logo_print

Tiramisù con mango e amaretti per sorprendere gli ospiti

Tiramisù con mango e amaretti
Stampa

Un’idea che incanta i più golosi: Tiramisù con mango e amaretti

Il Tiramisù con mango e amaretti è una buona idea quando non si desidera proporre il solito tiramisù che può stufare dopo un po’ di tempo. I tempi di preparazione di questo dolce si aggirano intorno ai 50-60 minuti.

Gli ingredienti sono disponibili tutto l’anno e sono facilmente acquistabili presso qualunque supermercato o negozio di generi alimentari. Il mango è un frutto esotico disponibile in ogni periodo dell’anno, alla stregua dei pistacchi che conferiscono un gusto davvero particolare a questo dolce.

I valori energetici di una porzione di 100 grammi di Tiramisù con mango e amaretti sono piuttosto elevati, pertanto a chi è alle prese col diabete, colesterolo o trigliceridi particolarmente alti, si consiglia di consumarlo con moderazione. Adesso ci occupiamo di descrivere le principali proprietà nutrizionali del nostro tiramisù

Tiramisù con mango e amaretti : principali caratteristiche nutrizionali

Il Tiramisù con mango e amaretti presenta diverse caratteristiche nutrizionali piuttosto interesse di cui vi vogliamo parlare. A tal fine, iniziamo la nostra analisi dal mango. Questo frutto esotico, al suo interno, presenta un gran quantitativo di acqua, pertanto produce degli effetti diuretici e depurativi per il nostro organismo, in modo da depurarlo da scorie che per buona parte derivano dalla nostra alimentazione, non sempre equilibrata.

Tiramisù con mango e amaretti

Tra i sali minerali di maggior rilievo, segnaliamo una buona percentuale di potassio, magnesio, fosforo, sodio, a cui si aggiungono le vitamine A, B6, C, D, J e K. Il mango rilascia al nostro organismo tante fibre che rappresentano un valido sostegno nella lotta alla stitichezza e possono migliorare il transito dell’intestino.

Grazie alle fibre, inoltre,  il mango è in grado di contrastare con efficacia anche la ritenzione idrica. Il contenuto calorico del mango è piuttosto basso: in 100 grammi di prodotto rilascia soltanto 60 kcal. Adesso occupiamoci di evidenziare le caratteristiche nutrizionali dei pistacchi.

Tiramisù con mango e amaretti per tutti…

L’apporto calorico, che sono in grado di conferire 100 g di pistacchi, è abbastanza elevato: si aggira intorno alle 557 cal. Il 44% è rappresentato da grassi, il 28% dal carboidrati, il 21% da proteine, il 10% da fibre.

Tra i sali minerali più importanti, ricordiamo il manganese e il fosforo a cui si aggiungono ferro, calcio, potassio e rame. Nei pistacchi risultano prevalenti le vitamine che fanno parte del gruppo B (in particolar modo la vitamina B6).

È importante anche la presenza della vitamina H che migliora la salute della pelle e dei capelli. Le fibre, invece, possono favorire un miglioramento dell’attività intestinale, offrendo un valido aiuto a coloro i quali soffrono di stitichezza.

La ricetta dei savoiardi e degli amaretti sono tratte dai libri di Luca Montersino

Ingredienti per 8/10 persone

per circa 60 savoiardi

  • 250 gr di zucchero,
  • 200 gr di albumi,
  • 180 gr di tuorli,
  • 50 gr di miele di acacia,
  • 200 gr di farina di riso,
  • 30 gr di farina di mais fumetto,
  • 100 gr di fecola di patate,
  • 1 cucchiaio di crema di vaniglia (la ricetta originale prevede un bacello di Bourbon),
  • q.b. zucchero a velo

per 50 amaretti:

  • 383 gr. di mandorle intere pelate
  • 53 gr. di mandorle amare
  • 416 gr. di zucchero
  • 120 gr. di albumi
  • abbondante zucchero a velo

per il tiramisu

  • 60 savoiardi
  • 150 gr. di amaretti
  • 250 g di mascarpone consentito
  • 100 g di panna fresca consentita
  • 2 mango maturi
  • il succo di 1 limone
  • 100 g di zucchero
  • 1 cucchiaio di crema di vaniglia
  • 4 cucchiai di granella di pistacchi

Preparazione savoiardi:

Preriscaldate il forno a 200 gradi. Separate i tuorli dagli albumi. Setacciate le farine. In una terrina sbattete i tuorli con il miele e la crema di vaniglia.
Montate a neve gli albumi con lo zucchero mescolando con un cucchiaio di legno dal basso verso l’alto.
Incorporate a pioggia le farine e amalgamate bene gli ingredienti sempre con gesti regolari dal basso verso l’alto.
Ricoprite una teglia con della carta forno. Versate il composto in una sac a poche e direttamente sulla teglia foderata formate dei bastoncini della lunghezza di 5/6 cm.
Spolverizzate con lo zucchero a velo e infornate per 8/9 minuti circa. Lasciate raffreddare completamente prima di utilizzarli

Preparazione amaretti:

Tritate le mandorle e lo zucchero in un mixer. Fate attenzione ad azionare il frullatore a intermittenza per non far uscire la componente grassa rovinando il tutto. Dobbiamo ottenere della farina di mandorle.

Montate a neve fermissima gli albumi e incorporate delicatamente la farina ottenuta.

Il risultato sarà un composto appiccicoso con cui formate della palline da 4 gr. cadauna. Per un risultato ottimale inumidite le dita nell’acqua.

Passate le palline nello zucchero a velo e adagiate su di una teglia ricoperta da carta forno distanziandole fra loro. Lasciate riposare una notte in frigorifero.

Cuocete in forno già caldo a 170° C per circa 25 minuti, fino a ottenere una leggera doratura. Gli amaretti che non utilizzate li potete conservare per circa 10 giorni

Preparazione tiramisù

Sbucciate i mango e tagliate a dadini. Met­teteli a macerare con il succo di limone. Fate bollire 250 ml di acqua con lo zucchero. e la  vaniglia per 10 minuti. Fil­trate e ponete nuovamente ad ebollizione. Sgocciolate i dadini di mango, tenendo lo sciroppo da parte. Uniteli allo sciroppo di zucchero e fate cuocere a fuoco lento per 8-1O minuti Fate raffreddare

Imbevete i savoiardi nello sciroppo di mango e disponeteli sul fondo della pirofila. Nel frattempo, preparate lo crema. Lavorate il mascarpone con la panna, unite lo zucchero e mescolate fino o ottenere una crema liscia e omogenea.

Trascorso il tempo distribuite uno strato di savoiardi, uno di crema, due cucchiai di  dadola­ta di mango e gli amaretti sbriciolati.  Ripetete lo sequenza, terminando con uno strato di crema. Rimettete in frigorifero per 2 ore.

Togliete dal frigo e coprite  con  il succo di mango e la granella di pistacchi mischiata a un paio di cucchiai di amaretti tritati.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


30-10-2016
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti