Grissini al sesamo, una delizia per i vostri aperitivi senza lattosio

Tempo di preparazione:

Quando si organizza un aperitivo è fondamentale curare ogni singolo dettaglio. Non basta scegliere un buon drink e studiare la presentazione generale. Bisogna selezionare le proposte alimentari, tra le quali è consigliabile includere anche dei grissini. Sì, so perfettamente che basta poco comprarli ma a me piace prepararli in casa. C’è molta più soddisfazione, non trovate? Oggi vi propongo una soluzione perfetta per gli intolleranti al lattosio.

I grissini al sesamo sono un prodotto da forno valida alternativa al pane ma da consumare in una dose ridotta di almeno il 20% rispetto alla dose giornaliera di pane.

Questi filoncini di pasta di pane croccanti e di forma allungata, conosciuti in tutto il mondo,  pare che siano stati inventati a Torino nella prima metà del 1600: il loro  nome deriva da “gherssa” un tipico pane piemontese di forma allungata e simile alla baguette.

Dal punto di vista nutrizionale i grissini al sesamo sono  meno calorici rispetto a quelli tradizionali  e contengono  degli acidi grassi di tipo insaturo-polinsaturo importantissimi per combattere il colesterolo alto nel sangue.

I benefici dei semi di sesamo

Parlare dei grissini al sesamo significa prendere in considerazione uno dei suoi principali ingredienti: i semi di sesamo. Provenienti dalla pianta sesamum indicu, sono celebri per l’alto contenuto di minerali e per il loro importante ruolo nella prevenzione dell’osteoporosi.

Assumerli o utilizzarli come ingrediente per delle ricette significa incamerare una straordinaria riserva di energia. I semi di sesamo, infatti, sono contraddistinti da un elevato contenuto di proteine e, soprattutto, di tanto calcio. Questo li rende molto efficaci per quanto riguarda la prevenzione dell’osteoporosi.

Semi di sesamo, integratori naturali di zinco

I semi di sesamo sono anche degli straordinari integratori naturali di zinco. La presenza di questo minerale li rende delle valide soluzioni per migliorare l’efficienza del sistema immunitario e per riprendere le forze in caso di convalescenza. Grazie alla presenza di selenio, inoltre, sono ottimi alleati contro i radicali liberi. Fantastico, vero? A questo punto non resta davvero che preparare i grissini!

Ingredienti:

  • 500 g di farina 0
  • 150 ml di acqua tiepida
  • 15 g di lievito di birra
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 75 gr. di semi di sesamo
  •  olio extravergine d’oliva

Procedimento:

In una ciotolina sciogliete il lievito di birra sbriciolato nell’acqua tiepida, addolcita con un po’ di zucchero.

In un’altra  ciotola versate la farina e i semi di sesamo, amalgamateli bene poi al centro versatevi  l’acqua con il lievito, l’olio e un pizzico di sale facendo attenzione  che non entri in contatto diretto con il lievito.

Lavorate bene l’impasto, per almeno 10 minuti. Quando avrete ottenuto un impasto omogeneo, mettetelo in un ambiente tiepido, coperto con  un panno e lasciatelo lievitare fino a che avrà raddoppiato il suo volume.

Trascorso il tempo di lievitazione stendete con il mattarello la pasta alta  circa 1 cm, poi  su di un piano da lavoro infarinato, e tagliate tante strisce larghe un dito e lunghe circa 20 cm. Stendete ogni striscia  sulla teglia da forno rivestita con l’apposita carta  e spennellatela con un’emulsione di acqua e poco olio evo. Procedete così fino a finire la pasta e mettete la teglia in forno già caldo a  200°, per 15/20 minuti.

Quando sono dorati potete sfornarli e una volta raffreddati conservateli in un sacchetto di stoffa.

 

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *