L’essenziale in cucina: i funghi essiccati per il risotto

Tempo di preparazione:

Comodi funghi champignon secchi preparati a casa

Le ricette con i funghi sono particolarmente frequenti ed apprezzate nella nostra cucina. La versatilità dei funghi champignon, in particolare, li rende uno degli ingredienti principe di risotti, scaloppine, paste, torte salate, frittate, carni bianche, paste ripiene, ecc. I funghi freschi dunque non possono mancare nel nostro frigo ma, al tempo stesso, tendono a deperirsi piuttosto in fretta.

L’acquisto al supermercato dei funghi freschi champignon, spesso ci sottopone allo stress di doverli cucinare entro 1-2 giorni, per non assistere all’inevitabile rovina dei funghetti che già in poche ore tendono ad apparire più scuri e meno tonici. Ed ecco che interviene il nostro asso nella manica: l’essiccatore! Preparare i funghi essiccati direttamente a casa vuol dire proteggerli dall’inevitabile deperimento, regalare loro una lunga vita e tenerli sempre pronti per le nostre ricette.

Ottimi come salva menù!

Senza l’aggiunta di additivi o conservati, i funghi essiccati in maniera casalinga sono una vera manna del cielo in grado di salvare pranzi e cene, anche organizzati all’ultimo minuto!

Arrivano degli ospiti inattesi? Un bel risotto ai funghi sarà pronto in una ventina di minuti, potendo contare su un buon riso (con cottura in 10-12 minuti), un brodo espresso e questi praticissimi funghi champignon secchi, preparati a casa! La dispensa di casa sarà una risorsa inesauribile e sicura di idee per la tua cucina grazie all’essiccatore ed alle sue mille possibilità.

Funghi essiccati per risotto IMG 3227 711x1024 L’essenziale in cucina: i funghi essiccati per il risotto

Non solo risotti con i funghi essiccati

Lo abbiamo già accennato ma è bene ribadirlo, i funghi essiccati sono certamente molto comodi per la preparazione di risotti, ma non sono certamente destinabili unicamente ad essi! I funghi essiccati possono essere utilizzati per preparare deliziosi sughi o salsine per pasta e carne o addirittura come ripieno per sfoglie, paste farcite, quiche. Disporre di un vasetto di funghi essiccati (champignon o del tipo preferito) sarà una risorsa foriera di mille possibilità per le nostre ricette!

Nel caso del risotto, sarà sufficiente prendere i funghi direttamente dal vasetto ed unirli al riso che tosta nel soffritto, direttamente in cottura. Se lo preferite, potrete preliminarmente mettere a mollo i funghi in un po’ di acqua tiepida, per circa 10 minuti e poi strizzarli per aggiungerli al risotto. Il vantaggio sarà semplicemente ottenere un’acqua utile e profumata di funghi, da aggiungere oltre al brodo, al riso in cottura, così da garantire un aroma extra al risultato finale. 

Ed ecco la ricetta dei funghi essiccati: 

Ingredienti (per un vasetto di funghi secchi):

  • 300 gr. di funghi champignons
  • 1 o 2 rametti di prezzemolo
  • 1 spicchio d’aglio (facoltativo)

Preparazione:

Pulite i funghi, fino a rimuovere tutti i residui di terra. Con un coltello, tagliate la base e rimuovete eventuali ammaccature o danneggiamenti. Tamponate i funghi così trattati con un panno bagnato per lavarli. Riducete dunque i funghi a fettine, ognuna dello spessore di circa 3-4 millimetri. Riponete le fettine per circa 30 minuti in un panno asciutto, così che possano asciugarsi già un po’. Lavate il prezzemolo e rimuovetene lo stelo, conservando solo le foglioline. Unite le foglioline ai funghi. Se lo desiderate, per un aroma in più, ripulite uno spicchio d’aglio, sbucciatelo e riducetelo a fettine sottili. Prendete dunque il vassoio dell’essiccatore e copritelo debitamente con un foglio di carta forno. Adagiate su questo ripiano tutte le fettine di fungo, il prezzemolo ed eventualmente l’aglio, avendo cura di non sovrapporre i vari pezzetti.

Avviate l’essiccatore, seguendo il programma specifico per le verdure (come indicato nel manuale d’istruzioni). Concluso il processo, le fettine dovranno apparire croccanti e completamente secche. Disponete i funghi ed il prezzemolo (con l’aglio, facoltativo) ad asciugare ulteriormente all’aria per circa 4-5 ore. Trascorso questo tempo, richiudete il tutto in un vasetto ermetico in vetro. Chiuso e conservato in un luogo fresco e non umido (come la dispensa di casa), il prodotto essiccato conserverà le sue caratteristiche per diversi mesi e sarà sempre perfetto per il consumo.

printfriendly pdf button nobg md L’essenziale in cucina: i funghi essiccati per il risotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *