Baccalà con sedano e patate: alleato del cuore

baccala con sedano e patate
Commenti: 0 - Stampa

Meraviglioso baccalà, pieno di proprietà benefiche

Baccalà con sedano e patate: un piatto alleato del cuore. Oggi voglio parlarvi di un secondo che è perfetto da proporre a celiaci e intolleranti al lattosio, ma anche a chi vuole perdere peso senza mettere in secondo piano le proprietà benefiche dei singoli ingredienti.

Sto parlando del baccalà con sedano e patate, un piatto molto completo e altrettanto semplice da preparare che, vi assicuro, vi aiuterà a dare una svolta alle vostre cene. Se pensate di non riuscire a coniugare salute e gusto quando cucinate o se siete convinti che sia troppo difficile è davvero il caso che cambiate idea. Questo piatto può aiutarvi a farlo.

Baccalà, tra energia e lotta contro il colesterolo

Il baccalà è uno dei pesci più apprezzati del mondo, cucinato tenendo conto di tantissime varianti. Non è affatto un caso questo successo, dal momento che si parla di un pesce caratterizzato da proprietà  benefiche molto importanti, che coinvolgono diversi aspetti della salute.

Vogliamo ricordarne qualcuna? Perfetto! Possiamo partire sottolineando la presenza di grassi omega 3, lipidi notoriamente benefici per via della loro influenza relativa al controllo sia dei processi di ossidazione, sia dell’insorgenza del colesterolo cattivo, il che è un toccasana per la salute del cuore.

Le proprietà del baccalà coinvolgono anche l’alto contenuto di proteine, che lo rende un’ottima alternativa alla carne rossa, spesso considerata poco digeribile. No, non è affatto un caso il successo che accompagna questo pesce da secoli nelle cucine di tutto il mondo.

I tantissimi benefici del sedano

Quando andate al supermercato ad acquistare il sedano fermatevi un attimo a pensare alle sue straordinarie proprietà benefiche.

Il secondo che vi propongo oggi, il baccalà con patate e sedano, è un vero e proprio regalo per la salute anche per la presenza di questa verdura, che contribuisce a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo LDL nel sangue, prevenendo numerose patologie cardiovascolari.

Il sedano è anche un ottimo alleato dell’apparato digerente, grazie in particolare alla presenza di una sostanza nota con il nome di sedanina. Per merito di questo fondamentale componente è possibile parlare di un potenziamento dell’efficienza intestinale e di un assorbimento più rapido dei gas.

Fa impressione pensare a così tante proprietà benefiche in una singola verdura eppure è proprio così! Non resta che renderlo l’ingrediente di un secondo a dir poco speciale!

Ingredienti per 4 persone

  • 600 gr di filetti di baccalà reidratato
  • 2 gambi di sedano fresco
  • 4 patate
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Tagliate il baccalà a pezzettoni. In una padella fate soffriggere uno spicchio d’aglio con l’olio, aggiungete il baccalà e fate dorare per qualche minuto da entrambi i lati.

Nel frattempo tagliate il sedano e le patate a dadini e sbollentate per circa 5 minuti.

Scolate le verdure e versate nella padella con olio ed aglio, fate insaporire pochi minuti ed aggiungete i pezzetti di baccalà, salate leggermente e cuocete a fuoco basso con coperchio per circa 15 minuti aggiungendo un po’ di acqua.

Servite caldo con aggiunta di pepe fresco macinato ed un filo di olio a crudo.

5/5 (455 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Saltimbocca alla romana

Saltimbocca alla romana, un piatto squisito

Saltimbocca alla romana, un classico della cucina capitolina I saltimbocca alla romana sono un secondo della tradizione capitolina. Sono una pietanza semplice, sufficientemente leggera e molto...

Petti di quaglia con uva rosata

Petti di quaglia con uva rosata, un secondo...

Petti di quaglia con uva rosata, un secondo dagli abbinamenti suggestivi I petti di quaglia con uva rosata sono un secondo piatto che rompe gli schemi e stupisce sia per il gusto che per la...

Fritto di animelle di agnello e salvia

Fritto di animelle di agnello e salvia, una...

Fritto di animelle di agnello e salvia, un abbinamento azzeccato per una frittura squisita Il fritto di animelle di agnello e salvia è uno splendido esempio di frittura leggera. A giustificare...

Rosa di Parma

Rosa di Parma, un piatto per scoprire la...

Rosa di Parma, un piatto colorato e gustoso La Rosa di Parma, come suggerisce il nome, è una ricetta simbolo della tradizione emiliana, o meglio parmense. E’ un secondo molto gustoso e non troppo...

Pollo con funghi porcini

Pollo con funghi porcini, un secondo leggero e...

Pollo con funghi porcini, un secondo classico Il pollo con funghi porcini è un secondo piatto classico che rende molto con il minimo impegno. Gli ingredienti, infatti, si contano sulle dita di una...

Testina di vitello con ceci

Testina di vitello con ceci, un secondo speziato

Testina di vitello con ceci e rosmarino, un piatto per valorizzare un taglio di carne poco diffuso La testina di vitello con ceci e rosmarino è un secondo piatto dai sapori forti, che si fregia di...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


09-04-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti