bg header
logo_print

New York cheesecake, un dolce a prova di intolleranze

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

New York Cheese Cake
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Ricette dal Mondo
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

New york cheesecake, una variante alternativa adatta a tutti

Oggi proponiamo la ricetta della New York cheesecake.  Dato che nel nostro blog parliamo di ricette internazionali abbiamo scelto una delle ricette più rappresentative degli Usa la cheesecake.

Abbiamo provato a rendere questa ricetta adatta agli intolleranti al glutine e al lattosio. Proprio per questo ci siamo cimentati nella preparazione dei biscotti, che costituiscono la base della nostra cheesecake. Il risultato è una variante adatta a tutti ed in grado di stupire per il suo equilibrio e sapore.

Ricetta new york cheesecake

Preparazione new york cheesecake

Per la preparazione biscotti di riso:

  • Versate tutti gli ingredienti umidi in una ciotola e mescolate per alcuni minuti poi aggiungete gli ingredienti secchi fino ad ottenere un impasto simile alla frolla.
  • Infine, lasciate riposare per 15 minuti.
  • Poi stendete la pasta e coppate per ottenere i biscotti e infornate per 15 minuti a 180°.

Preparate la base:

  • Tritate finemente i biscotti precedentemente preparati e uniteli a olio, cannella, miele e lavorate l’impasto fino a renderlo omogeneo.
  • Con l’impasto ottenuto create la base dello stampo e i bordi , riponete lo stampo nel frigorifero a lasciate riposare per almeno 30 minuti.

Ora passate alla preparazione della crema:

  • Amalgamate con un cucchiaio il formaggio, lo yogurt, lo zucchero, la scorza di limone, estratto di vaniglia, la panna e un uovo per volta fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
  • Versate la crema ottenuta nello stampo e infornate per 45 minuti a 160°.
  • Lasciate ora raffreddare un paio d’ore fuori dal frigo e altre due ore in frigorifero. Al termine, la cheesecake è pronta per essere servita.
  • In fase di presentazione potrete aggiungere un topping a piacere (marmellata , frutta fresca o cioccolato).

per 1 teglia da 18 cm

per i biscotti di riso:

  • 240 gr. di farina di riso,
  • 100 gr. di fecola di patate,
  • 50 gr. di amido di mais,
  • 5 cucchiai di olio di semi,
  • 5 cucchiai di miele,
  • 2 uova

per la base:

  • 200 gr. di biscotti di riso precedentemente preparati,
  • 35 gr. di olio di semi,
  • 3 gr. di cannella,
  • 1 cucchiaio di miele d’acacia

per la crema:

  • 350 gr. di formaggio spalmabile senza lattosio,
  • 100 gr. di zucchero,
  • 75 ml. di panna senza lattosio,
  • 20 gr. di yogurt di soia,
  • 2 uova,
  • 1 scorza di limone,
  • estratto di vaniglia a piacere

New York cheesecake, una cheesecake senza glutine e senza lattosio

New York cheesecake”, è questo il nome che Alessia e Francesco di Cucina con Stile hanno scelto per la loro creazione, una variante del celebre dolce anglosassone che si caratterizza per alcune innovazioni. Tanto per cominciare è senza glutine e senza lattosio, in quanto fa uso di farine alternative e propone solo prodotti caseari e delattosati. Inoltre, è una cheesecake in parte “cotta”. La base viene messa in frigo in modo da innescare un processo di rassodamento, ma in seguito viene sottoposta ad un passaggio al forno.

Alessia e Francesco partecipano con la loro New York cheesecake al contest “Le intolleranze? Le cuciniamo”. Ho organizzato questo contest per lanciare un messaggio: la creatività in cucina, nonché una marcata conoscenza degli alimenti, sono armi efficaci per contrastare le intolleranze alimentari. È una gara nel vero senso della parola, che vedrà vincitori e premi, dunque auguro ad Alessia e Francesco di fare del loro meglio e di divertirsi.

Perché proprio la farina di riso?

La base di biscotti di questa New York cheesecake è all’apparenza identica a quella di tante altre cheesecake, in quanto formata da biscotti e burro. Alessia e Francesco propongono però un’idea particolare, ossia preparare in prima persona i biscotti. Nello specifico, utilizzano la farina di riso, olio, miele, amidi e uova. Il risultato è straordinario e incide sulla resa della base, e di conseguenza su tutta la torta.

Perché proprio la farina di riso? Semplice, perché è una della farina più efficaci tra quelle senza glutine. La farina di riso propone sentori delicati che non interferiscono con gli altri ingredienti, inoltre è perfetta per la cheesecake. D’altronde, la ricetta originale propone i biscotti digestive, che sono dei biscotti abbastanza neutri.

La farina di riso vanta numerosi pregi. E’ povera di grassi, quindi il suo apporto calorico risulta inferiore a quello delle classiche farine glutinose. Inoltre, è ricca di vitamine, sali minerali e amido, che è molto utile quando c’è da preparare un impasto. Tuttavia, è povera di proteine, un difetto tollerabile alla luce delle tante proprietà positive.

Una farcitura non proprio classica

Come ogni cheesecake che si rispetti, anche la New York cheesecake è arricchita con una farcitura. Quella proposta da Alessia e Francesco spicca per il sapore accentuato, dovuto alla presenza di più prodotti di origine casearia e di qualche spezia.

Troviamo, infatti, il formaggio cremoso e la panna. Questi ingredienti devono essere delattosati, in modo da consentire anche agli intolleranti al lattosio di gustare il dolce. A tal proposito non preoccupatevi, le differenze con i prodotti originali sono minime e non vanno oltre un pizzico di dolcezza. Ciò è dovuto al processo di rimozione del lattosio, che consiste nella scissione di quest’ultimo in due zuccheri semplici.

La farcitura viene realizzata anche per mezzo dello yogurt di soia. Il suo sapore è corposo e ricorda quello dei legumi. Tuttavia, è meno acido rispetto allo yogurt classico e quindi costituisce una gradevole variazione sul tema. Di certo si integra al meglio in una ricetta ricca di prodotti caseari.

Quali spezie usare per la new york cheesecake?

La New York cheesecake è un dolce ben pensato, che coniuga innovazione ed equilibrio. Lo si evince dalla gestione degli aromi, che risulta prudente ed efficace allo stesso tempo. Sono presenti molte spezie, ma sono ben distribuite tra i vari ingredienti. Per esempio, la base viene arricchita con la cannella, che dona un sapore aromatico ma anche piuttosto dolce.

La crema, invece, viene arricchita con la vaniglia e con la scorza di limone. La vaniglia ammorbidisce il sapore e lo rende più aromatico, mentre il limone aggiunge un tocco amarognolo, che smorza e bilancia il tutto. Nella ricetta troviamo anche il miele, che viene utilizzato per preparare i biscotti. Il miele sostituisce lo zucchero e modifica in meglio la resa organolettica dell’impasto.

Tutti questi ingredienti apportano vitamine, sali minerali e antiossidanti. Queste sostanze sono fondamentali perché riducono le probabilità di contrarre il cancro, rallentano l’invecchiamento e regolarizzano i processi di riproduzione cellulare. Gli ingredienti usati vanno comunque utilizzati con cura, in quanto potrebbero interferire troppo con gli altri ingredienti e rendere il dolce meno equilibrato. Proprio per questo il lavoro fatto da Alessia e Francesco è stato davvero certosino e molto equilibrato, creando così un dolce tutto da gustare.

Contest – Le intolleranze? Le cuciniamo

Ricetta di Alessia e Francesco – Cucina con stile

New York Cheese Cake

Ricette americane ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

2 commenti su “New York cheesecake, un dolce a prova di intolleranze

  • Lun 15 Mag 2017 | Giovanni Diana ha detto:

    Riuscire a rendere un piatto così grasso in versione “salutare” è un grande traguardo.

    • Lun 14 Giu 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Complimenti Giovanni! E’ questa la filosofia da seguire. In cucina tutto si puo’. Basta sperimentare e il risultato si ottiene.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...