bg header
logo_print

Maiale con funghi e germogli di bambu

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

maiale con funghi e germogli di bambu
Ricette per intolleranti, Cucina cinese
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 25 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Maiale con funghi e germogli di bambù saltati: una ricetta tradizionale asiatica

Il maiale con funghi e germogli di bambù saltati è un classico della cucina asiatica. Questo piatto, amato per il suo equilibrio di sapori e texture, offre una combinazione perfetta di ingredienti freschi e spezie aromatiche.

Per un risultato ottimale, usa carne di maiale di alta qualità. Puoi scegliere tra tagli come la lonza o il filetto, che sono teneri e si cuociono velocemente. Se preferisci una versione più salutare, sostituisci l’olio di sesamo con olio extravergine d’oliva e riduci la quantità di salsa di soia.

Gli shiitake, con il loro sapore ricco e terroso, sono l’ideale per questo piatto. Tuttavia, se non disponibili, puoi usare tranquillamente i champignon.

Per una versione vegetariana, sostituisci il maiale con tofu o seitan. Assicurati di saltare il tofu fino a che non diventa dorato e croccante prima di aggiungere gli altri ingredienti.

Questo piatto rappresenta un’eccellente combinazione di sapori e texture. È ideale sia per una cena in famiglia sia per un pasto festivo. Facile da preparare, il maiale con funghi e germogli di bambù saltati è un’ottima scelta per chi cerca un piatto gustoso e nutriente.

Ricetta maiale con funghi e germogli di bambù

Preparazione maiale con funghi e germogli di bambù

Fate rinvenire i funghi in acqua calda per 20 minu­ti, poi strizzate li, eliminate i gambi duri e dividete i funghi a metà o in quarti, a seconda delle loro dimensioni. Tenete da parte l’acqua di macerazione. Tagliate il maiale a fettine sottili delle dimensioni di un francobollo, mettetelo quindi in una ciotola in cui avrete mescolato la soia con l’amido di mais; ta­gliate i germogli di bambù nelle stesse dimensioni del maiale.

Fate scaldare metà dell’olio in una pa­della di ferro o nel wok, buttatevi i pezzetti di maiale e friggeteli per un minuto; toglieteli con una schiu­marola e teneteli da parte. Scaldate l’olio rimasto, unite i funghi e i germogli di bambù, poi aggiunge­te di nuovo il maiale, il sale e lo sherry. Mescolate e cuocete per un minuto; se necessario unite un paio di cucchiai di acqua dei funghi filtrata e tenuta da parte. Servite ben caldo.

Tempo di preparazione: 25/30 minuti circa

Ingredienti maiale con funghi e germogli di bambù

  • 4 funghi secchi cinesi (preferibilmente shiitake o champignon)
  • 225 g di filetto di maiale
  • 2 cucchiai di Salsa Di Soia Kikkoman Senza Glutine
  • un cucchiaio di amido di mais
  • 225 g di germogli di bambù
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale
  • 2 cucchiai di sherry Tio Pepe 

Maiale con funghi e germogli di bambù: tradizione con un tocco di originalità

La fusione tra la carne di maiale e i germogli di bambù crea una sinfonia di sapori unica. Questo piatto, con la sua particolare combinazione di ingredienti, offre un’esperienza culinaria che eccita il palato e sorprende la vista. La carne di maiale, sostanziosa e ricca, si sposa armoniosamente con la leggerezza e la croccantezza dei germogli di bambù, in un matrimonio di gusti e consistenze.

I funghi giocano un ruolo cruciale in questa ricetta. Non solo aggiungono un tocco di stagionalità, ma la loro corposità e il sapore terroso formano un connubio perfetto con la carne di maiale. Questo ingrediente, simbolo di gusto e abbondanza nella cucina tradizionale, si trasforma completamente quando combinato con i funghi.

Per preparare questo piatto, è fondamentale prestare attenzione alla qualità degli ingredienti. La carne di maiale deve essere fresca e di buona qualità, preferibilmente tagliata a strisce o cubetti per facilitare la cottura e l’assorbimento dei sapori. I funghi, a seconda della stagione, possono variare da shiitake a porcini o champignon, ognuno portando la sua unicità al piatto. I germogli di bambù, con la loro texture unica, aggiungono un elemento croccante che bilancia la morbidezza del maiale.

Questa ricetta si presta a variazioni. Per chi segue una dieta vegetariana, il maiale può essere sostituito con tofu o seitan, mantenendo inalterata la ricchezza del piatto. Anche la scelta dei funghi può variare in base alla disponibilità stagionale, offrendo ogni volta un’esperienza gustativa diversa.

Il maiale con funghi e germogli di bambù è un piatto che offre un viaggio attraverso sapori e texture. La sua versatilità e ricchezza lo rendono ideale per una cena in famiglia o un’occasione speciale, promettendo di lasciare un’impressione duratura e piacevole su chi lo assaggia.

Il bambù e gli altri ingredienti

“Possiamo vivere senza carne, ma senza bambù sarebbe la morte”, Confucio

I germogli di bambù freschi sono rari e si mostrano come vere primizie deliziose, dal gusto molto delicato che ricorda lontanamente l’unione felice tra asparagi e carciofi. Sono anche molto sani e costituiscono una preziosa e fonte ricca di sostanze nutritive come vitamine, proteine e fibre. Contengono poche calorie e i principali suoi componenti sono la tirosina, l’arginina, l’istidina e la leusina. La tirosina, un aminoacido contenuto nei germogli di bambù, è il componente principale delle ghiandole surrenali e un precursore dell’adrenalina, che stimola le attività metaboliche dell’organismo.

Questi alimenti contengono anche molte sostanze minerali, come ad esempio il potassio e il ferro, che conferiscono valore ad ogni piatto di maiale con funghi e germogli di bambù. Un buon apporto di ferro risulta inoltre irrinunciabile nei processi di respirazione cellulare e di sintesi dei globuli rossi. Parlando dell’altro ingrediente principale, abbiamo un mito da sfatare.

Al contrario di ciò che si potrebbe pensare, dovreste sapere inoltre la carne di maiale presenta numerose proprietà, derivanti dalla progressiva diminuzione nel corso degli anni della presenza di grassi saturi, a favore di quelli insaturi (data a sua volta dalla diversa alimentazione). Questa caratteristica sembra possegga un effetto preventivo contro l’insorgenza di patologie cardiovascolari. A proposito dei funghi, infine, non dimentichiamoci che risultano essere fonte sostanziosa di selenio e magnesio.

Funghi Shiitake: un tesoro della cucina orientale

I funghi shiitake, originari dell’Asia orientale, hanno una lunga storia in cucina e nella medicina tradizionale. Conosciuti per il loro sapore ricco e la consistenza carnosa, sono diventati popolari in tutto il mondo. Coltivati principalmente su tronchi di legno, questi funghi non solo deliziano il palato, ma offrono anche benefici per la salute.

I funghi shiitake sono una fonte ricca di nutrienti. Contengono vitamine del gruppo B, vitamina D, minerali come il selenio e fibre alimentari. Sono noti per i loro effetti benefici sul sistema immunitario e per le proprietà antiossidanti. In alcune culture, vengono utilizzati per promuovere la salute generale e il benessere.

Versatili in cucina, i funghi shiitake si prestano a una varietà di piatti. Possono essere utilizzati freschi o secchi; questi ultimi hanno un sapore più intenso e devono essere reidratati prima dell’uso. Sono perfetti per zuppe, stufati, risotti e come condimento per carni. Il loro sapore umami esalta ogni piatto, aggiungendo profondità e ricchezza.

Quando si preparano i funghi shiitake, è importante pulirli delicatamente con un panno umido anziché lavarli sotto l’acqua corrente, per preservare il loro sapore e la consistenza. Se usati secchi, immergerli in acqua calda per circa 20-30 minuti li reidrata e rende pronti per la cottura.

La coltivazione dei funghi shiitake è un esempio di agricoltura sostenibile. Crescono su substrati organici come segatura di legno o tronchi, contribuendo alla gestione dei rifiuti organici. Inoltre, la loro coltivazione ha un impatto ambientale minore rispetto a quella di molte altre fonti proteiche.

I funghi shiitake rappresentano una fusione perfetta di gusto, salute e sostenibilità. La loro capacità di arricchire una vasta gamma di piatti li rende un ingrediente prezioso nella cucina moderna. Sia che si scelgano per il loro sapore distintivo o per i loro benefici nutrizionali, i funghi shiitake sono un tesoro gastronomico che merita di essere esplorato.

Ricette con funghi ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Lumache fritte

Lumache fritte, un finger food per stupire

Una panatura semplice ma efficace E’ proprio la panatura a qualificare come facile questa ricetta con lumache fritte. La impanatura è formata da farina, uova sbattute con sale e pepe,...

Hamburger di quinoa e melanzane

Hamburger di quinoa e melanzane, una delizia 100%...

Uno sguardo alla quinoa La quinoa è la vera protagonista di questa sfiziosa ricetta. Occupa un posto d’onore negli hamburger di melanzane, adatti anche ai celiaci o a chi manifesta una marcata...

Hamburger di manzo con friggitelli

Hamburger di manzo con friggitelli, un secondo delizioso

Cosa sono i friggitelli? Gli hamburger di manzo e friggitelli sono di norma una ricetta semplice, in quanto a variare non è il procedimento bensì gli ingredienti. Per l’occasione ho deciso di...