Tartelette con avocado e ratatouille d’autunno

Pasta brisee con Avocado e Ratatouille dautunno
Stampa

Vi piace l’idea delle mie Tartelette con avocado e ratatouille d’autunno? Chi ha detto che non si può preparare una pasta brisée gluten free anche priva di burro e  senza gusto? Ho cercato un ingrediente che potesse sostituire il burro nella della pasta brisée, ho provato (diverse volte) con l’avocado per la sua consistenza morbida e ricca, e dopo un po’ di tentativi sono riuscita nel mio intento di fare una pasta gluten free che soddisfi i palati anche più esigenti

Ricetta di Antonella Pitton

Ed ecco la ricetta delle Tartelette con avocado e ratatouille d’autunno

Ingredienti per 8 Tartellette ( cm. 6,5)

pasta brisée all’avocado

1 avocado maturo
180 gr farina di riso
25 gr farina di tapioca
10 gr fecola di patate
1 uovo
1/2 cucchiaio di sale fine
2 cucchiai olio di mais
1 cucchiaio aceto

ripieno:

una zucca qualità “Bertagnina”
1 piccolo cavolo romanesco , 1 piccolo cavolfiore viola, 1 piccolo cavolfiore arancio e 1 piccolo cavolfiore bianco
1 cucchiaio olio di semi di zucca

citronette all’arancia

Succo d’arancia spremuto
olio d’oliva
bacche di pepe rosa
sale

Preparazione

Pulite la zucca. Eliminate i semi e i filamenti raschiando l’interno con un coltellino. Tagliatela a fette non troppo grossa, senza togliere la buccia e adagiate i pezzi su una teglia, ricoperta da carta forno. Fate cuocere per circa un’ora a 150° .Nel frattempo preparate la pasta brisée all’avocado gluten-free

Dividete l’avocado a metà ed estraete il nocciolo. Sbucciate il frutto, prelevate la polpa e frullatela con l’uovo sino ad ottenere un composto cremoso. Aggiungete poi delicatamente gli altri ingredienti. Stendente la pasta su teglia e fatela riposare il tempo di cottura della zucca.

Preparate la vinaigrette all’arancia. Sciogliete un pizzico di sale nella spremuta d’arancia, aggiungete 60 ml. di olio d’oliva e qualche grano di pepe rosa. Con l’aiuto di un frustino sbattette gli ingredienti fino a che non saranno emulsionati e omogenei.

Lavate i cavolfiori, tagliate le cime e fatele cuocere a vapore, non fatele cuocere troppo devono rimanere leggermente al dente. A cottura terminata, disponete la verdure su una teglia da forno ed irroratela delicatamente con la vinaigrette all’arancia.

Quando la zucca è cotta, con un cucchiaio ricavatene la polpa e frullatela con un minipimer aggiungendo un cucchiaio di olio di semi zucca ed un pizzico di sale. Riponetela al caldo.
Stendete la pasta brisée gluten-free su una teglia da torta (o negli stampini da tartelle) ricoperta da carta da forno. Buccherellate la pasta con una forchetta e fatela cuocere in bianco per 30 minuti in forno a 160°.
A cottura terminata, fate intiepidire la pasta brisée gluten free, toglietela dallo stampo (o dagli stampi), aggiungete la crema di zucca tiepida. Guarnite con le cime di cavolfiore colorati secondo il vostro gusto. Prima di servire aggiungete un po’ di couscous di cavolfiore arancione che otterrete affettando sottilmente le cime.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


09-11-2015
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti