Cardi selvatici sott’olio

Tempo di preparazione:

L’ingrediente principale della ricetta di oggi sono i cardi selvatici, un altro dei sorprendenti prodotti che la natura ci offre,  ricco di  qualità nutritive e curative.

Il cardo selvatico, (Cynara cardunculus altilis),  (detto  anche carciofo selvatico, caglio, cardo spinoso) è un ortaggio invernale appartenente alla famiglia dei carciofi di cui ne ricorda il caratteristico sapore amarognolo, ma che nell’aspetto ricorda il sedano.

Del cardo si utilizza la nervatura centrale delle  coste che è spessa e carnosa: prima le si spina, le si pulisce eliminando i filamenti più duri, si tagliano a piccoli tocchi e poi si lessano in acqua bollente con il succo di mezzo limone per evitare che anneriscano.

Dal punto di vista nutrizionale il cardo, pur avendo  pochissime calorie, è una preziosa fonte di fibre, di potassio, di magnesio e gli vengono attribuite proprietà benefiche sul funzionamento del fegato e dell’apparato digerente.

Famoso fin dall’antichità il cardo era considerato un ortaggio pregiato:  in un primo tempo veniva utilizzato per produrre il caglio dei formaggi;  nel  ‘500, poi,  si cominciò a parlare di lui come ingrediente utilizzato in cucina e sulle tecniche d’imbiancamento delle sue coste.

La ricetta che vi propongo oggi è un modo per conservarli e averli a disposizione durante l’anno…

Buon appetito!!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg. di cardi selvatici
  • il succo di 3 limoni
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 bicchieri d’aceto bianco
  • olio di oliva extravergine
  • prezzemolo tritato
  • qualche foglia di alloro
  • sale e pepe

Preparazione

Mondate  e lavate i cardi selvatici e eliminate le parti più dure, le spine e le foglie. Una volta puliti, metteteli in una bastardella con acqua, il succo dei limoni.

Tagliateli a pezzettoni e fateli bollire in acqua salata e aceto. Nel frattempo fate un trito con le erbe aromatiche e l’aglio.

Scolate i cardi al dente e lasciateli raffreddare disposti su un canovaccio. Una volta freddi potete disporli all’interno dei vasetti in vetro sterilizzati immersi nell’olio extra vergine d’oliva e nel trito di erbe e aglio.

Conservate in un luogo buio e asciutto per circa un mese prima di consumarli.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *