logo_print

Insalata di radicchio rosso, finocchi e lamponi

Insalata di radicchio rosso, finocchi e lamponi (
Stampa

Insalata di radicchio rosso, finocchi e lamponi. Le insalate miste rappresentano soluzioni comode e salutari per mettere in tavola qualcosa anche quando si ha poco tempo, oppure per pranzare al lavoro senza dimenticare la cura della linea.

Da quando gli stili di vita vegano e vegetariano sono diventati un’abitudine per tantissime persone si è diffusa la tendenza a portare da casa il pranzo quando si va a lavorare. Le insalate miste sono perfette al proposito e oggi vi do qualche consiglio per prepararne una a base di radicchio rosso, finocchi e lamponi.

I benefici del radicchio rosso

Il radicchio rosso è un ortaggio ricco di sostanze antiossidanti, perfetto per chi soffre d’intolleranza al lattosio o al glutine. Come ho ricordato poco fa, la scelta di abbracciare stili alimentari vegani e vegetariani ha permesso a tantissime persone che vivono ogni giorno il problema delle intolleranze di prendersi cura della propria salute in maniera semplice, rapida e senza rinunciare al gusto.

Composto per il 93% d’acqua, il radicchio rosso è una scelta perfetta al proposito, anche grazie alla presenza di minerali essenziali come il calcio, il fosforo, lo zinco, il potassio e il magnesio.

La sua assunzione costituisce un’opzione utile anche per chi soffre di diabete, dal momento che le numerose fibre presenti trattengono gli zuccheri.

Insalata di radicchio rosso, finocchi e lamponi (

Finocchi: pochissime calorie e un ottimo apporto di fibre

Anche il finocchio è un concentrato di vantaggi per la salute. Caratterizzato da un bassissimo contenuto calorico – circa 31 calorie per ogni etto – questo ortaggio, perfetto per l’alimentazione quotidiana di chi soffre d’intolleranza al lattosio, è anche ricco di fibre, che garantiscono un’ottima regolarità intestinale.

Le sue proprietà benefiche sono finite qui? Certo che no! L’assunzione di finocchi consente infatti di disintossicare il fegato e di migliorare notevolmente la funzionalità epatica, oltre che di alleviare i disturbi premestruali e quelli che precedono la menopausa.

Non è meraviglioso anche solo pensare all’esistenza di così tante proprietà salutari in una semplice insalata mista, guarnita con la dolcezza e la vivacità del colore dei lamponi? Lo stile di vita vegano e vegetariano, approcciato da troppe persone con superficialità solo per seguire le mode, è invece un universo da approfondire, dal momento che ha cambiato radicalmente la vita di chi, per tanto tempo, ha avuto a che fare con il problema delle intolleranze e con la necessità di trovare soluzioni alimentari semplici e a buon mercato.

Sì, esistono, sono tante, fanno bene e sono gustose, proprio come questa Insalata di radicchio rosso, finocchi e lamponi di cui sto per presentarvi la ricetta!

Ed ecco la ricetta dell’ Insalata di radicchio rosso, finocchi e lamponi

Ingredienti per 4 persone

  • 2 piccole teste di radicchio rosso a foglia lunga,
  • 120 g di rucola,
  • 1 finocchio,
  • 150 g di lamponi,
  • 1 arancia,
  • 3 cucchiai olio extravergine di oliva,
  • 1 cucchiaino di aceto di lamponi,
  • q.b.sale

Preparazione

Sfogliate i cespi di radicchio rosso e lavate le foglie con cura; sgrondatele per bene ed eventualmente tamponatele con carta da cucina oppure un panno pulito. Tagliatele a listarelle non troppo sottili.

Lavate il finocchio, togliete le prime foglie sciupate e affettatelo sottilmente con l’aiuto di una mandolina.

Sistemate il radicchio in un piatto oppure ciotola e aggiungete il finocchio preparato.

Lavate la rucola, asciugatela e unitela all’insalata.

Tamponate delicatamente i lamponi con carta da cucina.

Tagliate l’arancia a met‡: una parte dividetela in piccoli spicchietti e dall’altra spremetene il succo.

versate il succo in una ciotolina, aggiungete l’aceto, un pizzico di sale ed emulsionate con una forchetta.

Versate la vinaigrette sull’insalata e mescolate con cura, aggiungete i lamponi e servite subito.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


23-04-2015
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti