono perfetti anche per i celiaci. Vogliamo scoprirne assieme i principali benefici?

Farina di tapioca: un’ottima soluzione per i celiaci

I prodotti che implicano il ricorso alla farina per la preparazione rappresentano un problema quando arriva la diagnosi di celiachia.

Se nella farina di grano non integrale il glutine è presente, esistono tante altre alternative che, invece, sono perfette da proporre pure a chi è celiaco.

In questo novero è possibile includere anche la farina di tapioca. Quali sono i suoi benefici? Tra i più importanti è presente senza dubbio la digeribilità. Tale peculiarità rende la farina di tapioca particolarmente adatta a chi non vuole perdere di vista la salute dell’intestino, prevenendo alcune malattie legate a residui che permangono in caso di processi di assimilazione non efficienti.

particolare-banh-beo-ridottaLa farina di tapioca, essendo molto calorica, è particolarmente consigliata per le diete dei bambini e di chi sta attraversando un periodo di convalescenza.

Parlare della ricetta dei Banh Beo significa chiamare in causa l’utilizzo dei cipollotti. Queste verdure sono caratterizzate da proprietà salutari davvero importanti. Quali sono le più interessanti? Senza dubbio vale la pena ricordare il loro potere diuretico. I cipollotti, soprattutto se consumati crudi, aiutano infatti tantissimo il sistema urinario e sono un vero e proprio toccasana quando si parla di depurazione e di eliminazione delle scorie.

Veri e propri elisir di salute, rappresentano un riferimento fondamentale anche quando si tratta di prendersi cura della salute del cuore, stabilizzando i livelli di colesterolo cattivo e facendo in modo che aumentino le quantità di quello buono.

Da non dimenticare è anche il fatto che i cipollotti sono celebri per alleviare il dolore in caso di patologie che riguardano la gola.

Banh Beo : tortini di riso e gamberi al vapore e la cena prende vita

Adesso è davvero arrivato il momento di agire, di correre in cucina e di mettere le mani in pasta per preparare questi straordinari tortini!

Ingredienti per 4 persone 

Per i tortini:

  • 200 gr di farina di riso
  • 20 gr di farina di tapioca
  • 200 ml di acqua fredda
  • 200 ml di acqua calda
  • 400 gr di gamberi
  • 2 cipollotti bianchi (o erba cipollina)
  • q.b. olio di semi
  • q.b.sale

Per la salsa nước mắm:

  • 60 ml di salsa di pesce
  • 100 ml di acqua
  • 1 lime
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperoncino
  • 2 cucchiaini di zucchero

Preparazione

Riunite in un recipiente capiente le farine e aggiungete un pizzico di sale.

Versate per prima l’acqua calda (che deve essere bollente) e mescolate con le fruste, poi unite quella fredda e continuate a mescolare. L’impasto dovrà risultare liquido e senza grumi.

Coprite il recipiente con della pellicola e lasciate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Nel frattempo, pulite i gamberi: sgusciateli, incideteli sul dorso e privateli dell’intestino. Sciacquate i gamberi sotto acqua corrente fredda e tamponateli con un panno. Scottate i gamberi in acqua bollente salata per 5 secondi, poi scolateli e pestateli in un mortaio. Trasferite la polpa di gamberi in una padella leggermente unta di olio e cuoceteli a fuoco basso mescolando di continuo con un cucchiaio di legno, fino a quando non risulteranno completamente asciutti.

Mettete l’aglio schiacciato, il peperoncino tritato e lo zucchero in un padellino. Aggiungete la salsa di pesce, l’acqua e il succo di lime. Mescolate e scaldate la salsa a fuoco basso fino a quando lo zucchero non si sarà completamente sciolto. Assaggiate la salsa ed eventualmente aggiustatela di zucchero o diluitela maggiormente con l’acqua a seconda dei vostri gusti.

Il sapore della salsa deve essere equilibrato, non deve essere né troppo salata né troppo dolce.

Spennellate delle piccole ciotoline (o una teglia per muffin) con dell’olio e scaldateli per 2-3 minuto nella vaporiera. Poi, versate all’interno di ogni ciotolina un po’ della pastella, chiudete la vaporiera, abbassate il fuoco e cuocete per 3 minuti.

Una volta cotti i tortini, lasciateli intiepidire prima di sfornarli. Incidete i bordi dei tortini con la punta di un coltello, sollevateli e adagiateli direttamente sui piatti da portata.

Servite i tortini di riso cospargendoli con il cipollotto tritato, i fiocchi di gamberi e conditeli con la salsa.

5/5 (326 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Brandani Gift Group

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Coulibiac di salmone

Coulibiac di salmone, una meraviglia della cucina russa

Coulibiac di salmone, una torta salata di origine russa Il coulibiac di salmone è un'istituzione in Russia e nei paesi limitrofi. Infatti è uno dei piatti tipici più antichi. Si narra che sia...

overnight oatmeal

Overnight oatmeal, una colazione molto particolare

Overnight oatmeal, un’idea per una colazione diversa L’overnight oatmeal è una preparazione della tradizione anglosassone, che sta riscuotendo un certo successo pure dalle nostre parti. Anche...

Hawaiian Guava Cake

Hawaiian Guava Cake, un dolce dal sapore esotico

Hawaiian Guava Cake, un dolce tra sperimentazione e tradizione L’Hawaiian Guava Cake è l'ideale per stupire i propri invitati con una torta che, pur conservando caratteristiche della pasticceria...

Dalgona Coffee

Dalgona Coffee, un dessert fuori dall’ordinario

Dalgona Coffe, una variante ai ceci Il Dalgona Coffee è una ricetta americana, ma non esattamente legata a particolari tradizioni in quanto diffusa solo di recente. Si tratta di un dessert molto...

Pancho cake

Pancho cake, delizioso dolce dalla Russia gluten free

Il pancho cake, un delizioso dolce della tradizione russa La pancho cake è una ricetta della tradizione russa, in realtà frutto della commistione con la cucina francese. Ciò non deve stupire in...

Cupcake indipendenza americana

Torta o cupcakes per la festa del 4...

Torta o cupcakes per la festa del 4 luglio? Ogni occasione è buona per festeggiare, magari preparando una deliziosa torta del 4 luglio. Nel caso foste appassionati di cultura americana, il 4 luglio...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


14-02-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti