Ottimi Fusilli integrali con crema di fave

Fusilli integrali con crema di fave
Stampa

Oggi parliamo dei Fusilli integrali con crema di fave.  Fusilli integrali, una buona scelta in gravidanza! Una volta si diceva che in gravidanza bisogna mangiare per due, per fortuna oggi tutti sanno che non c’è niente di più sbagliato. L’aumento eccessivo di peso può compromettere la salute della mamma, senza contare che il diabete gestazionale è sempre in agguato.

Per questo in gravidanza è necessario fare attenzione non sulla quantità ma sulla qualità del cibo. Il fabbisogno energetico aumenta infatti solo di 350 calorie al giorno massimo che corrispondono  all’incirca a un panino in più e non certo a una doppia razione di cibo; quello che invece bisogna assecondare è la grande richiesta di nutrienti necessari per la salute di mamma e bambino.

Prendersi cura di se stesse in gravidanza è di fondamentale importanza, a iniziare da una corretta alimentazione. Mangiare bene e stare in forma non aiuta solo la salute della mamma ma anche quella del bambino, già a partire dalle prime settimane di gestazione. Tutto quello che viene ingerito, infatti, passa, sotto forma di nutrienti al feto che deve crescere.

Questo pensiero dovrebbe essere sufficiente per far intraprendere alla futura mamma una dieta sana. Niente di traumatico o restrittivo, non deve discostarsi troppo dalla dieta abituale ma deve eliminare i cibi troppo grassi, l’alcool e tutti quegli alimenti che potrebbero mettere a rischio la propria salute (es. pesce e carne cruda, frutta e verdura se non lavata bene nel caso non si è immuni alla toxoplasmosi).

Fusilli integrali con crema di fave

Un piatto salutare:  Fusilli integrali con crema di fave

Tuttavia, è consigliabile alle donne in dolce attesa sostituire pane e pasta bianca con quella integrale. Per le donne che non hanno problemi di peso o di salute si tratta di una buona abitudine, per le donne invece in sovrappeso o con diabete gestazionale, è una scelta importante per non aggravare le loro condizioni di salute.

Pasta, penne e riso integrale sono infatti cibi a basso indice glicemico, non provocano cioè quei picchi glicemici assolutamente da evitare se si soffre di diabete (anche quello gestazionale) e che fanno tanto ingrassare.

La pasta integrale è da preferire a quella tradizionale bianca soprattutto in gravidanza per via della grande presenza di fibre. Spesso durante i nove mesi di gestazione si soffre di una fastidiosa stipsi. Considerando che l’uso di lassativi o integratori è sconsigliata, l’unico modo di combatterla e con l’alimentazione, in questo la pasta integrale è di grande aiuto.

Inoltre, le fibre ci fanno sentire più sazi, quindi sono un buon alleato durante quelle crisi di fame che a volte capitano quando si aspetta un bambino.

Ed ecco la ricetta dei Fusilli integrali con crema di fave

Ingredienti per 4 persone

  • 320 g fusilli integrali La Molisana
  • 250 g fave fresche (il peso si riferisce alle fave senza baccello)
  • 2 filetti grandi trota salmonata
  • 1 spicchio aglio
  • 2 rametti timo fresco
  • q.b. olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiai acqua calda
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Tuffate le fave in acqua bollente per 8 minuti. Scolate e mettete i legumi in una ciotola con acqua fredda e ghiaccio. Fate raffreddare per qualche minuto

Eliminate la buccia che ricopre le fave. Una volta sbucciate, versate le fave nel tumbler di un frullatore.

Unite due cucchiai di acqua calda, due cucchiai di olio evo, le foglioline di timo, un pizzico di sale e uno di pepe. Frullate fino ad ottenere una crema. Unite altra acqua, se necessario, fino a raggiungere la cremosità desiderata. Aggiustate di sale e pepe regolandovi secondo il vostro gusto.

Per la trota salmonata croccante: Sciacquate i filetti sotto acqua corrente fredda. Tamponate con della carta da cucina e assicuratevi che tutte le spine siano state eliminate.

In una padella fate rosolare lo spicchio d’aglio in due cucchiai di olio evo, fino a quando l’aglio sarà biondo e l’olio profumato.

Adagiate nella padella i filetti di trota, facendoli aderire dalla parte della pelle.Lasciate cuocere, a fuoco medio, fino a quando il calore avrà reso più chiara la carne.A questo punto, aiutandovi con i rebbi di una forchetta, sbriciolate la carne separandola dalla pelle, che eliminerete.

Fate rosolare il pesce insaporendolo con un pizzico di sale.Si formeranno delle briciole di trota, che dovrete far diventare piuttosto croccanti, facendo attenzione a non bruciare la carne delicata.

Composizione del piatto.Lessate la pasta seguendo i tempi di cottura indicati sulla confezione.Scolate e versate i fusilli integrali in un’ampia padella in cui avrete versato la crema di fave.

Fate saltare, a fuoco moderato, per un paio di minuti. Impiattate e spolverate con abbondante trota croccante e qualche fogliolina di timo. Ultimate con un filo di olio a crudo.

 

CONDIVIDI SU

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


19-04-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo aka Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Ma da sola non potevo farcela!

Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono oggi il Presidente. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro incredibile. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Riso rosso con zucchine e menta

Riso rosso con zucchine e menta, un primo...

Riso rosso con zucchine e mente, altro che risotto Il riso rosso con zucchine e menta è una suggestiva alternativa al risotto. Anche perché rispetto a quest’ultimo porta spunti differenti. E’...

Vellutata di lattuga con gamberi

Vellutata di lattuga con gamberi, un primo leggero

Vellutata di lattuga con gamberi, un piatto elegante e leggero La vellutata di lattuga con gamberi e spuma di mozzarella è un primo che coniuga eleganza, gusto e leggerezza. Propone abbinamenti...

culurgiones con salsa di bottarga

Culurgiones con salsa di bottarga, primo sardo

Culurgiones con salsa di bottarga, un primo che parla della Sardegna I culurgiones con salsa di bottarga sono un primo che si ispira alla tradizione sarda. Una tradizione che vanta alcune...

Lasagna con erbe spontanee

Lasagna con erbe spontanee, un piatto colorato e...

Le peculiarità della lasagna con erbe spontanee La lasagna con erbe spontanee è un primo piatto dai contorni davvero particolari. In primis, è 100% vegano. Un dettaglio non da poco, se si...

Spaghetti con aglio nero e ricotta

Spaghetti con aglio nero e ricotta, un primo...

Spaghetti con aglio nero e ricotta, colori intensi e sapori veraci Gli spaghetti con aglio nero e ricotta sono un primo piatto che coniuga sapori rustici con un impatto visivo da cucina gourmet....

Vellutata di carote e barbabietola

Vellutata di carote e barbabietola, un primo delizioso

Vellutata di carote e barbabietola con Skyr, un primo davvero squisito La vellutata di carote e barbabietola con Skyr è un primo piatto di semplice preparazione, che propone sapori diversi dal...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti