Frappè mela, anguria, melagrana e lampone

Frappè mela, anguria, melagrana e lampone: la bevanda dal colore dell’autunno. Tanti sono coloro che, specie negli ultimi anni, hanno riscoperto il valore ed il benefici, dal punto di vista nutrizionale, del frullato.Pasto nutriente e comodo, veloce da consumare, goloso e rinfrescante oggi si vede arricchito di panna, latte e ghiaccio: ecco il suo nome mutare, in questo caso, ed esser definito frappé.

Latte intero o scremato, yogurt greco, di cocco, di riso o di mandorle: il frappé si presta a mille personalizzazioni, ad orientare sono i gusti nonché le necessità di ciascuno.

In effetti, esistono molti soggetti intolleranti al latte che, per non rinunciare all’apporto delle sostanze nutritive contenute nel frappé, benevole per il proprio organismo, hanno imparato a sostituire il latte di mucca con quello di soya o di riso, con risultati sorprendenti.

Frappè mela, melagrana, lamponi e anguria

Bevanda dal colore dell’estate

La mela, stigmatizzata come classico frutto della salute, rappresenta lo stereotipo del benessere per chi di essa si nutre. E che dire dell’anguria, il frutto più goloso dell’estate, quello più amato dai bambini e rappresentato persino nei loro disegni.

La melagrana poi, con il suo elevato e lodevole contenuto di vitamina C, si è rivelata uno dei frutti imprescindibili per chi è alla ricerca degli alimenti con il più alto apporto di antiossidanti.

Il lampone poi, in questo frappé, conferisce una nota di sapore e di gusto non indifferente: esso si rivela frutto di bosco dalle vere e proprie proprietà terapeutiche, in quanto ottimo per depurare il sangue e lenire i disturbi gastrointestinali.

A ben vedere, così come rappresentato, il frappé di mela, anguria, melagrana e lampone non sarebbe indicato proprio per tutti: ricordiamoci degli intolleranti e di tutti coloro che sono estremamente “sensibili” al consumo di latte e derivati. Ma il frappé non è un semplice frullato di frutta, lo si sa, e, proprio in ragione della presenza in esso di latte, sarebbe di per sé da tenere lontano dalla portata degli intolleranti al lattosio. Ma noi abbiamo ovviato con l’aggiunta di latte di riso!

Ma la natura ci offre una possibilità di non poco conto e da riso, cocco, miglio, quinoa e chi piu ne ha più ne metta, ecco derivare delle preziose bevande alternative al comune latte di mucca, le quali possono essere utilizzate con risultati impensati in questo frappé.  Se lo volete ancora più fresco d’estate basterà aggiungere al seguito un paio di cubetti di ghiaccio nel frullatore in modo da ottenere un frullato dalla consistenza liscia e cremosa ed ecco pronto il frappé, facilissimo da preparare.

Riepiloghiamo insieme ingredienti, nelle loro giuste quantità, e preparazione di questo straordinario e coloratissimo toccasana per la nostra salute.

Ed ecco la ricetta del Frappè mela, anguria, melagrana e lampone

Ingredienti per 2/3 bicchieri

  • 2 mele
  • 2 melograno
  • 2 fette anguria
  • 200 gr lamponi
  • q.b. latte di riso

Preparazione

Sbucciate le mele. Togliete ii semini all’anguria e tagliatela a dadini. Sgranate la melagrana e lavate i lamponi.

Mettete tutta la frutta nel bicchiere di un frullatore e aggiungete il latte. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Servite subito!

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *