bg header
logo_print

Ricetta degli spatzle con bietole e bresaola

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

spatzle con bietole e bresaola
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 40 min
cottura
Cottura: 10 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Gli spätzle con bietole e bresaola sono un esempio perfetto di come le tradizioni culinarie possano fondersi, creando piatti innovativi che mantengono radici profonde nelle loro origini culturali. La combinazione degli spätzle, tipici della cucina tedesca e della regione alpina, con bietole e bresaola, ingredienti storicamente utilizzati in Italia, offre un interessante ponte gastronomico tra le due regioni.

Gli spätzle sono una forma di pasta molto amata in Germania, Austria e Svizzera, specialmente nelle regioni alpine. La loro origine risale al Medioevo, quando erano considerati un cibo per le classi più abbienti, dato l’uso abbondante di uova nella ricetta, un ingrediente considerato all’epoca un lusso. Con il passare dei secoli, gli spätzle si sono diffusi tra tutte le classi sociali, diventando un pilastro della cucina casalinga in queste aree. Tradizionalmente, gli spätzle sono preparati mescolando farina, uova e acqua, ottenendo un impasto che viene poi grattugiato o schiacciato in acqua bollente salata.

Ricetta spatzle con bietole e bresaola

Preparazione spatzle con bietole e bresaola

Lessate le bietole per qualche istante e una volta scottate lasciatele raffreddare e poi strizzatele. Frullatele finemente.

Riunite le bietole in una terrina,  aggiungete le uova, la farina. Miscelate il tutto e aggiungete il latte a filo. Aggiustate di sale. Dovete ottenere un impasto morbido e fate riposare per una mezz’oretta. Nel frattempo tagliate la bresaola a cubetti e fate rosolare nel burro chiarificato.

Aggiungete la panna e proseguite la cottura per qualche minuto.

Portate ad ebollizione l’acqua e salate. Usate l’apposito attrezzo per fare cadere l’impasto direttamente nell’acqua e man mano che vengono a galla raccogliete gli spatzle con una schiumarola.

Scolateli molto bene e versateli direttamente nel tegame con la bresaola.  Saltate il tutto per qualche minuto,  cospargete con il parmigiano,  mescolate e distribuite  nei piatti.

Ricetta spatzle con bietole e bresaola

Per gli Spatzle

  • 250 gr. farina di riso
  • 200 gr. di bietole
  • 3 uova
  • q.b. latte consentito
  • un pizzico di sale e pepe

Per il condimento spatzle

  • 150 gr. di Bresaola di cervo
  • 50 gr. panna fresca consentita
  • 60 gr. di parmigiano reggiano stagionato 36 mesi
  • 55 gr. di burro chiarificato
  • un pizzico di noce moscata

Gli spatzle con bietole e bresaola sono un primo piatto molto apprezzato, sia dagli adulti che dai bambini. Si rivelano una scelta nutriente sotto diversi punti di vista e anche molto sfiziosa, in quanto il gusto degli gnocchetti si sposa benissimo con quello della bietola e della bresaola, regalando un primo unico che si scioglie in bocca! La ricetta originale sono gli spatzle di spinaci.

Sono in tanti ad aver preso spunto dagli spatzle tirolesi e vi consigliamo di assaggiare questo piatto al più presto. Nutrienti e non troppo calorici, gli spatzle sono unici nel loro genere e ci permettono sempre di portare in tavola un primo veloce, sostanzioso e ricco di sapori. Ma prima di metterci ai fornelli, andiamo a scoprire qualcosa di più su questi speciali gnocchetti…

spatzle crudi

Gli spatzle con bietole e bresaola: dalla Germania alle nostre tavole

Ormai, gli spatzle sono molto famosi anche in Italia, ma non tutti conoscono la loro affascinante storia e le loro principali caratteristiche. Tuttavia, senza inoltrarci troppo nei dettagli, è interessante sapere che il nome di questi piccoli gnocchi deriva dal dialetto svevo e significa “passerotti”. Anche se non sappiamo bene il perché di questo nome, sappiamo con certezza che si tratta di una pasta molto particolare, ovvero di gnocchetti dalla forma decisamente irregolare.

Per gustare al meglio gli spatzle con bietole e bresaola, dovreste sapere inoltre che questa pasta viene generalmente preparata con la farina di grano tenero, un po’ d’acqua e uova. Oggi invece li prepariamo senza glutine e lattosio. Pertanto, si tratta di un alimento molto semplice e genuino, le cui origini si radicano precisamente nella zona meridionale della Germania (in Svevia e Bavieria), luogo dalla quale sono partiti questi gnocchetti, finendo per conquistare il Tirolo, la Svizzera, il Trentino Alto Adige e gran parte del mondo.

In patria, gli spatzle accompagnano la carne e vengono offerti come contorno, mentre in Italia li preferiamo conditi con la panna o con il burro e, potendo scegliere tra varie tipologie di questi gnocchi, preferiamo prevalentemente quelli verdi, ovvero quelli che vengono preparati con gli spinaci. Questi sono proprio quelli che andremo ad utilizzare in questa ricetta, ma andiamo a scoprire cosa possono regalarci gli altri ingredienti.

spatzle con bietole e bresaola

Non solo gnocchetti

Portando in tavola questo piatto, potrete godere di tutto il gusto di questa pasta fresca tipica della Germania del sud, ma riuscirete anche a garantirvi un buon apporto di tanti altri validi nutrienti. Infatti, potrete assimilare molte vitamine, minerali e antiossidanti contenuti nella bietola, ma anche una valida quantità di proteine, proprio grazie alla bresaola.

In poche parole, gli spatzle con bietole e bresaola si presentano come un piatto completo sia a livello nutrizionale che per quanto riguarda i sapori. Il gusto unico degli spatzle ha conquistato tutti, dai bambini ai grandi chef. Portarli in tavola non sarà impegnativo e non ci vorrà neanche troppo tempo. Scegliendo questa ricetta farete sempre un gran figurone: bontà e valide sostanze nutritive sono dalla vostra parte e, perciò, perché non provarle?

Ricette gnocchi ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spaghetti con asparagi e totani

Spaghetti con asparagi e totani, un primo tra...

Cosa sapere sugli asparagi viola I protagonisti di questa ricetta, nonché gli ingredienti che la valorizzano maggiormente, sono gli asparagi viola. Rispetto agli asparagi classici non si...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...