Torta alle noci con cacao e spezie senza glutine, lattosio e uova

Per digerire il lattosio, lo zucchero del latte, abbiamo un enzima digestivo fatto apposta chiamato “lattasi”. Senza di esso, il lattosio non è digerito e provoca dolori intestinali, diarrea e altri disturbi poco gradevoli. Questa condizione è definita intolleranza al lattosio ed è molto diffusa nel mondo.

Chi ne soffre deve stare attento a non ingerire cibo contenete lattosio altrimenti si formano nell’intestino, a causa della cattiva digestione, una serie di agenti tossici come acetaldeide, etanolo, acido formico, metano; tossine che oltre a diarrea, gas e dolori addominali possono avere conseguenze più gravi sul sistema nervoso, sul sistema cardiovascolare, sui muscoli e sul sistema immunitario.

Dove si trova il lattosio?

Ovviamente lo troviamo nel latte, nel burro, nel formaggio, nella panna e nello yogurt e fin qui è facile individuarli. Il problema è quando è aggiunto come ingrediente ad altri alimenti … e sono davvero tanti: bevande, prodotti da forno, dolci industriali, preparati per torte, patatine fritte, pasta, carni, salsicce, hamburger, carne. E come se non bastasse, è usato come eccipiente nei prodotti farmaceutici.

Questa è solo una piccola lista, in realtà possiamo trovare lattosio veramente ovunque anche dove non ci si aspetta, l’unica cosa da fare è prestare attenzione alle etichette.

Per fortuna è possibile sostituire la maggior parte dei prodotti contenente lattosio con altri sicuri per chi è intollerante, molti di essi sono degli ottimi surrogati anche dal punto di vista nutrizionale, compreso per quanto riguarda il calcio, ecco qualche esempio.

Per sostituire il latte vaccino

Il latte vaccino è il più semplice da sostituire, esiste un’ampia scelta di latte di origine vegetale, di soia, di mandorle, di avena, di cocco, di riso ecc. Il latte vegetale può essere impiegato anche nei preparati dolci e salati, e il profilo nutrizionale non ha niente da invidiare a quello del latte vaccino.

Per sostituire il burro

  • L’olio d’oliva è un’alternativa più sana e priva di lattosio al burro anche per cucinare i dolci. Generalmente basta circa ¾ di olio rispetto alla quantità consigliata di burro.
  • Esiste poi la margarina senza latte o panna, cercate l’indicazione sulla confezione.
  • Si può usare il burro chiarificato (dal quale tramite processo industriale sono tolte acqua e proteine del latte.)

Per sostituire la crema

Cercate nei supermercati e nei negozi specializzati le creme vegetali cioè ottenute con l’impiego di latte vegetale, più spesso di soia, di riso e di avena.

Per sostituire lo yogurt?

Lo yogurt di soia bianco o aromatizzato è in grado di non far rimpiangere lo yogurt ottenuto dal latte.

E con il formaggio come si fa?

Per sostituire il formaggio bisogna aguzzare l’ingegno e scatenare la fantasia.  Ad esempio tagliare il tofu a piccoli dadini può dare l’illusione che nell’insalata greca ci sia davvero la feta, lo stesso se la facciamo a fette e la serviamo con del pomodoro, potremmo credere di essere di fronte a una caprese. E così via.

Insomma, le soluzioni ci sono, basta un briciolo di pazienza, buona volontà e un tocco di fantasia.

Fate come Laura Barile  di www.alchimia.ifood.it che è riuscita a fare questo dolce buonissimo senza glutine, senza lattosio e senza uova. Un applauso!!!

Ingredienti:

  • 180 gr di farina di grano saraceno
  • 50 gr di amido di mais
  • 80 gr di noci sgusciate
  • 100 gr di zucchero di canna integrale
  • 50 gr di cacao amaro in polvere
  • 8 gr di lievito per dolci
  • 350 ml di latte di riso
  • 50 gr di olio di semi di girasole
  • zucchero a velo q.b.
  • cannella e cardamomo q.b.

Preparazione

Tritate finemente le noci.In una terrina capiente mescolate farina, amido, zucchero e cacao.

Aggiungete il lievito, setacciandolo per evitare grumi, e le spezie. In questa versione mezzo cucchiaino di cannella in polvere e due semi di cardamomo, ma si può utilizzare a piacere lo zenzero, la noce moscata, la curcuma…

Mescolando con una frusta versate dapprima l’olio e poi il latte di riso fino ad ottenere un composto omogeneo e morbido.

Foderate una tortiera da 24 cm con carta da forno e versatevi il composto.Riscaldate il forno a 180° e infornate per 30-35 minuti.

Una volta fredda, estraete la torta dallo stampo e spolverate a piacere con zucchero a velo.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *