bg header
logo_print

Una sbrisolona alla canapa molto alternativa

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Sbrisolona alla canapa
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4.5/5 (2 Recensioni)

La Sbrisolona alla Canapa è una delizia per tutti i palati, sia per coloro che seguono una dieta senza glutine per necessità che per coloro che lo fanno per scelta. La canapa aggiunge un tocco speciale, arricchendo il dolce con i suoi nutrienti e il suo caratteristico sapore. È una dimostrazione di come sia possibile adattare ricette tradizionali in modo creativo per rispondere alle esigenze alimentari contemporanee.

Tuttavia, è importante ricordare che seguire una dieta senza glutine senza una valida ragione medica può comportare rischi per la salute. Prima di apportare cambiamenti significativi alla tua dieta, è sempre consigliabile consultare un medico o un dietista. La tua salute è preziosa, e prendere decisioni informate è essenziale per garantire che la tua alimentazione soddisfi tutte le tue esigenze nutrizionali.

Goditi questa Sbrisolona alla Canapa come un’alternativa deliziosa e innovativa alla versione tradizionale. Sia che tu stia seguendo una dieta senza glutine per motivi di salute o per scelta

Ricetta Sbrisolona alla canapa

Preparazione Sbrisolona alla canapa

  • Iniziamo tostando leggermente le mandorle. Potete farlo in una padella a fuoco medio-basso, mescolando continuamente finché le mandorle diventano leggermente dorate e rilasciano un aroma profumato. Toglietele dal fuoco e lasciatele raffreddare.
  • Tagliate il burro chiarificato a pezzetti e lasciatelo ammorbidire a temperatura ambiente finché diventa morbido ma non liquido.
  • In una ciotola capiente, unite le farine setacciate (farina di canapa, amido di mais e fioretto di mais), lo zucchero semolato, le mandorle tritate, un pizzico di sale e la buccia grattugiata del limone. Mescolate tutto con un cucchiaio di legno per distribuire uniformemente gli ingredienti secchi.
  • Spolverizzate una spianatoia con della farina di mais e versate il composto a fontana al centro.
  • Ora, aggiungete il burro ammorbidito e i rossi d’uovo all’impasto a fontana.
  • Iniziate ad amalgamare tutti gli ingredienti energicamente e velocemente. L’obiettivo è ottenere un impasto friabile e sbriciolato, caratteristico della sbrisolona. Non lavorate troppo l’impasto, altrimenti diventerà troppo compatto.
  • Preparate una teglia da forno e rivestitela con carta da forno.
  • Versate l’impasto sbriciolato nella teglia preparata, senza premere troppo. La sbrisolona deve rimanere friabile.
  • Infornate la sbrisolona a 180 gradi per circa 30 minuti o finché diventa dorata sulla superficie.
  • Una volta cotta, lasciatela raffreddare completamente prima di rompere l’impasto in pezzi grandi e rustici.

Ingredienti Sbrisolona alla canapa

  • 40 gr farina di canapa
  • 125 gr amido di mais
  • 125 gr fioretto di mais
  • 115 gr zucchero semolato
  • 135 gr burro chiarificato
  • 2 tuorli d’uovo
  • 130 gr mandorle leggermente tritate
  • q.b. sale fino
  • buccia di limone

Sbrisolona alla Canapa: un’alternativa per chi sengue una dieta senza glutine

La dieta senza glutine è ormai una tendenza in crescita, seguita da sempre più persone che, nonostante non soffrano di celiachia o sensibilità al glutine, scelgono di eliminare questo elemento dalla loro alimentazione. Che sia per motivi di salute, moda o convinzioni personali, la dieta senza glutine sta guadagnando sempre più terreno. Oggi vogliamo presentarvi una ricetta straordinariamente buona che si adatta perfettamente a questa tendenza: la Sbrisolona alla Canapa.

Negli ultimi anni, la dieta senza glutine è diventata estremamente popolare. C’è una vasta gamma di motivi per cui le persone decidono di eliminare il glutine dalla loro dieta. Alcuni lo fanno per problemi di salute, come la celiachia o la sensibilità al glutine, mentre altri lo fanno per ragioni estetiche o di benessere. Ci sono persino coloro che seguono questa dieta solo perché è diventata una tendenza, una sorta di status symbol, specialmente negli Stati Uniti.

Ma è davvero sicuro eliminare il glutine dalla tua dieta senza una reale necessità medica? Questo è un argomento che ha suscitato un dibattito acceso. Durante un convegno tenutosi durante l’evento Gluten Free Days, i medici e gli esperti hanno discusso dei rischi associati alla dieta senza glutine per coloro che non soffrono di celiachia o di sensibilità al glutine.

I pericoli della dieta senza glutine non necessaria

Una delle principali preoccupazioni riguarda la difficoltà di diagnosticare la celiachia quando il paziente segue già una dieta senza glutine. Questo perché i test diagnostici per la celiachia richiedono la presenza di glutine nell’organismo, e se questo elemento è stato eliminato dalla dieta, i risultati dei test potrebbero non essere accurati. Ciò significa che molte persone potrebbero vivere con una condizione di celiachia non diagnosticata, esponendosi a potenziali rischi per la salute a lungo termine.

Inoltre, una dieta senza glutine in assenza di una reale necessità può comportare alcuni svantaggi nutrizionali. Il glutine è una fonte importante di proteine, fibre, folati e vitamina B12. Quando si elimina il grano e il glutine dalla dieta, si corre il rischio di sviluppare carenze di questi nutrienti essenziali. In particolare, la carenza di vitamina B12 può portare a problemi di salute a lungo termine, tra cui anemia e danni neurologici.

La sensibilità non celiaca al glutine: condizione controversa

Negli ultimi anni, la sensibilità non celiaca al glutine è emersa come un argomento controverso e dibattuto nella comunità medica e scientifica. Questa condizione è caratterizzata dalla presenza di sintomi correlati al consumo di glutine in individui che non soffrono di celiachia o allergia al grano. Tuttavia, la sensibilità non celiaca al glutine è una condizione complessa da diagnosticare e comprendere a fondo, e ci sono ancora molte domande senza risposta.

La sensibilità non celiaca al glutine può manifestarsi con una varietà di sintomi, ma non è limitata esclusivamente ai seguenti:

  • Problemi Cutanei: Alcune persone segnalano la comparsa di eruzioni cutanee o ponfi sulla pelle dopo aver consumato alimenti contenenti glutine.
  • Stanchezza Cronica: Un sintomo comune associato a questa condizione è la stanchezza cronica, che può manifestarsi come una sensazione persistente di affaticamento e mancanza di energia.
  • Disturbi Gastrointestinali: Alcune persone possono sperimentare disturbi gastrointestinali come gonfiore, diarrea, o dolore addominale dopo aver consumato alimenti contenenti glutine.
  • Problemi Neurologici: Alcuni individui riportano sintomi neurologici come mal di testa, vertigini o difficoltà di concentrazione in seguito al consumo di glutine.
  • Sintomi Simili all’Allergia: Alcuni sintomi, come prurito, rossore o gonfiore, possono essere simili a quelli di un’allergia alimentare, ma la sensibilità non celiaca al glutine non è un’allergia.

La complessità della diagnosi

Una delle sfide principali nella gestione della sensibilità non celiaca al glutine è la difficoltà nella diagnosi. A differenza della celiachia, che può essere diagnosticata attraverso test specifici, e dell’allergia al grano, che può essere confermata tramite test allergici, la sensibilità non celiaca al glutine non ha un test diagnostico definitivo.

La diagnosi solitamente si basa su un processo di esclusione. Prima, altre condizioni come la celiachia e l’allergia al grano devono essere escluse attraverso test appropriati. Se i test risultano negativi e i sintomi migliorano con una dieta priva di glutine, si può sospettare la sensibilità non celiaca al glutine. Tuttavia, questa non è una diagnosi definitiva, ma piuttosto una deduzione basata sulla risposta positiva alla dieta priva di glutine.

La ricerca continua

È importante notare che la sensibilità non celiaca al glutine è un campo di ricerca ancora in evoluzione, e ci sono opinioni contrastanti all’interno della comunità scientifica. Alcuni ricercatori sono scettici sulla sua esistenza e sottolineano la necessità di ulteriori studi clinici rigorosi per stabilire una base scientifica solida per questa condizione.

Attualmente, la partecipazione a studi clinici controllati in doppio cieco è uno dei modi principali per valutare la sensibilità non celiaca al glutine in modo accurato. Questi studi coinvolgono la somministrazione di glutine o di un placebo a individui sospettati di avere questa sensibilità, senza che i partecipanti siano a conoscenza di quale trattamento stiano ricevendo. Questo metodo aiuta a determinare se i sintomi sono effettivamente legati al glutine o se potrebbero essere influenzati da altri fattori.

In conclusione, la sensibilità non celiaca al glutine è una condizione complessa e controversa che richiede ulteriori ricerche per essere compresa appieno. Se sospetti di avere questa sensibilità, è fondamentale consultare un medico e, se opportuno, partecipare a studi clinici appropriati per ottenere una valutazione accurata. La gestione della dieta dovrebbe sempre essere affrontata in collaborazione con un professionista della salute per garantire una nutrizione adeguata e il benessere generale.

Una sbrisolona alla canapa per tutti

Ora che abbiamo affrontato il dibattito sulla dieta senza glutine, vorremmo presentarvi un’alternativa deliziosa: la Sbrisolona alla Canapa. Questa ricetta combina il desiderio di una dieta senza glutine con un tocco innovativo di canapa, una pianta versatile che offre numerosi benefici nutrizionali.

Ora consolatevi con questa sbrisolona alternativa nata dalla mente di Oris Portanova

Ricette sbrisolona ne abbiamo? Certo che si!

4.5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rotolini di piadina con nutella e banana

Rotolini di piadina con nutella e banana, ottimi...

Le numerose varianti dei rotolini di piadina ripieni La nutella è tra gli ingredienti protagonisti di questi rotolini di piadina. E’ una soluzione facile per ottenere un ripieno gustoso e...

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...